SENIGALLIA - Svolta in Comune la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, Mangialardi: “Divertimento, economia, sicurezza e rispetto delle regole siano tasselli di un unico mosaico”

Si è svolta questa mattina a Senigallia la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’incontro, convocato dal prefetto di Ancona Antonio D’Acunto d’intesa con il sindaco Maurizio Mangialardi, è servito a definire gli indirizzi e le misure volte ad assicurare ordine, legalità e sicurezza pubblica in vista della stagione estiva. Tra i dati emersi particolarmente significativo è quello di un ulteriore calo dei reati commessi sul territorio di Senigallia, pari a -30% nei primi cinque mesi dell’anno rispetto ai primi cinque mesi del 2018. “Un dato ovviamente non definitivo – ha spiegato il prefetto D’Acunto – ma che va apprezzato nella sua tendenza, il cui merito può essere sicuramente attribuito anche al lavoro svolto da questo comitato. Un comitato che, in vista della stagione estiva, anche quest’anno abbiamo voluto svolgere a Senigallia per dare un indirizzo strategico alla programmazione delle attività delle forze dell’ordine e di tutte le istituzioni preposte alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in un territorio che rappresenta la prima realtà turistica della regione. Oltre al potenziamento che, come ogni anno, vedrà un incremento della presenza delle forze dell’ordine, l’estate 2019 sarà segnata anche dal rafforzamento della Capitaneria di Porto, che sarà dotata di ulteriori due motovedette e di un battello pneumatico, e dei Vigili del Fuoco, che vedranno un incremento di 5 unità”. “Un grande ringraziamento va al nostro prefetto - ha detto il sindaco Maurizio Mangialardi – per la solita attenzione verso i temi della sicurezza pubblica che riguardano Senigallia e che ci permette, tramite l’azione coordinata con le forze dell’ordine, di svolgere un’importante attività di prevenzione. Ed è proprio questa modalità di privilegiare la programmazione, anziché inseguire le emergenze, che ci consente di garantire la sicurezza in una città turistica come la nostra. Come sempre, uno dei punti fermi sarà il contrasto alla somministrazione di alcol ai minori, con controlli mirati che, in caso di violazione delle norme, porteranno alla chiusura dei locali. Altrettanto ferma sarà la lotta contro la prostituzione, la contraffazione e l’abusivismo commerciale. Insomma, vogliamo che divertimento, economia, sicurezza e rispetto delle regole siano tasselli di un unico mosaico”. “Da ultimo – ha concluso il sindaco – mi sia concesso di ringraziare il vicesindaco Maurizio Memè, che su mia delega presiede la commissione comunale di pubblico-spettacolo, la quale sta lavorando intensamente per garantire che i locali del nostro territorio rispettino in maniera integerrima le normative relative alla sicurezza”.
Vota questo articolo
(0 Voti)

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA