In occasione del 72° anniversario della Liberazione, martedì 25 aprile si svolgerà il programma delle cerimonie istituzionali organizzate dal Comune di Senigallia. Alle ore 9,15, in via Dogana Vecchia, sarà deposta una corona di alloro alla lapide dedicata ai Caduti di Cefalonia. Alle 9,45, in viale Leopardi, all’altezza dei Giardini Catalani, partirà il pullman diretto nei diversi luoghi della memoria: a San Silvestro, al monumento di Aldo Cameranesi (ore 10), in via Capanna, al monumento di Anna Frank (ore 10,30), e in via Verdi, al monumento di Salvo D’Acquisto (ore 10,45). Alle ore 11, appuntamento a piazza Garibaldi, dove verrà reso omaggio al Sacrario dei Caduti, mentre alle ore 11,30, in piazza Roma, si terrà il tradizionale intervento del sindaco Maurizio Mangialardi, seguito dalle letture degli studenti delle scuole secondarie di primo grado Mercantini, Marchetti, Fagnani e Belardi, e dall’esibizione del complesso musicale “Città di Senigallia”. Nel pomeriggio, alle ore 15, all’area Verde di Roncitelli, si svolgerà la tradizionale passeggiata per le colline della zona. Al termine intervento in memoria della Liberazione d’Italia e di Roncitelli. Nell’occasione sarà allestita una mostra fotografica al Centro di Documentazione storica sul conflitto bellico 1939-1945. Alle ore 16, al centro civico di Cesano, si svolgerà la presentazione del libro “Voci partigiane” alla presenza dell’autrice Simona Teodori. A seguire sarà proiettato un film sulla Resistenza. Infine, alle ore 18, nella sala consiliare del Comune di Senigallia, Lidia Pupilli dialogherà con Rita Forlini, autrice del libro “La libertà… Racconti di donne resistenti”. L’iniziativa si svolgerà in collaborazione con l’Anpi di Senigallia. Il programma delle celebrazioni per la Liberazione prevedono poi un’ulteriore iniziativa venerdì 28 aprile, alle ore 17 alla Biblioteca comunale Antonelliana, dove si terrà la presentazione del docu-film “La memoria che resta” di Francesca La Mantia, a cura di Lavinia Nocelli. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
L'Amministrazione Comunale di Castelleone di Suasa, in collaborazione con le locali Sezioni dell' A.N.C.R. (Associazione Nazionale Combattenti e Reduci), l'A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e con la partecipazione dell’A.N.M.I.L. (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro), intende ricordare MARTEDI' 25 APRILE, il 72° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE con il seguente programma: ore 10,30 Raduno in Piazza Vittorio Emanuele II, formazione corteo per raggiungere il Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, Alza Bandiera, Deposizione corona di alloro, Orazione Ufficiale in memoria dei Caduti per la Liberazione tenuta dal Prof. Alberto Fiorani; ore 11,00 Santa Messa nella Chiesa del SS. Crocefisso o di San Francesco di Paola. Presterà servizio la Banda Musicale Cittadina diretta dal Maestro Fabrizio Persi. Tutti gli Enti, Associazioni, Consiglieri Comunali e la Cittadinanza sono pregati di intervenire alla cerimonia, in particolare, gli studenti e le famiglie per esprimere il forte sentimento nazionale e per sensibilizzare i nostri ragazzi nei confronti dell’idea di Patria e di Unità. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it
Festa della Liberazione sul filo del racconto e della memoria quella che sarà celebrata a Serra de' Conti il 25 aprile. L'Amministrazione Comunale propone infatti due eventi che scandiranno (l'uno in mattinata, l'altro nel pomeriggio) l'intera giornata e saranno articolati proprio sul culto e sul valore della memoria come patrimonio collettivo. Per le ore 10,30 è previsto il raduno in Piazza Gramsci per la formazione del corteo per la deposizione di una corona d'alloro sul Monumento ai Caduti di Piazza IV Novembre, dove -presenti le scuole ed i rappresentanti del Consiglio Comunale dei Ragazzi- sarà celebrata dal Parroco una funzione religiosa. Il corteo sfilerà per le vie cittadine accompagnato dalla Centenaria Società Concertistica di Serra de' Conti. Nel pomeriggio (a partire dalle 15,30, con raduno nei pressi di casa Rosorani in via Mogliette 13, lungo l'ex Statale Arceviese) si svolgerà invece una Passeggiata Naturalistica. Il luogo di partenza della escursione è emblematico, perché coincide con la sede di collocazione del Cippo dedicato al Partigiano Cesare Baldetti. Il percorso della Passeggiata prevede il transito per i 'sentieri dell'acqua salata', in direzione del confinante territorio di Barbara; durante il tragitto i partecipanti avranno modo di ascoltare i racconti di Angelo Verdini sulla storia del giovane Partigiano caduto, l'illustrazione di Pieramelio Baldelli sul fenomeno geologico dei 'vulcanelli di fango' presenti nella zona, e quelle di Giada Contardi e Noemi Villani sulle storie e sulle vicende raccolte, sempre in quell'area, grazie ad un progetto realizzato con finanziamento della Regione Marche. Quella del 25 aprile sarà dunque, a Serra de' Conti, una giornata ricca di spunti di interesse, vissuta anche in un clima di convivialità visto che a fine Passeggiata non mancherà una merenda, e tuttavia concretamente scandita dal valore della memoria, sia sul piano propriamente storico che come rievocazione di vicende ricavate dalla tradizione orale serrana e legate alla zona dei c.d. vulcanelli. Moltissime le collaborazioni al duplice evento: dalle associazioni combattentistiche, solidaristiche e culturali alla Protezione Civile, oltre al circolo Verde Acqua, alla Condotta Slow Food dei Castelli di Jesi e alla Pro Loco, cui si sono aggiunte la Podistica Valmisa, l'Anpi di Arcevia e l'Associazione TiVittori.

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA