20 Marzo 2019
“Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino”. Il noto proverbio sembra quanto mai calzante per il 33enne “piromane” arrestato questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Senigallia dopo il terzo blitz di fuoco in cattedrale. Ancora una volta si sono rivelate molto utili alle indagini finalizzate all’individuazione del responsabile le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza. Oggi, pochi minuti dopo le 8:00, un giovane è entrato nella Cattedrale dedicata a “San Pietro Apostolo”, nella centralissima Piazza Garibaldi e si è diretto verso l’acquasantiera dove si è lavato le mani. Poi, dopo essersi guardato intorno per assicurarsi che non c’era nessuno ad osservarlo, si è diretto verso il secondo altare della navata destra, dedicato a “Santa Maria Goretti”, ha prelevato un lumino votivo acceso e lo ha posizionato sotto un lembo della tovaglia dandogli fuoco. Dopo qualche minuto le fiamme si sono propagate al vicino cuscino dell’inginocchiatoio confessionale in legno e alla stola in seta che si trovava poggiata sul mobile. Fortunatamente poco dopo è entrata in chiesa una donna che si è accorta delle fiamme ed ha avvisato il parroco che è accorso con altri fedeli spegnendo le fiamme. Nel frattempo il piromane si era allontanato. Avvertiti telefonicamente i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, dopo aver visionato i filmati delle telecamere di sicurezza, si sono messi subito alla ricerca dell’individuo che è stato ritracciato dopo qualche minuto nella vicina Piazza Saffi nei pressi della fermata degli autobus. Si tratta di un 33enne, incensurato, originario della provincia di Forlì-Cesena. L’uomo è stato riconosciuto anche per essere il piromane che ieri mattina, sempre in Cattedrale, aveva tentato di dare fuoco all’altare della cappella dedicata alla “Madonna della Speranza” nel transetto ed al primo altare della navata destra intitolato a “Sant’Andrea da Avellino”. Era vestito anche con gli stessi abiti: un giubbotto marrone sopra una felpa grigia con cappuccio, un paio di pantaloni da ginnastica di colore blu con riga bianca sui lati ed uno zaino dietro le spalle. Il 33enne in caserma ha ammesso i fatti che gli sono stati contestati senza fornire alcuna motivazione né giustificazione. Lo stesso è stato tratto in arresto per il reato di danneggiamento aggravato in quanto commesso in luogo di culto. Nel pomeriggio avrà luogo l’udienza di convalida dinanzi al Tribunale di Ancona. Leggi tutto...
18 Marzo 2019
In una località vicino a Verona (San Giovanni in Lupatoto) si è svolto domenica uno dei tornei nazionali per categoria tecnica indetti della federazione. Il TT.Senigallia ha partecipato con 5 tesserati (Fabrizio Cecchini, Simone Spezie, Paolo Casapulla, Mirko Bruschi e Marco Faini) raggiungendo la semifinale maschile con il giovane Simone ed il terzo posto come classifica complessiva per club. Dopo il girone di qualificazione (terminato al 1° posto per Cecchini e Spezie) il tabellone ad eliminatoria diretta ha mischiato le carte mettendo Cecchini e Spezie dalla stessa parte. I due senigalliesi sono stati entrambi sconfitti da Giovanni Scucchiaro (Este) impedendo una semifinale tutta del Centro Olimpico. La vittoria di Scucchiaro su Cecchini è avvenuta al foto-finish 14/12 alla bella del 5° set, in uno di questi scontri in cui la vittoria passa da un giocatore all’altro nel giro di pochi secondi. Con esito negativo invece le gare per il giovane Nicolò Pierpaoli che ad Arezzo ha partecipato al torneo riservato ai 4a categoria. Dopo aver superato il girone eliminatorio al primo posto, nel tabellone principale ha vinto due turni per poi essere fermato ai sedicesimi da Jiang Massimo che ha proceduto per altri due turni. Bellissima prestazione infine per Dario Secondini che ai Campionati Italiani FISDIR di Materia ha conquistato un argento ed un bronzo. Dario ha un doppio tesseramento, con il Tennistavolo Senigallia per la federazione e con ASD Fabriano Mirasole per la fisdir sotto i colori ha gareggiato a Matera. Leggi tutto...
18 Marzo 2019
Nelle scorse settimane, più o meno scaglionata, è arrivata a tutti la T.A.R.I., creando subito molta agitazione tra privati ed imprenditori che ancora una volta si sono visti presentare il conto di una 4 a rata .....… ma come?!? Il sindaco pro-tempore Mangialardi, non andava raccontando che la quarta rata era una cosa eccezionale, dovuta agli eccessivi spiaggiamenti conseguenti all’alluvione ed alle potature per la messa in sicurezza dell’alveo fluviale? Il Comune avrebbe dovuto e potuto rivalersi sulle ditte che non avevano svolto correttamente il loro lavoro, ma non lo fece e decise di far pagare il costo a cittadini ed attività commerciali. Doveva essere una cosa limitata ad un solo anno, invece sono già ben tre anni che la paghiamo .... .… e questa quarta rata, incide per il 25% sul costo totale che ogni cittadino ed imprenditore deve pagare, mettendo entrambe le categorie in grave difficoltà economica. Sindaco pro-tempore, non può giustificarsi dicendo che è il governo ad aver tolto l’applicazione dei coefficienti di riduzione da certe categorie, qui il problema è un altro: quel 25% in più non doveva esserci affatto. Non solo: continuiamo a far vendere e quindi a far guadagnare, dai proventi della vendita dei materiali riciclabili derivanti dalla raccolta differenziata, le aziende che ritirano tali materiali con la raccolta porta a porta, invece di chiedere come Comune parte di quei proventi od una scontistica sui costi di ritiro, come fanno tante altre municipalità in Italia e nel mondo, cosa che contribuirebbero a far abbassare la T.A.R.I. a tutti, cittadini ed aziende. Quindi potremmo passare da una riduzione del 25% (4 a rata) ad un ulteriore 10% - 15%. Ma non è finita qui: paghiamo tutti noi cittadini la pulizia per gli eventi estivi, senza chiedere neppure un centesimo a chi gli eventi li organizza, cosa che incide per centinaia di migliaia di euro ogni anno, e potrebbe ridurre la nostra tari di un altro 15% - 20% La gestione della cosa pubblica a firma della sua amministrazione, sig. Sindaco pro tempore Mangialardi, sta mettendo in ginocchio esercizi commerciali e famiglie. È ora di dire basta. Senigallia Bene Comune è dalla parte delle famiglie e degli imprenditori tutti e si associa al loro malcontento, dimostrando come riportato sopra, che una gestione diversa della città è possibile ed augurandosi che i cittadini lo capiscano e ci diano modo di poterlo fare. Senigallia Bene Comune Leggi tutto...
18 Marzo 2019
La Festa dei Folli celebra ogni anno la Festa di Liberazione del 25 aprile, inserendo particolari momenti culturali ad essa dedicati. Nell'edizione 2019 abbiamo pensato di organizzare ed ospitare il Raduno Provinciale Bersaglieri, in collaborazione con il Comune di Corinaldo, l'Associazione Nazionale Bersaglieri (sezioni di Ancona) e il Consiglio Regionale delle Marche. Vogliamo in particolare ricordare in questo importante appuntamento, la figura del giovane Luigi Salvini, S.Tenente dei bersaglieri trucidato dai nazisti durante la liberazione del nostro territorio, il quale fu insignito della Medaglia d'Argento al Valor Mlitare. Questo ragazzo di Fidenza (Pr) che studiava ingegneria, partito come ufficiale nella 2°guerra mondiale, ha pagato con la sua vita per liberare il nostro territorio, donando a tutti noi, un esempio di alte virtù morali e senso del dovere. Non potevamo quindi ricordare e festeggiare in miglior modo il nostro 25 aprile, dove in sostanza avremo un evento nell'evento, la Festa dei Folli anche in questa edizione 2019 regalerà tante emozioni, ci auguriamo possa far rimanere nei tanti turisti e visitatori, un piacevole ricordo della nostra Corinaldo. Visitate il portale web della Festa www.festadeifolli.it dove potrete trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sull'evento più folle e divertente di primavera. Leggi tutto...
15 Marzo 2019
Sabato 16 marzo 2019, alle ore 17.30, la Biblioteca Comunale della Città di Trecastelli, che si trova presso il Villino Romualdo, ospiterà la presentazione del volume AL FEMMINILE II edizione 2018, a cura dell’Associazione Monte Porzio Cultura. La pubblicazione mette in risalto l’universo al femminile con racconti, poesie, disegni, immagini e pensieri di autrici locali e nazionali. L’incontro sarà inoltre animato da letture e interpretazioni di scritti, cui prenderanno parte anche alcune delle autrici del libro. L’evento sarà un’occasione per indagare e riflettere sulla sfaccettata dimensione della creatività al femminile, in modo molto coinvolgente. La presentazione del volume AL FEMMINILE II edizione 2018 è promossa dal la Città di Trecastelli e dalla Biblioteca Comunale. La partecipazione all’evento è a ingresso libero. Leggi tutto...
13 Marzo 2019
La Città di Trecastelli ha inaugurato, lo scorso 9 marzo 2019, nella municipalità di Monterado, il Centro Unico di Cottura. All’evento erano presenti cittadini, genitori con bambini, autorità civili, militari e religiose. Il Sindaco di Trecastelli Fausto Conigli ha salutato il pubblico sottolineando l’importanza della nuova struttura per una Comunità come Trecastelli che, sempre più, guarda al futuro, tentando di intraprendere scelte lungimiranti, in particolare per le sue nuove generazioni. E’ intervenuto anche Gian Pietro Giannina, Responsabile operativo di area ristorazione scuole di Dussmann Service, illustrando alcuni aspetti del progetto del nuovo centro cottura. Subito dopo il taglio del nastro, i visitatori hanno avuto modo di vedere i locali e assistere a una dimostrazione operativa, organizzata dal gestore Dussmann Service, delle funzionalità del nuovo Centro Unico di Cottura. La struttura, che al momento è in grado di produrre oltre centocinquanta pasti al giorno, ha inoltre potenzialità ben superiori. Le cucine dispongono di attrezzature e macchinari all’avanguardia per offrire la massima qualità, igienicità e sicurezza e, al tempo stesso, mantenere il legame con il territorio, grazie all’utilizzo di prodotti a chilometri zero. La mattinata è giunta al termine con una degustazione che ha consentito, ai partecipanti, di sperimentare direttamente le modalità di cottura e i prodotti che saranno utilizzati per la preparazione dei cibi nel nuovo centro unico di cottura. Da Comune di Trecastelli Leggi tutto...
12 Marzo 2019
Grande partecipazione di pubblico al Museo Nori De’ Nobili di Trecastelli lo scorso 9 marzo 2019, in occasione dell’inaugurazione della mostra MILLEVOLTI – nove artisti reinterpretano le opere di Nori De’ Nobili. L’esposizione è stata dedicata al Prof. Carlo Emanuele Bugatti, figura simbolo del Museo di Trecastelli che, sotto la sua direzione, nel corso di questi anni ha realizzato prestigiosi progetti legati all’immaginario artistico al femminile e mostre dedicate a Nori De’ Nobili, di cui l’ultima proprio questa. Numerosi i cittadini, i visitatori e anche gli artisti ed estimatori delle arti visive che hanno assistito con partecipazione ed emozione alla presentazione. Il Sindaco di Trecastelli Fausto Conigli e l’Assessore alla Cultura Valentina Marinelli hanno salutato il pubblico, sottolineando il grande lavoro del Prof. Carlo Bugatti per il Museo di Trecastelli e la volontà di continuarlo. La presentazione è proseguita con la presenza della Senatrice Silvana Amati, che ha ricordato con commozione il Prof. Carlo Bugatti e con l’intervento del Prof. Stefano Schiavoni, che ha citato i numerosi e importanti progetti che hanno svolto insieme. Anche il Consigliere di Senigallia Mauro Pierfederici, La Dott.ssa Stefania Pagani della Commissione per le Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e la Presidente del Consiglio delle Donne del Comune di Senigallia Michela Gambelli hanno preso la parola, omaggiando il Prof. Carlo Bugatti, le collaborazioni fatte insieme e la mostra che si andava a inaugurare. La curatrice Simona Zava ha presentato Patrizia Lo Conte, Anna Mancini, Anna Mencaroni, Letizia Palazzesi, Stefania Piccioni, Stefania Ronchini, Susan Vici, Leandro Memè e Alfonso Napolitano: i nove artisti in mostra che, con le loro opere, hanno creato un percorso molto suggestivo e affascinate nelle sale del Cento studi sulla Donna nelle Arti Visive Contemporanee. La mostra MILLEVOLTI – nove artisti reinterpretano le opere di Nori De’ Nobili è stata promossa dall’Assessorato alla Cultura della Città di Trecastelli e dal Museo Nori De’ Nobili, in collaborazione con il Museo comunale d’arte moderna dell’informazione e della fotografia di Senigallia e con il patrocino della Commissione per le Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche. L’esposizione sarà visitabile fino al 19 maggio 2019 martedì e sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30 e venerdì, sabato e domenica pomeriggio dalle 17.00 alle 19.30. L’ingresso e le visite guidate, per singole persone e gruppi, sia alla mostra che al museo, sono gratuiti. Leggi tutto...
12 Marzo 2019
“La gioia del cibo con disfagia, ricettario per persone con disfagia”. Questo il titolo del nuovo libro presentato dalla Fondazione Dr. Dante Paladini onlus, realizzato in collaborazione con il Consiglio regionale delle Marche, Roberto Dormicchi ideatore del contest e con gli Istituti Alberghieri di Senigallia, Piobbico e Loreto. Chef, studenti e futuri cuochi, hanno studiato le più innovative tecniche della cucina dedicata alle persone con disfagia e prodotto una serie di nuove ricette di facile realizzazione. La presentazione del libro è una tappa importante del progetto “La gioia del cibo anche con disfagia” realizzato dalla Fondazione Paladini con l’I.I.S. “A. Panzini” di Senigallia, l’I.P.S.S.A.R. “G. Celli” di Piobbico e l’I.I.S. “Einstein-Nebbia” di Loreto nell’anno scolastico 2017/2018. I ragazzi di questi istituti hanno lavorato con i propri docenti sulla disfagia attraverso un percorso didattico che ha visto la collaborazione del personale del Centro Clinico per le Malattie Neuromuscolari dell’A.O. Ospedali Riuniti di Ancona – le fisiatre Michela Coccia e Michela Aringolo e la logopedista Federica Galli – che, nella lezione di apertura tenuta nei tre istituti marchigiani hanno presentato il disturbo della disfagia ed approfondito gli aspetti clinici e scientifici legati ai malati neuromuscolari, ma più in generale a tutte le persone con malattie neurodegenerative. Una seconda giornata formativa ha coinvolto gli chef e insegnanti, Roberto Dormicchi e Paolo Piaggesi, per approfondire l’argomento sui cibi, la loro lavorazione affinché raggiungano le caratteristiche “amiche” delle persone con disfagia. Successivamente a questi appuntamenti ciascuna classe ha lavorato con i docenti che hanno aderito all’iniziativa – prof.ri Ennio Mencarelli, Silvano Pettinari, Germano Carboni, Luigino Bruni e Simonetta Sagrati dell’I.I.S. Panzini di Senigallia, prof.ri Massimo Del Moro e Caterina Coltorti dell’Istituto Alberghiero Nebbia di Loreto e prof. Roberto Dormicchi dell’Istituto Alberghiero di Piobbico – cimentandosi nella preparazione dei cibi, ma anche nella realizzazione di ricette ideate ad hoc per questo progetto. In considerazione dell’alto valore didattico relativo alla specializzazione degli studenti e del significato educativo più ampio legato alla conoscenza delle disabilità e dell’importanza della qualità della vita nonostante le limitazioni che le patologie possono portare – come ad es. la disfagia – si è deciso di riproporre il progetto nel corrente anno scolastico. Il libro è stato presentato questa mattina nella Sala Incontri del Panzini di Senigallia alla presenza degli alunni e dei docenti dei tre istituti alberghieri marchigiani, con la partecipazione del Presidente dell’Assemblea Legislativa delle Marche Antonio Mastrovincenzo, del Presidente della Fondazione Paladini Roberto Frullini e del Dirigente Scolastico del Panzini Sergio Lombardi; presenti inoltre come partner del progetto, per la COOP Alleanza 3.0, Luigi Giampaoletti, presidente di zona e Loredana Pierantoni della Direzione Politiche Sociali e Relazioni Territoriali. “La gioia del cibo con disfagia è un ricettario voluto dalla fondazione Paladini per dare una risposta concreta, sull’alimentazione, ai pazienti con patologie neuromuscolari – sottolinea Antonio Mastrovincenzo – un progetto originale e formativo, che l’ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale ha sostenuto convintamente e a cui hanno dato un contributo fondamentale gli allievi degli istituti alberghieri di Senigallia, Loreto e Piobbico.” “Questa pubblicazione – afferma Roberto Frullini – raccoglie il lavoro fatto da alcuni dei nostri partner più fedeli e crediamo che potrà essere un buon strumento di lavoro, per i professionisti della ristorazione, per i familiari e i caregivers non rassegnati alle preparazioni industriali, ma soprattutto vorremmo che diventasse un aiuto per continuare a vivere la quotidianità accanto ai propri familiari, conservando il più a lungo possibile l’intimità e la gioia di gustare il cibo insieme a loro” Con questo ricettario si è voluto dimostrare che il piacere del gusto e del mangiare insieme può essere garantito a tutti con gioia. Senigallia, 11 marzo 2019 L’addetto stampa Simonetta Sagrati Leggi tutto...
11 Marzo 2019
Senigallia Bene Comune è formata da cittadini di buon senso, che in tutto ciò che hanno fatto e vorrebbero fare in futuro per la città pongono al centro le persone, credendo che fare buona politica voglia dire supportare i concittadini nella loro quotidianità, restituendo alle persone ed alle loro famiglie quella centralità che troppo a lungo il denaro ed interessi liberisti (cosa ben diversa dall’essere liberali) ha loro sottratto. In questo senso furono sicuramente di ispirazione le parole che pronunciò Robert Kennedy il 18/03/1968 presso l'università del Kansas, un discorso nel quale evidenziava, tra l'altro, l'inadeguatezza del PIL come indicatore del benessere delle nazioni economicamente sviluppate, parole che vogliamo qui ricordare per meglio comprendere quanto diremo successivamente. “Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell'ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell'indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del Prodotto Interno Lordo. Il PIL comprende anche l'inquinamento dell'aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana. Il PIL mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle. Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, comprende anche la ricerca per migliorare la disseminazione della peste bubbonica, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari. Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia o la solidità dei valori familiari, l'intelligenza del nostro dibattere o l'onestà dei nostri pubblici dipendenti. Non tiene conto né della giustizia nei nostri tribunali, né dell'equità nei rapporti fra di noi. Il PIL non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio, né la nostra saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta. Può dirci tutto sull'America, ma non se possiamo essere orgogliosi di essere americani”. Ben vengano quindi leggi dello Stato che vadano nella direzione indicata da Kennedy, facendo riappropriare il cittadino di quella dimensione umana, domestica e familiare, che favorisce le relazioni personali, consentendo di rinsaldare le amicizie ed i legami interpersonali, lasciando alle persone il tempo per “respirare” e riflettere sul senso della propria vita, lontano dal consumismo e dai ritmi sfrenati del “turbocapitalismo” finanziario, che ci vorrebbe imporre il diktat “lavora- consuma-crepa”! Siamo favorevoli a norme che diano strumenti al cittadino di riappropriarsi della propria vita. Ci uniamo quindi agli auspici della CNA sull’approvazione della nuova legge sulle “Chiusure Domenicali”, perché sia possibile "migliorare la qualità della nostra vita se teniamo chiuso", come indicato dalla CNA e da noi sostenuto con diversi articoli già nel 2018. Come dice lo stesso responsabile provinciale di CNA, la legge può essere migliorata, e siamo perfettamente d’accordo, per venire incontro anche alla GDO che ne viene penalizzata, ma bisogna anche capire che il tessuto sociale degli 8.000 Comuni italiani è più importante e viene prima dei profitti delle multinazionali. Bisogna capire che tutte le attività a conduzione familiare che non hanno turnazione di personale e non possono assumerne, tirano un sospiro di sollievo. Forse, questa legge consentirà a molte coppie di non dover più scegliere tra il lavoro e la famiglia. Certo, tutto questo richiede sforzi e sacrifici, soprattutto per coloro che sono incapaci di immaginarsi qualcosa di diverso dalla capatina domenicale al centro commerciale, ma consentirà il rilancio di attività ricreative e la rivitalizzazione dei parchi, dei centri storici, delle piazze, di una dimensione umana ormai persa. Con questo spirito di primavera e di rinascimento umanistico, applaudiamo alla nuova normativa e siamo fianco a fianco con le lavoratrici ed i lavoratori che troppo a lungo si sono sacrificati per interessi altrui. Ponendo al centro questi valori ed i cittadini, S.B.C. si rende disponibile per promuovere un confronto locale su questa importante tematica. Lista Civica Senigallia Bene Comune Leggi tutto...
Pagina 1 di 125

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA