SENIGALLIA - Cri Senigallia, donate 4 mute per l’attività di soccorso in mare

DONATE AL COMITATO CRI DI SENIGALLIA QUATTRO MUTE PER L’ATTIVITÀ DI SOCCORSO IN MARE Il nuovo supporto tecnico amplierà le capacità operative in caso di emergenza in mare e di calamità naturali Tra le imprese del territorio una, in particolare, ha scelto di operare a favore della collettività: si tratta della BCB ELECTRIC di Barbara che ha donato al Comitato di Senigallia della Croce Rossa Italiana quattro mute, per permettere un salto di qualità nelle attività che svolgono i volontari OPSA (Operatore Polivalente Soccorso in Acqua) nel periodo estivo per migliorare la sicurezza in mare dei senigalliesi e dei turisti, operando con un natante attrezzato per il primo soccorso, sotto la supervisione della Capitaneria di Porto e in convenzione con il Comune di Senigallia. Due motivi hanno convinto il titolare dell’azienda, signor Fiorello Campolucci, a questo gesto di liberalità: il fatto che ritenga strategico una stretto collegamento tra funzione sociale delle imprese ed enti del territorio e l’essere stato, lui stesso, ufficiale di Marina Militare e, tuttora, appassionato velista. Il progetto avanzato dalla Cri senigalliese è risultato condiviso fin dall'inizio dall’azienda, in quanto è stato apprezzato il modo di procedere e di agire anche in questa occasione in favore della collettività. Le mute, con logo identificativo dell’associazione, sono conformi ai capitolati nazionali Cri e, per le loro caratteristiche tecniche, possono essere utilizzate sia nell'attività di soccorso in mare sia in ambiente alluvionale, fornendo uno strumento di grande importanza anche per interventi di protezione civile in caso di calamità naturali.
Vota questo articolo
(0 Voti)

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA