30 Luglio 2019
Alla fine i nodi vengono al pettine. Anni di pessima gestione della sanità regionale pubblica, sempre a firma P.D., hanno portato i sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Senigallia a lavorare in condizioni di assoluto e totale abbandono da parte dei vertici A.S.U.R., della Regione e del Comune. A denunciare la situazione è stato il sindacato delle professioni infermieristiche di Ancona, il Nursind, che il 19 luglio 2019 ha chiamato in causa il sindaco affinché intervenga quale prima autorità sanitaria locale. Tale poi è la situazione di maxi emergenza del Pronto Soccorso che sempre il Nursind è pronto a rivolgersi al Prefetto di Ancona perché dichiari lo stato di emergenza. Ci associamo inoltre al comunicato del Comitato cittadino a difesa dell’ospedale che, nella malaugurata ipotesi in cui il sindaco resti in silenzio ed inerme, ha anticipato che si rivolgerà al Prefetto. Di fronte a tale situazione, cosa fa il P.D.?!? anziché amministrare il servizio pubblico, pensa a chi candidare alle regionali ed alle comunali di Senigallia nel 2020! E’ inaccettabile ed inqualificabile! Biasimiamo un tale modo di azione ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà agli operatori sanitari regionali, ed in particolare a quanti lavorano al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Senigallia e negli altri reparti. La loro abnegazione e lo spirito di servizio non possono purtroppo sopperire alle gravi carenze di organico e strutturali, aspetti che li espone anche al rischio di commettere – a causa dello stress per il troppo carico di lavoro e turni estenuanti – degli errori. Ci spiace infine che la cittadinanza ed i turisti debbano trovarsi, per di più in una situazione con problemi di salute, di fronte ad un servizio pubblico riconosciuto dalla Costituzione ma dimenticato da Ceriscioli (presidente della giunta regionale ed assessore regionale alla sanità) e Mangialardi (sindaco di Senigallia). Lista civica Senigallia Bene Comune” Leggi tutto...
30 Luglio 2019
Si conclude il ciclo delle “Oscure storie di donne dell’anno Mille… e dintorni” curato da Dario Pescosolido nell’ambito della rassegna Senigallia Sotterranea. L’ultimo appuntamento è in programma mercoledì 31 luglio, alle ore 21 all’area archeologica La Fenice con il reading “Giovanna la Pazza, Regina di Castiglia ma folle d’amore verso suo marito, verso suo padre, verso suo figlio”. Ancora oggi, a secoli di distanza, gli storici sono divisi sulla vera o presunta pazzia della figlia dei Re Cattolici Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia. Gli avvenimenti che hanno costretto Giovanna, a più riprese, a vivere lontana dal marito e dai figli potrebbero essere considerati la causa scatenante di un già alterato stato mentale. Ma chi avrebbe potuto mantenere, di fronte a tali vicissitudini, la lucidità di comportamento che si richiedeva a una donna di potere come la Regina di Spagna e Principessa delle Fiandre? Il reading, prodotto con la collaborazione dell’associazione culturale Sena Nova, sarà interpretato da Raffaella Lattanzi, Mauro Pierfederici e Dario Pescosolido. Leggi tutto...
30 Luglio 2019
Il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi ha ricevuto in Comune la Rete provinciale delle professioni tecniche. Presenti nell’occasione il coordinatore Sergio Rocchegiani, il presidente degli Architetti Donatella Maiolatesi, il presidente degli Ingegneri Alberto Romagnoli, il delegato dei Geometri Marco Pandolfi e il delegato dei Periti Massimiliano Bruni. Obiettivo dell’incontro la presentazione di istanze e proposte del mondo delle professioni tecniche all’Amministrazione comunale. Tra queste la possibilità di affrontare congiuntamente le problematiche relative alle questioni edilizio-urbanistiche, l’avvalersi di concorsi di progettazione per disegnare il futuro della città, il riuso del territorio, il supporto ai percorsi volti a sostenere un’economia circolare, la collaborazione nell’ambito dei temi legati alla sicurezza del territorio e della comunità. L’auspicio comune è quello di arrivare a un protocollo di intesa per rendere operativi questi intenti. Leggi tutto...
30 Luglio 2019
Giovedì 1 agosto 2019, alle ore 21.15, si terrà al Villino Romualdo a Ripe di Trecastelli UNA NESSUNA CENTOMILA – Il mondo femminile nelle opere di Pirandello, a cura del Gruppo di Lettura “Letto per Diletto” di UNITRE Corinaldo. L’evento sarà un viaggio emozionale tra frammenti di racconti del celebre Luigi Pirandello, in cui le protagoniste indiscusse saranno le sue eroine. Lo scrittore, premio Nobel per la letteratura nel 1934, ha guardato con empatia alle donne del suo tempo e di ogni classe sociale, ne ha letto attentamente la psicologia e il disagio nell’incarnare i ruoli per non perdere il diritto al rispetto, alla sopravvivenza e a un’esistenza dignitosa. Le donne di Pirandello sono da sempre figure che hanno dato prova di grande coraggio, coerenza ed energia. Rosolina, Miluccia, Melina, Nora, Almira, Filomena, Dora e molte altre saranno raccontate e interpretate dando risalto alla loro più intima essenza. Il Gruppo di Lettura “Letto per Diletto” di UNITRE Corinaldo propone una piccola ricerca, il vero scopo è stato quello di ampliare lo sguardo a una lettura più attenta e approfondita, in cui il diletto corrisponde a una “ri- creazione” dello spirito. La partecipazione all’evento è a ingresso libero. Leggi tutto...
26 Luglio 2019
Gli scavi presso l’area archeologica delle Muracce hanno portato alla luce nel pomeriggio di venerdì 19 luglio, una clava in bronzo dorato, ”…pertinente, con ogni probabilità, ad una statua di Ercole…” così riporta un comunicato dalla Soprintendenza Archeologica delle Marche. Dopo un quarantennio di contatti e pubblicazioni promosse da molte delle amministrazioni comunali che si sono succedute le recenti campagne di scavi, conseguite ormai da 13 anni nell'area archeologica delle Muracce, hanno condotto a nuove importantissime scoperte sulla struttura fisica della città e dei suoi spazi pubblici, nonchè sui tantissimi reperti archeologici rinvenuti. Di tutto ciò hanno parlato e parleranno ancora sia il direttore degli scavi della Università di Bologna, professore Pierluigi Dall'Aglio, che della Università francese di Clermont Ferrand, professoressa Carlotta Franceschelli, curatori della pubblicazione sulla città romana di Ostra, presentata la settimana scorsa al Polo Museale. Quest’ultimo rinvenimento è interessantissimo e, “….pur non avendo trovato la statua completa - informa la Soprintendente - è abbastanza certa l’attribuzione, poiché di consueto l'eroe veniva rappresentato con una pelle di leone sul capo e una clava in mano, simboli delle vicissitudini e delle prove che aveva dovuto sostenere in vita. Il reperto, molto ben conservato, è stato realizzato in bronzo con la tecnica della fusione a cera persa e successivamente impreziosito con la doratura in modo probabilmente non diverso dai famosi "Bronzi dorati di Pergola". Ancora non è chiara, invece, la funzione che doveva avere la statua: grande circa la metà della grandezza naturale, potrebbe essere stata collocata in un tempio dell'area urbana, oppure all'interno di una Domus, come statua di culto domestico”. Gli scavi presso la città romana di Ostra sono condotti dal 2004 dall'Università di Bologna, sotto la direzione scientifica del prof. Pier Luigi Dall'Aglio e la presentazione dei risultati di quest'anno avrà luogo sabato 27 luglio alle 18.30, alle Muracce nell’ambito della manifestazione "Sapori di Roma", attraverso la visita guidata nel sito archeologico che si concluderà con aperitivo al tramonto offerto ai partecipanti. Appuntamento quindi da non perdere quello di sabato sera, quale occasione per conoscere i recenti e sorprendenti risultati degli scavi e da non lasciarsi sfuggire, tutti i giorni dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 e nei festivi dalle 15,30 alle 19,30, neanche la possibilità di visitare il Polo Museale “Terra di Montenovo” sito nel centro storico di Ostra Vetere, dove sono esposti altri reperti rinvenuti nel corso delle precedenti campagne di scavo. Leggi tutto...
25 Luglio 2019
Prenderà il via venerdì 26 luglio il lungo week end dedicato alla “Notte dei Desideri” che Senigallia ospiterà sui lungomare di levante e di ponente. Ricchissimo il programma che troverà il suo momento clou sabato 27 con la “Notte della Rotonda”. Ma andiamo per ordine. Venerdì a partire alle ore 17,30, e poi per tutto il fine settimana, l’associazione “I Prodotti Nobili Marchigiani e Italiani” porterà sul lungomare una degustazione delle sue prelibatezze enogastronomiche che rispecchiano nei sapori “di una volta” la cultura e la migliore tradizione marchigiana. Sabato 27, come già detto, la “Notte dei Desideri" entra nel vivo con la “Notte della Rotonda”. La lunga festa che ricorda il restauro e la riapertura dell’affascinante struttura degli anni trenta inizierà alle ore 21,30, in piazzale della Libertà, dove si esibirà in concerto Filippo Graziani, figlio dell’indimenticabile Ivan. Alle ore 23,45 l’attesissimo e suggestivo spettacolo pirotecnico, cui seguirà “Moka in concerto”, evento realizzato in collaborazione con la Consulta dei Giovani di Senigallia. Domenica 28, infine, alle ore 5,30, Marco Santini al violino e Lucia Santini al pianoforte chiuderanno la “Notte dei Desideri” con l’ormai consueto concerto all’alba nella scenografica cornice della Rotonda. “Un week end di sano divertimento, gioia e spensieratezza – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – con tanti eventi di qualità. Questa è la Notte dei Desideri, all’interno della quale abbiamo deciso di inserire uno dei nostri appuntamenti estivi più importanti e sentiti, la Notte della Rotonda, grande festa popolare dedicata al simbolo del turismo Adriatico e, più in generale, del turismo balneare, che consente a cittadini e turisti di ritrovarsi insieme per vivere la magica atmosfera del nostro lungomare”. Leggi tutto...
25 Luglio 2019
La fine del mandato del sindaco Maurizio Mangialardi conclude un’esperienza che per me è stata straordinaria, sia dal punto di vista amministrativo che dal punto di vista umano. Nel 2010 accettai con entusiasmo la sua proposta di entrare nella nuova giunta municipale, convinto della bontà del progetto sottopostomi, quello della “Città di Tutti”, e dall’idea di poter contribuire alla crescita della mia comunità, dedicandomi con passione, dedizione, onestà e spirito di sacrificio ai suoi bisogni. Senza ombra di dubbio, a maggio prossimo potrò dire che quelli trascorsi sono stati dieci anni molto importanti della mia vita, durante i quali ho avuto l’occasione di vivere da protagonista a fianco di Mangialardi, in qualità di suo vice ma anche come assessore ai Lavori pubblici prima e all’Urbanistica poi, la concretizzazione di una visione che grazie a numerosi interventi ha contribuito a ridisegnare Senigallia, facendone l’eccellenza che oggi tutti noi conosciamo. Interventi tra i quali mi piace ricordare la riqualificazione di piazza Saffi e dei Giardini Catalani, l’avvio dei progetti dei boschi urbani di Cesanella e Saline, la sistemazione dei piani viari di viale 4 novembre e di via Portici Ercolani, nonché la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico di alcune scuole. Anche sul fronte urbanistico, ambito delicato e non sempre facile su cui mi sono concentrato nel corso degli ultimi cinque anni, credo siano stati raggiunti risultati importanti; penso in particolare alla riqualificazione della Cesanella, porta di ingresso a nord della città, alle rigenerazioni delle aree ex Molino Tarsi ed ex Arena Italia, al Piano degli arenili e, soprattutto, alla variante Smart 2018, la cui approvazione ha rappresentato il conseguimento di uno dei principali obiettivi contenuti nelle nostre linee programmatiche per favorire il futuro urbanistico del territorio e ripensare la città dentro un concetto di smart-city, mediante la semplificazione amministrativa, lo snellimento delle procedure e l’ascolto volto a ridurre il contenzioso. A tutto ciò va aggiunto da ultimo, ma non certo per importanza, la gestione della qualità del litorale funzionale alla stagione estiva, settore strategico per l’economia cittadina, che ho seguito per tutti i dieci anni. Come vicesindaco, poi, è stato per me un grande onore prendere parte ai processi decisionali che hanno radicalmente trasformato Senigallia, coniugando sviluppo economico, coesione sociale e tutela dell’ambiente. Una città che grazie anche alla profonda riqualificazione del centro storico, basti pensare al recupero di uno spazio come piazza Garibaldi, è oggi capace di attirare eventi di caratura internazionale, che ci permettono di essere ormai una realtà stabilmente al vertice delle presenze turistiche in regione e un punto di riferimento a livello nazionale. Ma torniamo all’oggi. So che in vista delle elezioni amministrative del 2020 è iniziato, come naturale che sia, il tradizionale valzer dei nomi per il nuovo candidato a sindaco del centrosinistra e so che tra quei nomi più volte è stato inserito il mio. Per chiarezza e rispetto nei confronti di tutti, a partire dalle forze politiche di maggioranza che mi hanno costantemente sostenuto in questi lunghi anni, e dalla lista Vivi Senigallia che mi ha permesso nel 2010 e nel 2015 di essere eletto in consiglio comunale, dico subito che questa opzione è da escludere. Oltre a considerazioni di natura personale, ci tengo a sottolineare che la maturazione di tale scelta è essenzialmente il frutto dell’idea che questa esperienza, al tempo stesso appagante e faticosa, debba terminare così come è iniziata, ovvero dentro il perimetro della proposta progettuale che in questi anni mi ha unito alla figura del sindaco Mangialardi. Questo legame, alimentato attraverso la condivisione totale delle prospettive principali che hanno costituito le fondamenta di quanto realizzato in questi due mandati, terminerà nel 2020, esaurendo così un’esperienza per me molto difficile da riprodurre. Ovviamente continuerò a dare il mio contributo tra le fila di Vivi Senigallia, senza ruoli amministrativi o di rappresentanza, ma mettendo a disposizione il bagaglio di esperienze accumulate, affinché il centrosinistra possa presentarsi alla scadenza elettorale del prossimo anno con una coalizione ancora una volta coesa e vincente per far sì che Senigallia continui a primeggiare anche in futuro negli ambiti che l’hanno contraddistinta in questi anni a livello nazionale e internazionale. Leggi tutto...
24 Luglio 2019
Sarà inaugurata giovedì 25 luglio la nuova sede della Polizia Locale dei Comuni di Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli. L’appuntamento è alle ore 18 nei nuovi locali del comando unico ubicato proprio a Trecastelli, e precisamente a Passo Ripe in via Marco Polo 3/c. La nuova realtà, che mira a ottimizzare il servizio rendendolo più efficiente ed economico, è nata nell’ambito dell’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”, alle quale, lo scorso 9 aprile, sono state conferite le funzioni di Polizia locale dei suddetti Comuni. Tra i risultati già ottenuti c’è la copertura di un arco di servizio giornaliero di dodici ore consecutive, la flessibilità nell’utilizzo del personale sui quattro Comuni per garantire continuità anche in periodi di assenza di personale, e importanti investimenti riguardo alla strumentazione tecnologica, in particolare di quella volta a migliorare la sicurezza sulle strade. Leggi tutto...
24 Luglio 2019
Sono aperte le iscrizioni al XXV concorso di poesia dialettale “Giovanna Ceciliani”, organizzato dal Centro Sociale Molinello 2 in collaborazione con l’associazione culturale “La Tela”. I testi poetici dovranno essere redatti in quattro copie (di cui una sola recante nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e indirizzo e-mail) e inviati in busta sigillata all’indirizzo Centro Sociale Molinello 2, via Pierelli, 5 60019 Senigallia entro il 30 settembre 2019. Le poesie dovranno recare, in calce o a fianco dei testi, una traduzione in italiano che comunque non sarà oggetto di alcuna valutazione o giudizio. Tutti i premiati e gli eventuali segnalati riceveranno tempestiva comunicazione del giorno e del luogo della premiazione, che si terrà a Senigallia tra ottobre e novembre. Per informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria del concorso a partire dal 2 settembre, chiamando il numero 0717924009 dalle ore 16 alle ore 18. Leggi tutto...
24 Luglio 2019
L’estate del Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi” si accende con tre imperdibili appuntamenti tra tradizione e impegno. Venerdì 26 luglio, alle ore 21,15, la stagione si aprirà con un concerto di musica etnica eseguito dal Gruppo Musicaparole, nato nel 1990 nella provincia di Pesaro e Urbino e formato da Maurizio Mainardi, flauti, Vanni Oliva, fisarmonica, Massimiliano Poderi, violino, Susanna Pusineri, arpa celtica e canto, Enzo Vecchiarelli, chitarre e canto. Si tratta di artisti di grande versatilità, al tempo stesso strumentisti, cantanti, attori e autori, con preparazione conservatoriale ed esperienze in diversi generi musicali e teatrali e con all’attivo numerosi dischi. Per questo concerto estivo il gruppo ha ideato un programma che collega la musica all’ambiente, proponendo canti antichi italiani, scozzesi e irlandesi. Il titolo dell’esibizione è “Dalla terra e … dal mare. Concerto di musiche celtiche e italiche”. L’ormai tradizionale bicchiere della staffa chiuderà la serata, che si terrà anche in caso di cattivo tempo. L’ingresso è gratuito. La settimana successiva, ovvero venerdì 2 agosto, sempre alle ore 21,15 verrà proiettata una suggestiva intervista realizzata nel 2010 da Fabio Manini a una personalità di spicco della cultura senigalliese recentemente scomparsa, l’ambasciatore e professore Luigi Vittorio Ferraris, coordinatore della Libera Università degli Adulti di Senigallia e dal 1989 presidente degli Amici del Museo di Storia della Mezzadria. Ambientato nella villa di Vaccarile, il racconto di Ferraris prende il via dalla storia della sua nobile famiglia piemontese, per poi descrivere la sua vita di diplomatico svolta in molte capitali del mondo, l’esperienza di magistrato al Consiglio di Stato e il suo impegno come docente universitario in diversi atenei italiani ed esteri. Infine, venerdì 9 agosto, alle ore 18,30 sarà inaugurata una mostra di oltre quaranta fotografie di Ferruccio Ferroni provenienti dall’omonimo Archivio privato e selezionate da Alessia Venditti, curatrice di un’analoga recente mostra a Roma, che ha inteso mettere a fuoco tratti salienti della sua produzione artistica, dagli esordi alle ultime opere. La mostra sarà visitabile fino al prossimo 15 settembre. Leggi tutto...
Pagina 12 di 137

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA