Continua a crescere il “Lido del Fratino” il brand turistico con cui Oasi Confartigianato, il Comune di Montemarciano e gli operatori del litorale promuovono l’immagine della spiaggia. Il simbolo del Lido, il fratino, un piccolo uccello migratore presente sul tratto costiero, una specie protetta che vive solo in ambienti incontaminati, è stampata sulla maglia che tutti gli operatori degli stabilimenti balneari, chalet, ristoranti aderenti al network di attività indosseranno durante la stagione. L’iniziativa è stata presentata da Liana Serrani Sindaco di Montemarciano assieme al Vice Sindaco Andrea Tittarelli, da Giacomo Cicconi Massi Responsabile Oasi Confartigianato, Alberto Berardi Presidente Oasi Confartigianato Montemarciano, e rientra nel programma delle attività di promozione del litorale. Il Lido del Fratino, oltre a essere uno splendido contesto naturale e paesaggistico, è infatti anche un network di operatori, tra bar, ristoranti, concessioni balneari e chalet. Per valorizzare questa importante offerta turistica di mare, gusto, musica e divertimento da loro offerta, Confartigianato e il Comune si sono attivati con iniziative promozionali e stanno realizzando azioni in sinergia. Tra queste, l’adesione dei ristoratori del Lido del Fratino alla campagna del Comune e di ATA Rifiuti contro lo spreco alimentare “Fatti gli avanzi tuoi”. I clienti, se lo richiedono, potranno portare a casa il cibo ordinato, ma non consumato, all’interno di un apposito packaging ideato per l’asporto, su cui è apposto il logo dell’iniziativa. Ufficio Stampa
I ragazzi dell’ITCG Corinaldesi di Senigallia protagonisti della legalità. Anche loro, insieme ad altri 600 studenti marchigiani, si sono ritrovati, lo scorso 18 novembre, nell’aula magna dell’Università Politecnica delle Marche per incontrare il presidente del Senato Pietro Grasso in occasione dell’evento “I giovani incontrano la legalità”. “Ho sempre dedicato molta parte del mio tempo libero ai ragazzi perché credo siano il nostro futuro - ha dichiarato il presidente Grasso -.  Se noi riusciamo ad indirizzare i ragazzi verso i valori e verso le legalità che sono rappresentati da testimonianze che possono recepire penso che noi potremmo costruire un paese migliore”. Un’occasione di riflessione e confronto sui temi della legalità dove i ragazzi del Corinaldesi non si sono solo limitati ad ascoltare con attenzione le profonde  parole dei vari protagonisti, ma hanno portato agli occhi di tutti le importanti iniziative svolte personalmente all’interno del proprio Istituto, testimonianze toccanti di incontri che sono rimasti impressi nelle loro anime.  Da anni infatti l’Itcg Corinldesi si impegna nella lotta alla legalità organizzando incontri con vari personaggi che ogni giorno lottano in prima fila contro ogni genere di criminalità. Coinvolgere e sensibilizzare gli studenti per non dimenticare le atrocità e per combatterle insieme, con questo spirito solo lo scorso anno scolastico sono arrivate a scuola le testimonianze di Giovanni Impastato, fratello di Peppino; Pippo Giordano, uomo della scorta di Giovanni Falcone; Marisa Accagnino, Presidente di  Sezione del Tribunale Civile di Catania; Rosario Barchitta imprenditore siciliano che ha denunciato i propri estorsori e iscritto alla lista “Pizzo Free”; il Giudice Paci, coordinatore delle indagini sulla “banda della uno bianca”; sempre sulla legalità i ragazzi hanno partecipato ad iniziative contro il cyber bullismo, si sono  impegnanti a fondare l’associazione Rose Bianche sull’asfalto per prevenire la guida in stato di ebbrezza e sotto sostanze stupefacenti, ed hanno partecipato  alla Marcia per la Pace Perugia-Assisi.  Attività che rendono gli studenti persone migliori e che sono orgoglio per il dirigente del Corinaldesi, prof. Daniele Sordoni, e di tutti i docenti che si occupano della crescita culturale e personale di questi ragazzi. Da Istituto Corinaldesi Ufficio Stampa Istituto Corinaldesi

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA