SENIGALLIA - “Razza umana”: a Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera in mostra 70 opere di Oliviero Toscani

La Città della Fotografia è pronta per un nuovo grande evento espositivo. Dal 25 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020 le sale di Palazzo Ducale e di Palazzetto Baviera ospiteranno una selezione di 70 fotografie della mostra “Razza Umana” di Oliviero Toscani, progetto che racconta i cittadini del mondo, per far riflettere sul valore dell’eguaglianza tra popoli nell’accettazione delle differenze. L’inaugurazione è prevista per oggi pomeriggio, alle ore 17,30. La presentazione con Toscani, invece, è in programma giovedì 31 ottobre, alle ore 18,30 a Palazzetto Baviera. Lo stesso giorno, alle ore 15 alla Rotonda a mare, il maestro terrà anche un seminario formativo sulla comunicazione promosso dalla Cna, che guiderà i partecipanti dentro un dibattito sul rapporto fra creatività, abilità e tecnologia. Toscani è indubbiamente uno dei fotografi più importanti e conosciuti in Italia e all’estero, creatore di campagne pubblicitarie irriverenti e mediatiche che hanno fatto discutere tutto il mondo. Da sempre attratto dalle fisionomie umane e dalla loro rappresentazione, nel 2007 lancia il progetto “Razza Umana”, definita dallo stesso maestro “uno studio socio-politico, culturale e antropologico che ritrae la morfologia della razza umana al fine di osservarne le peculiarità e le caratteristiche, per capire le differenze”. Una mostra itinerante che ha viaggiato per il mondo, passando dal Giappone al Guatemala, dal Belgio alla Thailandia alla Namibia, oltre ovviamente all’Italia dove è stata esposta in più di 100 comuni. È una ricerca che indaga la forma umana e si concentra sulle piccole imperfezioni che racchiudono l’essenza di tutti noi. Aiutato dal suo team, Oliviero Toscani allestisce in ogni tappa del suo percorso un vero e proprio studio fotografico per ritrarre la gente del luogo, la gente comune che rappresenta il campione di umanità che verrà poi messo in mostra, a confronto con gli scatti realizzati in altre parti del globo. La fotografia diventa così uno strumento di conoscenza profonda che permette, attraverso lo sguardo di ogni singola persona, di poter catturare la sua anima e le esperienze che ha vissuto: un modo per abbattere le disuguaglianze, superando differenze di genere, sociali, culturali, questa è la potenza di “Razza umana”, come racconta lo stesso Toscani: “Non c’è bisogno di fotografare la guerra per rappresentare il disastro che compie nella società. Basta guardare due occhi che ti fissano con terrore e capisci cosa è la guerra. Credo si possa fotografare l’anima attraverso lo sguardo degli esseri umani. L’anima nelle sue fattezze, grandezze, meschinità, bruttezze, e bellezze più estreme. La mia ricerca è fotografare facendomi guardare “dritto negli occhi”. Senigallia con questa mostra si conferma ancora di più Città della Fotografia in Italia, ospitando una tappa di questo importante progetto e, come afferma il sindaco Maurizio Mangialardi “è pronta a ospitare il lavoro di Oliviero Toscani, uno dei più importanti fotografi del Novecento, proiettando quindi ancora una volta l’intera regione Marche in una dimensione artistica internazionale. Sarà un evento interessante non solo dal punto di vista culturale, ma anche sotto l’aspetto sociale, perché il progetto che Toscani rappresenta un’opportunità di riflessione sul valore dell’uguaglianza che affonda le radici nel riconoscimento e nell’accettazione delle differenze”. “Si tratta di una mappatura dell’umanità – aggiunge l’assessore alla Cultura Simonetta Bucari – attraverso una galleria di ritratti, per sottolineare il valore dell’uguaglianza attraverso l’essenza e la coesistenza delle differenze”. “Siamo a Senigallia non a caso – spiega il presidente della Cna della provincia di Ancona Maurizio Paradisi - città della fotografia, un punto di riferimento per tutti quelli che fanno comunicazione. E la Cna lavora per far crescere tra gli artigiani la cultura della comunicazione. Siamo molto orgogliosi di questa mostra, e anche dell’appuntamento del 31 ottobre alla Rotonda a Mare, perché crediamo tantissimo nel bello della cultura come chiave di crescita di tutti gli artigiani”. “Grazie all’Amministrazione comunale – aggiunge Giacomo Mugianesi, segretario della Cna di Senigallia – per aver accolto la nostra proposta, che coprirà anche un periodo molto importante come quello natalizio. Lavoreremo per legare la città e i suoi commercianti alla mostra, con l’obiettivo di valorizzare le attività del centro storico”. “Siamo molto felici di continuare questa collaborazione con Senigallia – dice il segretario generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi Mauro Tarantino – con cui da anni condividiamo le emozioni di eventi e progetti culturali di alto livello”. “Anche da parte nostra – conclude la presidente della Bcc di Ostra-Morro d’Alba Paola Petrini - c’è la disponibilità a sostenere iniziative interessanti come questa, che sicuramente avrà un grande seguito”. La mostra è organizzata dal Comune di Senigallia, Regione Marche e Cna in collaborazione con Camera di Commercio delle Marche, Uni.co e Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.
Vota questo articolo
(0 Voti)

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA