I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno denunciato in stato di libertà un imprenditore cinese di 56enne, residente a Ostra, per furto aggravato. I militari del Nucleo Radiomobile, con l’ausilio di personale tecnico dell’Enel, hanno eseguito un’ispezione all’interno di un opificio di confezioni-abbigliamento per conto terzi, sito a Ostra e gestito dal 56enne, accertando che dal 2015 era stato illecitamente installato un potente magnete sul contatore dell’energia elettrica che consentiva di quantificare consumi del 90% inferiori a quelli reali, in tal modo impossessandosi abusivamente di energia elettrica. Con tale stratagemma, l’imprenditore, a fronte di consumi bimestrali pari 1000 euro, riusciva a ricevere bollette che non superavano i 180 euro. I tecnici dell’Enel hanno quantificato il furto di corrente nell’arco di 2 anni e mezzo in 12.000 euro circa. Il magnete ed il contatore, previo smontaggio, sono stati sottoposti sequestro. L’opificio è rimasto quindi senza corrente. L’imprenditore cinese è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ancona per furto aggravato. Nella notte, a Senigallia, sono stati denunciati due persone per guida in stato di ebbrezza. Intorno alle 3:00 sul lungomare Dante Alighieri la pattuglia del Nucleo Radiomobile ha controllato un 36enne di Senigallia alla guida del proprio motociclo Yamaha. Il centauro, che ha manifestato comportamenti sintomatici dell’abuso etilico, è stato sottoposto immediatamente ad accertamento alcolemico, risultando positivo con tasso del 1,33 gr/lt. Dopo circa un’ora, sullo stesso tratto di lungomare, la pattuglia ha proceduto al controllo di una Fiat Punto. Anche in questo caso l’automobilista 47enne del luogo, è stato sottoposto all’alcool test risultando positivo con un tasso del 1,40 gr/lt. I veicoli sono stati affidati a persone idonee ai sensi del codice della strada. Oltre alla denuncia penale ad entrambi è stata ritirata la patente di guida per gli eventuali provvedimenti di sospensione di competenza del Prefetto di Ancona.
Due rom di 40 e 24 anni, entrambe residenti a Pesaro, sono state arrestate dai carabinieri presso l’Ipercoop di Cesano di Senigallia per il furto di 725 pacchetti di gomme da masticare per un valore di 488 euro. Ad accorgersi del furto sono stati gli uomini della sicurezza interna Security Ta.pe. .
Il tempo di un caffè e in quei pochi minuti che il proprietario di un chiosco ambulante “Prodotti tipici pugliesi”, fermo al parcheggio di piazza Magellano a Montemarciano, s’è preso un caffè in un bar, ignoti gli hanno rubato il registratore di cassa. E’ succcesso nel primo pomeriggio di ieri . «Dentro c’erano circa 20-30 euro, ma è il gesto a lasciarmi male» ha detto il commerciante. Indagano i Carabinieri.
I Carabinieri della Compagnia di Senigallia, nel giorno della vigilia di Natale, hanno arrestato una donna per tentato furto aggravato in abitazione. Si tratta di una moldava, di 28 anni, senza fissa dimora, nota alle forze di polizia. Intorno alle 11:00 è giunta al 112 della centrale operativa dei Carabinieri di Senigallia una segnalazione telefonica di rumori sospetti in un appartamento sito in via Marina a Montemarciano. La telefonata era stata fatta dal padre delle proprietaria di casa, che abitava al piano superiore, il quale precisava che la figlia era andata via la sera precedente insieme al compagno e ai due figli per trascorrere il Natale a casa di amici. La pattuglia del Nucleo Radiomobile giunta sul posto poco dopo, ha trovato nell’abitazione una giovane donna straniera che ammetteva di aver indossato abiti prelevati all’interno della stessa abitazione. La donna aveva ancora in mano due borse riempite di capi di abbigliamento, bigiotteria, cosmetici e profumi vari prelevati nella casa. Nel corso del sopralluogo i Carabinieri hanno avuto modo di accertare che la donna aveva svuotato i mobili ed i cassetti, aveva rimosso i quadri dalle pareti per verificare evidentemente la presenza di casseforti nascoste e addirittura svuotato i vasi delle piante e si era introdotta all’interno dell’appartamento mediante l’effrazione della portafinestra collocata al piano terra sul lato dello stabile rispetto alla porta di ingresso. La donna è stata dichiarata in stato di arresto per tentato furto aggravato in abitazione, danneggiamento e violazione di domicilio. Condotta in Caserma a Senigallia, dopo le operazione di fotosegnalamento, è stata identificata nella 28enne Moldava, già nota alle forze di polizia, per reati contro il patrimonio. La proprietaria di casa, una donna 34enne del luogo, giunta in caserma per formalizzare la denuncia, si accorgeva che gli stivali, la fascia per capelli, l’anello e il bracciale in argento che la donna fermata indossava erano i suoi. Inoltre quantificava il danno subito in oltre 500 euro. La refurtiva, recuperata nelle borse ed addosso all’arrestata, è stata restituita alla proprietaria di casa. Dopo qualche ora trascorsa in camera di sicurezza in Caserma, la moldava è stata rimessa in libertà sulla base di un provvedimento del giudice che, pur ritenendo l’arresto legittimamente eseguito, ha ravvisato solo il reato di violazione di domicilio aggravata dalla violenza sulle cose, ciò non avrebbe consentito di richiedere l’applicazione di misure cautelari in sede di convalida davanti al Tribunale tenuto conto anche dello stato di incensuratezza dell’arrestata la quale non ha riportato precedenti condanne.
Ieri 19 dic 2016 nelle prime ore del pomeriggio, i militari dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di un servizio preventivo e di pronto intervento, hanno arrestato in flagranza di reato, una donna di Senigallia, classe 1968, ivi residente, convivente, disoccupata. I militari del radiomobile hanno rintracciato e bloccato la donna nelle immediate vicinanze del Centro Commerciale Ipersimply, mentre era intenta a darsi alla fuga, da dove si era appena allontanata dopo essersi impossessatadi generi alimentari preconfezionati e prodotti per pulizia casa sottratti con destrezza dagli espositori e dagli scaffali di vendita. La refurtiva , del valore di circa 160 euro è stata recuperata e restituita. La donna è stata accompagnata presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Stamattina è stata posta in libertà. Da Carabinieri Senigallia.

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA