Paura ieri mattina lungo via dei Portici Ercolani di Senigallia dove alcuni pezzi di intonaco sono caduti dal balcone di Palazzo Gherardi, ferendo lievemente una persona. Sul posto vigili del fuoco e polizia municipale per mettere in sicurezza l’area.
Incidente stradale nel primo pomeriggio di ieri lungo la Statale Adriatica a Senigallia. Coinvolta una vettura e uno scooter che si sono scontrati all'altezza di Via Venezia. Lo scooterista è stato trasportato in ospedale dai soccorritori del 118. Intervenuta anche la Polizia Municipale per i rilievi del caso.
Ringraziamo i cittadini e le associazioni per la sollecitazione al recupero della Chiesa di S. Maria delle Grazie in Frazione Osteria, nota anche come Madonna del Piano. Sollecitazione che si pone a sostegno delle Amministrazioni che, da circa vent'anni, sono impegnate alla ricerca dei fondi necessari con ripetuti tentativi, recenti e meno recenti, presso il Ministero, attraverso la Soprintendenza e presso altri uffici competenti in materia di beni culturali, che purtroppo non hanno avuto buon esito. A seguito delle segnalazioni del Comune relative alla crisi sismica, in data 16 febbraio 2017, si è svolto un sopralluogo da parte dei tecnici ministeriali e gli uffici comunali hanno già trasmesso la scheda ove si ipotizza un intervento di 920.000 € per il "restauro conservativo e consolidamento degli elementi verticali e orizzontali e restauri degli elementi decorativi e pittorici" dell'edificio. Per evidenti e comprensibili ragioni di priorità, non essendo Serra de' Conti ricompresa nel c.d. "cratere" del terremoto, non sarà facile e rapido ottenere tali fondi, tuttavia è opportuno e di buonsenso perseguire questa strada. Quanto all'affresco posto all'interno della Chiesa, da un sopralluogo con esperti di circa tre anni fà non fù rilevata la necessità ed urgenza di rimuove il dipinto, operazione tecnicamente molto delicata (trattandosi appunto di un affresco aderente alla parete interna di una nicchia) e, naturalmente, soggetta alle autorizzazioni previste sia per l'accessibilità all'edificio, sia per la rimozione e spostamento che per l'eventuale ricollocazione dell'opera. Ringraziamo tuttavia coloro che si sono impegnati e che si impegneranno accanto all'Amministrazione nel recupero e valorizzazione dei beni culturali, un settore in cui occorre adeguata sensibilità, buona tenacia e molta coerenza per ottenere risultati concreti. In questo momento, siamo in attesa delle ulteriori verifiche e sopralluoghi tecnici, già richiesti, al fine di comprendere quali operazioni saranno possibili, e con quali tempistiche, tenuto conto dei problemi di sicurezza da affrontare per qualsiasi tipo d'intervento. L'Amministrazione comunale
Interessate le parrocchie del Duomo, Serra de’ Conti, Mondolfo, Marzocca e Montignano Il vescovo diocesano, Franco Manenti, rende note le nomine che riguardano, a partire dal prossimo anno pastorale, alcuni sacerdoti e comunità parrocchiali della diocesi di Senigallia. - Piergiovanni don Aldo, parroco della Cattedrale - Franceschini don Andrea, parroco di Marzocca e di Montignano di Senigallia - Guerri don Luciano, parroco di Serra de’ Conti e di Piticchio, Montale, S. Ginesio - S. Apollinare di Arcevia - Lauretani don Emanuele, parroco di Mondolfo e di Ponte Rio di Trecastelli - Cicetti don Giancarlo, aiuto - cappellano dell’Ospedale di Senigallia - Pelonara don Leonardo, vicario parrocchiale a Mondolfo e Ponte Rio di Trecastelli - Emah Ottou don Dieudonnè, vicario parrocchiale a Marzocca e Montignano di Senigallia - Vici don Filippo, vicario parrocchiale della Unità pastorale “S. Maria della Pace, S. Giuseppe Lavoratore (Cesanella) e Madonna del Buon Consiglio (Cesano)” - Piazzai don Emanuele, vicario parrocchiale della Unità pastorale “Cinque pani e due pesci” (Trecastelli).  
Lunedì 15 e martedì 16 maggio, i tecnici del Centro Federale Svizzero del Team Ticino, sono ospiti dell’Fc Senigallia – Scuola Calcio Vigorina, per illustrare agli allenatori biancorossoblu la loro metodologia di lavoro. L’associazione calcistica Team Ticino si occupa di raggruppare i migliori giocatori delle quattro squadre professionistiche del cantone Ticino, con lo scopo di dare una formazione professionale a tutti, indipendentemente dalla società di provenienza. Tale realtà lavora principlamente con le categorie under-12, 13, 14 e 15, utilizzando la metodologia FIL ROUGE Team Ticino (approvata dalla Federazione Svizzera di Calcio). Questo è il calendario dettagliato degli incontri: Lunedì 15 maggio – ore 16.30 Seduta Tecnica “Attività di base” al Campo Saline Lunedì 15 maggio – ore 21.00 Seduta Teorica c/o Sala Congressi “Hotel Ritz” Martedì 16 maggio – ore 15.00 Seduta Tecnica “Attività Agonistica” al Campo Saline Prosegue così quindi il lavoro qualitativo di aggiornamenti dei tecnici dell’Fc Senigallia – Scuola Calcio Vigorina al fianco delle migliori scuole calcio europee, in merito alle metodologie più innovative di allenamento dei settori giovanili. Matteo Magnarelli - MMag ComunicazioneUfficio stampa FC Senigalliawww.fcsenigallia.it
Domenica 21 maggio, dalle ore 10 alle ore 19, il Foro Annonario tornerà a colorarsi con le gags e l’allegria dei VipClaunCiofega, in occasione della tredicesima “Giornata Nazionale del Naso Rosso”. L'evento è patrocinato dal Comune di Senigallia. Come sempre tanti giochi e laboratori per i bambini e i loro genitori e, alle ore 17, l’attesissimo spettacolo dei claun. Oltre a tanto divertimento, ci sarà l’occasione di conoscere più da vicino le attività di questa bella realtà del volontariato senigalliese, che da 13 anni porta negli ospedali di Senigallia e Pesaro la clownterapia per donare sorrisi ai pazienti e ai loro familiari. Scopo della manifestazione, che si svolge in contemporanea con altre 57 piazze italiane, è raccogliere fondi a favore di progetti di clownterapia negli ospedali, scuole e missioni in tutto il mondo, sensibilizzando le persone al vivere in positivo. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
Il 20 e 21 maggio alla Rotonda di Senigallia si terrà l’evento ETICAMENTE. Due giorni all’insegna dei diritti, della pace e del disarmo. Due giorni in cui ripercorreremo le tante vite di Max attraverso le persone e le realtà che lo hanno conosciuto. Parleremo dei   valori che lo hanno sempre accompagnato nella vita e ascolteremo della buona musica suonata dal vivo. Il sabato mattina apriranno l’evento gli alunni delle scuole che hanno aderito al progetto interculturale dell’associazione I COMPAGNI DI JENEBA e saranno premiati i finalisti del concorso grafico ‘Disegna la divisa dei sierraleoncini’. Gioia, condivisione, etica, animazione per bambini, dibattiti, musica dal vivo. Vi aspettiamo a braccia aperte! Evento co-organizzato da:  Comune di Senigallia, I Compagni di Jeneba Onlus, Emergency, Anpi, Scuola di Pace V.Bucelletti Senigallia  Università per la Pace Regione Marche  (nella cornice della manifestazione regionale ‘Se vuoi la pace prepara la pace’)
L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con Associazioni del Territorio, anche per il corrente anno,organizza per bambini e ragazzi che abbiano frequentato la Scuola dell'Infanzia o la Scuola Primaria, due turni di Centro  Estivo 2017 nei seguenti periodi: 1° Turno dal 3 al 16 Luglio e 2° Turno dal 19 al 30 Luglio, dal lunedì al venerdì, ore 7,45/12,45. Lequote d'iscrizionesono state fissate in € 55,00 per 1 turno, mentre in € 99,00 per 2 turni. I bambini saranno seguiti da personale professionale con specifiche competenze, affiancato da volontari. Le attività sono molteplici: letture animate, laboratori dei piccoli artigiani, iniziative nel vicino parco del Boschetto, a contatto con la natura. I partecipanti, con la supervisione delle operatrici, hanno la possibilità di costruire piccoli oggetti con le proprie mani, da portare a casa e usare per regalini o da tenere come ricordo di questa esperienza, esplorare il bosco degli gnomi facendosi guidare da queste magiche creature che hanno inavvertitamente dimenticato i loro cappellini rossi durante il cammino e tanto altro. Ogni mattinata è animata da attività ed iniziative che sanno coniugare divertimento e attenzione per la crescita personale e sociale dei bambini. Leiscrizioni dovranno essereconsegnate alla segreteria del Comune a mano, tramitefax n. 071-966010o per via telematica, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro il31 Maggio p.v. Il servizio verrà attivato con un minimo di 10 iscrizioni per turno come previsto dalla Delibera di G.C. n. 5 del 30/01/2017. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it
L’Amministrazione comunale ha il dovere di perseguire gli evasori e deve spiegare ai cittadini perbene per quale motivo senigalliesi e commercianti pagano la Tari più alta d’Italia mentre i “rivoluzionari” ad equo canone si permettono di evaderla per tre anni e poi di pagare cifre irrisorie. Il tutto avendo anche allestito un mercato alimentare a fini commerciali (concesso dall’Amministrazione con una determina alquanto discutibile e in termini gratuiti) e pur gestendo un bar con somministrazione di alimenti e bevande. Per questo ho presentato un’interrogazione consiliare. Il tempo della illegalità, degli abusi e dei favoritismi ai figli dei papà che contano deve finire. Al sindaco del Comune di Senigallia Al presidente del Consiglio comunale INTERROGAZIONE  A RISPOSTA SCRITTA Il sottoscritto Roberto Paradisi, consigliere comunale, PREMESSO CHE -          Da un’indagine ispettiva svolta dal sottoscritto è emerso che l’associazione “Giuliano Rosa” (centro sociale Arvultura) non ha corrisposto la Tari per ben tre anni (dal 2012 al 2014 compreso) limitandosi poi a pagare una cifra irrisoria per il 2015 e 2016; -          Detta Associazione usufruisce, praticamente in termini gratuiti, di un locale comunale  di 120 metri quadrati dove è presente un bar e dove vengono somministrati alimenti e bevande al pari di qualsiasi attività commerciale; -          Detta Associazione organizza, nella antistante piazzetta comunale, concessa quale “pertinenza” del fabbricato, un mercato biologico alimentare; CONSIDERATO CHE -          E’ di palmare evidenza, da una parte, la grave omissione degli uffici comunali che hanno tollerato il perpetuarsi di una situazione di evasione fiscale “alla luce del sole” tollerando ciò che per altri cittadini e/o esercizi commerciali non viene assolutamente tollerato ma anzi perseguito con zelo finanche eccessivo; dall’altra è evidente che il trattamento riservato a tale associazione (vicina politicamente ad un partito di maggioranza) è fin troppo benevolo anche in riferimento alla quantificazione della tassa per il 2015 e 2016 che si profila irrisoria; Premesso e considerato tutto ciò, il sottoscritto consigliere comunale chiede di sapere se è intenzione dell’Amministrazione attivare immediatamente la procedura di riscossione coatta della Tari evasa con applicazione di sanzioni e interessi. Chiede inoltre di sapere il motivo per il quale la Tari per il 2015 e il 2016 è stata calcolata in termini irrisori a fronte, non solo della metratura dei locali, ma anche delle attività esercitate (bar e mercato biologico). Si chiede di sapere per quale motivo ai normali cittadini  di Senigallia e alle normali aziende viene imposta la Tari più alta d’Italia, mentre ai soggetti del centro sociale noto peraltro per aver messo in atto in passato azioni violente e illegali, viene garantita una Tari irrisoria dopo essere stata ignorata una situazione triennale di evasione. Si richiede risposta scritta. Roberto Paradisi
Sono trascorsi più di 2 mesi dall’inoltro della nostra domanda di accesso agli atti in tema di sicurezza e videosorveglianza, e, a tutt’oggi, non ci è ancora pervenuta alcuna risposta da parte del Comune. A seguito dei numerosi atti vandalici che, negli ultimi mesi, hanno funestato vari quartieri di Senigallia, il M5S ha presentato, durante la seduta del consiglio comunale del 01/03/2017, una interrogazione per conoscere lo stato della videosorveglianza nella nostra città (https://www.laltrogiornale.it/2017/03/senigallia-troppi-atti-vandalici-citta-m5s-chiede-al-sindaco-informazioni-sulle-telecamere-sicurezza-installate/ ). Il livello di percezione di sicurezza (o insicurezza) influenza molto il comune sentire dei cittadini, che, perlopiù, si trovano ad assistere, impotenti, al danneggiamento di edifici e luoghi pubblici e, spesso, a subire, in prima persona, eventuali danneggiamenti ai beni di loro proprietà. Già in passato l’argomento della sicurezza dei cittadini e della videosorveglianza era stato trattato in consiglio comunale. Interrogando la piattaforma “Open Municipio” abbiamo recuperato il resoconto dell’interpellanza del consigliere di opposizione Pazzani che, in data 18/4/2011, interrogava, in merito, il Sindaco. Quest’ultimo, di cui riportiamo le testuali parole, rispondeva che “c'è una richiesta ministeriale per il posizionamento di telecamere di controllo della viabilità dentro il centro storico”, affermava che “è necessario potenziare la videosorveglianza in città, non per gli eventi criminosi, ma quelli minori, dall'abbandono del rifiuto agli escrementi dei cani, tanto per intenderci, quindi con un profilo molto più basso, ma che merita un adeguato controllo”, anticipando “penso ci saranno nel prossimo bilancio delle risorse volte a potenziare questi sistemi”, ed anche che “a Cesanella stanno posizionando le telecamere, quindi entro un mese ci sarà l'avvio del sistema”. Sempre durante la precedente consiliatura, in data 28/4/2011, l’assessore Campanile, replicando al consigliere PD Sardella, sul tema della repressione in merito al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, affermava che l’aumento della sanzione “sia un primo segnale importante, che serva, speriamo e ci auguriamo, oltre chiaramente all'inserimento di telecamere e di videosorveglianza”. Il 13/3/2013, il consigliere Rimini, allora in minoranza, lamentava in una sua interrogazione che “noi paghiamo 7.500 euro al mese alla Telecom per quanto riguarda l’impianto di videosorveglianza per 60 mesi”. Il 25/9/2013, l’assessore Memè comunicava, in sede di giunta, l’approvazione del progetto definitivo dei lavori di messa in sicurezza impianti e attrezzature nel porto di Senigallia, che prevedeva anche la messa in opera di un impianto di videosorveglianza. Il 29/10/2014, l’Assessore Campanile rispondeva a una interrogazione del consigliere Donatiello, ribadendo che “per quanto riguarda la video sorveglianza si stanno installando in tutta la città tante telecamere, c’è il progetto di mille occhi sulla città, quindi il centro storico ormai ha anche alcune telecamere, saranno posizionate nei prossimi mesi al porto”. Anche nel corso della presente consiliatura, in data 29/7/2015, interveniva sempre l’assessore Campanile, durante la discussione generale sul bilancio, affermando che “il bilancio di previsione del 2015 comunque ha degli obiettivi molto importanti … penso … ai nuovi impianti di videosorveglianza e di efficientamento energetico della banchina di levante e del porto …”. Nonostante i propositi e le belle parole, i vandali non hanno risparmiato praticamente nessuna zona o quartiere della città, prendendo di mira beni pubblici e privati, danneggiando, sul lungomare, alcuni stabilimenti balneari (http://www.senigallianotizie.it/1327403194/senigallia-teppisti-in-azione-sul-lungomare -http://www.senigallianotizie.it/1327405853/nuovi-episodi-di-vandalismo-sul-lungomare-di-senigallia), l’aiuola antistante la Rotonda, la ex Villa Pieralisi (http://www.senigallianotizie.it/1327422134/foto-notizia-anche-villa-pieralisi-imbrattata-dal-vandali), nonchè la fontana e gli arredi dei giardini Morandi (http://www.senigallianotizie.it/1327403982/senigallia-vandali-colpiscono-ancora-negli-stabilimenti-balneari-e-nei-giardini-morandi); vandalizzando beni pubblici a Marzocca (http://www.senigallianotizie.it/1327421965/marzocca-vandali-in-azione-gettate-bottiglie-di-vetro-nella-pista-di-pattinaggio), e beni esposti alla pubblica fede al Ciarnin (http://www.senigallianotizie.it/1327407385/vandali-in-azione-nel-senigalliese-veicoli-imbrattati-con-bombolette-spray) e al Vivere Verde (http://www.senigallianotizie.it/1327411062/senigallia-teppisti-in-azioni-in-via-verdi-auto-prese-a-pugni); ed in centro storico ancora auto danneggiate in Via Capanna ed in Via Baroccio (http://www.viverejesi.it/2017/02/13/senigallia-bucate-gomme-a-22-auto-indagano-i-carabinieri/626870/), imbrattamenti al Foro Annonario, al Palazzetto Baviera ed agli edifici limitrofi (http://www.senigallianotizie.it/1327421839/imbrattata-lex-pescheria-del-foro-annonario-di-senigallia - http://www.viveresenigallia.it/2017/04/08/urina-sul-muro-di-palazzetto-baviera-imbrattato-lo-storico-edificio-alla-vigili-della-riapertura/634402/ ). Alla nostra interrogazione, come già in passato, il Sindaco non ha trovato di meglio che rispondere con parole di autocelebrazione politica, informandoci di aver acquistato il telelaser e l’autovelox, ma allo stesso tempo ampiamente evasive, non entrando mai nel merito delle nostre domande, ed, infine, chiosando che sarebbe stata sua cura fornirci “il dettaglio del numero di telecamere posizionate, dove sono posizionate, quale tecnica adoperano e quale ‘è il quadro normativo entro il quale ci possiamo muovere”. Ipse dixit! Ora, noi del M5S lo abbiamo preso in parola, e in data 7/3/2017 abbiamo presentato una richiesta di accesso agli atti per conoscere: - quante telecamere sono installate, dove sono posizionate e se sono funzionanti, - quale tecnologia è utilizzata per la videosorveglianza, ovvero la capacità di risoluzione dei dispositivi adibiti alla sicurezza, e nello specifico: - la possibilità di utilizzo nelle ore notturne, - la possibilità di riconoscere volti e individuare eventuali responsabili di atti vandalici o numero di targa di veicoli, - la sussistenza o meno di un contratto di manutenzione, quanto è oneroso e se si intende rinnovarlo. Non ottenendo nessuna risposta (da statuto comunale gli uffici dovrebbero normalmente rispondere in 5 giorni alla richiesta di accesso agli atti inoltrata da un consigliere comunale), abbiamo presentato richieste di sollecito in data 20/3/2017 e 19/4/2017, interessando anche il Presidente del consiglio comunale Romano, a cui diamo atto, pur senza esito, di aver onorato il suo ruolo. A distanza di oltre 2 mesi, tutto tace dal versante degli uffici preposti ad evadere la nostra domanda di accesso agli atti. Come mai ai cittadini non è dato sapere qual è il livello di sicurezza della città in cui abitano? Elisabetta Palma e Stefania Martinangeli - portavoce M5S in Consiglio Comunale Senigallia

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA