Un 42enne si è scontrato con la propria auto contro una pala meccanica di un trattore dell’Aset. L’uomo è morto sul colpo. La vittima è Roberto Francescangeli, senigalliese, residente in prossimità della frazione di Borgo Catena, sposato e con una bambina piccola. L'incidente si è svolto all'altezza di Metaurilia di Fano.
Proseguendo la consueta promozione di incontri con relatori e professori universitari per la formazione e l’aggiornamento culturale di studenti e docenti, il liceo “Perticari” organizza quest’anno il ciclo di conferenze “Letture&Vedute. Perticari, Città e Cultura 2017”, aperto alla cittadinanza, che si svolgerà nell’aula magna della scuola (via Rossini, 39) con inizio alle ore 16. L’evento è patrocinato dal Comune di Senigallia. Riferiti a diversi ambiti disciplinari, ognuno degli incontri, che si svolgeranno nell’aula magna del liceo (via Rossini, 39) è correlato a una specifica opera editoriale pubblicata di recente dai rispettivi relatori, prescelti proprio in funzione di un contributo di grande interesse culturale e di innovazione metodologica. Il primo appuntamento è in programma venerdì 28 aprile con la conferenza Passioni e civiltà nello “Zibaldone di pensieri” di Giacomo Leopardi . Interverrà Fabiana Cacciapuoti, responsabile del “Fondo carte Leopardi” alla Biblioteca Nazionale di Napoli e curatrice nuova edizione dello “Zibaldone di pensieri” (Donzelli, 2014). La seconda conferenza, dal titolo Perché leggere oggi Euclide , si terrà venerdì 19 maggio. Insieme a Lucio Russo, professore ordinario di Matematica e Storia della Scienza all’Università “Tor Vergata” di Roma, interverranno Giuseppina Pirro e Emanuela Salciccia, docenti del liceo classico “Tasso”di Roma, autrici del saggio “Euclide. Il I Libro degli Elementi, una nuova lettura” (Carocci, 2017). Il terzo appuntamento, invece, è in programma venerdì 26 maggio e riguarderà il tema Creatività tecnica e artistica . Interverrà Pietro Montani, professore ordinario di Estetica all’Università “La Sapienza” di Roma, autore del saggio “Tecnologie della sensibilità” (Raffaello Cortina, 2014). Il ciclo si concluderà mercoledì 31 maggio con la conferenza La cosmographia vespucciana di Martin Waldseemüller (1507): un nuovo modello di biblioteca digitale . Interverrà Paolo Galluzzi, direttore del Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, ideatore del sito e mostra virtuale “Una terra oltre le stelle. Amerigo Vespucci e il planisfero di Martin Waldseemüller”, realizzata dal museo Galileo, in collaborazione con la Library of Congress di Washington D.C. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
Erano presenti davvero tantissime persone all’appuntamento del 25 aprile, anniversario della Liberazione d’Italia dall’occupazione fascista e dal regime e della fine della Seconda Guerra Mondiale. Quest’anno si è celebrato il 72esimo anniversario e le cose hanno funzionato alla perfezione. Il primo step della mattinata ha coinciso con il ritrovo, davanti al Palazzo Municipale, dell’Amministrazione Comunale (per l’occasione erano presenti tutti i suoi esponenti: il Sindaco Matteo Principi, gli assessori Giorgia Fabri Rosanna Porfiri, Mauro Montesi e Vinicio Franceschetti e i Consiglieri Comunali Giacomo Anibaldi e Riccardo Giuliani e Myriam Fugaro, oltre che i Consiglieri dell’opposizione), delle forze dell’ordine e del Corpo Bandistico “Città di Corinaldo”, guidato dal maestro Michele Samory, oltre a tante altre personalità. In un secondo momento il corteo, accompagnato dalle note della banda, ha dapprima raggiunto il Sacrario, dove il sindaco Principi, accompagnato dalla Sindaca dei giovani Isabel Rugini (ricordiamo che la ragazza, alunna della scuola “G. Degli Sforza”, rappresenta una sorta di Amministrazione giovanile, con tanto di assessori e consiglieri, per dibattere sulle varie tematiche che riguardano da vicino anche l’universo giovanile) e da tutto il corteo, ha reso omaggio mentre la tromba solista intitolava le note del “Silenzio”. L’appuntamento successivo ha visto il corteo dirigersi al Monumento ai Caduti di Viale degli Eroi, dove il Sindaco Principi, il vicesindaco Porfiri e la Sindaca dei giovani Rugini hanno depositato corone di fiori. Quindi, sempre con la banda in prima fila, il corteo ha raggiunto nuovamente il Municipio. Dove è andato in scena il secondo appuntamento della mattinata: la consegna della Borsa di Studio, intitolata ad Arnaldo Ciani, all’alunno vincitore per aver scritto il miglior elaborato inerente all’Assedio del 1517 (le “principali differenze e prerogative tra Mura e Muri” consisteva il titolo dell’elaborato da scrivere), considerato che, quest’anno, ricorre il V Centenario (ricordiamo che tutti gli elaborati sono stati esaminati da una Giuria composta dal figlio di Arando Ciani, il prof. Settimio Ciani, dal dirigente scolastico Francesco Savore e dalla dr.ssa Monia Di Cosimo dell’Ufficio Cultura del Comune). Dopo aver salutato e ringraziato tutti i presenti, il Sindaco Principi ha preso la parola. “Quello che tengo a sottolineare – ha esordito Principi – consiste nel senso di appartenenza e di partecipazione dei nostri nonni e di chiunque abbia sacrificato la propria vita per l’Italia. E’ stato possibile solo grazie al loro enorme sacrificio raggiungere elementi chiave per poter perseguire la liberà democratica che tuttora vige nel nostro Paese. Ma tutto ciò sarebbe vano se non si continuasse su questa stessa linea. Un esempio? Partecipare alla vita sociale, contribuire con il proprio esempio corretto a diventare dei buoni cittadini, così da trasmettere valori sani alle nuove generazioni”. “Oggi (martedì 25 aprile per chi legge) – ha quindi proseguito Isabel Rugini – è un giorno molto importante per la Repubblica italiana. Con gli assessori e ai consiglieri della Amministrazione di cui sono Sindaca ci confrontiamo periodicamente su numerosi argomenti che ci stanno a cuore. L’ultimo, in ordine di tempo, riguarda proprio il sacrificio che fecero i nostri compatrioti 72 anni fa”. Il professor Ciani, successivamente, ha prospettato ai presenti un excursus storico inerente agli anni dell’Assedio. “Nel 1500 – ha ricordato Ciani – l’Italia, secondo fonti storiche, era uno dei luoghi più facili dove effettuare conquiste. In tal senso,. Il libro sull’Assedio del 1517 propone un modello perfetto da seguire. Modello che proponeva la resistenza contro gli attacchi da parte degli eserciti nemici. Il primo mattone su cui costruire la difesa consiste nella capacità dei cittadini di difendere la propria democrazia. Un esempio da tener ben presente anche in questi giorni molto caldi, considerato quanto sta accadendo in Siria”. Terminati gli interventi dei relatori, il centro dell’attenzione si è spostato sui due elaborati degli alunni della scuola media “G. Degli Sforza”: quello risultato vincitore è stato realizzato dalla alunna Rachele Capotondi, classe terza A, per “l’ottima capacità di analisi critica e per la conoscenza della sintassi”: questa la principale motivazione con cui l’assessore Fabri ha spiegato alla platea il motivo della vittoria di Rachele Capotondi. Mentre l’elaborato segnalato è risultato essere quello dell’alunna Alessia Costantini.
Venerdì 28 aprile presso la Sala “Chiostergi” del Centro Cooperativo Mazziniano di Senigallia, alle ore 18.00, si svolge la presentazione del volume di Nicola Sbano, “Lorenzo Lesti patriota, il suo tempo e la processura Anconitana di più delitti” (il lavoro editoriale, 2016). Sbano è decano dell’avvocatura dorica e ha dedicato anni e puntuali ricerche a ricostruire la vicenda umana e politica, saldamente collegata a quella del Risorgimento marchigiano e nazionale, di Lorenzo Lesti (1802-1867). Nativo di Agugliano e figlio di contadini, Lesti divenne rivoluzionario e democratico, fu più volte carcerato dal papa-re, con l’ultimo periodo di prigione che risultò in qualche modo fatale: trascorsi 17 anni (1850-67) nelle galere pontificie e riassaporata quella libertà che gli era stata negata per la sua dedizione patriottica (prese parte ai moti che nei primi anni trenta sconvolsero l’Italia; scrisse a Mazzini; fu esule a Parigi; si schierò nel ’49 dalla parte della Repubblica; fu repubblicano unitario e intransigente), Lesti morì dopo soli 70 giorni. L’autore ha imbastito una solida e attenta ricerca che ha dovuto affrontare non pochi problemi, dalla dispersioni delle fonti archivistiche alla complessità delle ricerche fino al sostanziale abbandono in cui è stato lasciato il Risorgimento anconitano. Il libro di Sbano, ricco di passione culturale e tensione civile, rende giustizia a un uomo, agli ideali e a un tempo che la nostra società ha colpevolmente dimenticato. Ne parlano, alla presenza dell’autore, Alessandro D’alessandro, presidente del Centro Mazziniano, e Giorgio Gori, studioso dell’Associazione di Storia Contemporanea. Dagli Organizzatori
Una serata speciale: è quella che le sei Consulte comunali di Senigallia vorranno donare alla Città venerdì sera (28 aprile, ndr), con inizio alle ore 21.00, al Teatro “La Fenice”. “Vivere con” il titolo dell’iniziativa: si tratta di un appuntamento nuovo e originale, ricco di contenuti, di emozioni, di immagini e parole interessanti e coinvolgenti, ma anche di espressioni artistiche diverse, grazie al contributo che verrà portato dai giovani delle scuole senigalliesi. “Cuore” della serata sarà il racconto di sei progetti, scelti all’interno di ciascuna Consulta: la festa della scienza “Fosforo” per la Cultura, i trent’anni di gemellaggio di “Fagnani” e “Mercantini” con Loerrach per i Gemellaggi, “Vivere SANIgallia” per i Giovani, la “Festa dei popoli” per gli Immigrati, il progetto “Giochiamo a ping pong” per lo Sport e la fiaccolata contro la violenza per il Volontariato. Momenti che si alterneranno con le performance che vedranno protagonisti ragazze e ragazzi delle scuole senigalliesi: ad iniziare dalla rappresentazione degli studenti del “Corinaldesi” “Abitanti del Mondo”, che verrà presentata nella sua forma integrale il 5 maggio al Meeting nazionale delle scuole per la pace, per passare alle esibizioni delle squadre dell’Istituto Professionale “Panzini”, del Liceo Classico “Perticari” e del Liceo Scientifico “Medi”, che si sono classificate rispettivamente al secondo posto pari merito e al primo posto alla recente fase regionale dell’Olimpiade della Danza, con il “Medi” ed il “Perticari” che hanno ottenuto l’accesso alla finale nazionale della stessa competizione, che si terrà nel mese di maggio. Il gran finale sarà invece tutto per la Big Band della scuola di musica “Bettino Padovano”, con un mini concerto di dieci minuti che nell’ultimo, coinvolgente pezzo vedrà protagonista anche il coro “Unisensus”. Tanti ingredienti dunque, per una piacevole serata che sarà ripresa dalle telecamere di Tv Centro Marche, che sull’iniziativa realizzerà un servizio speciale di approfondimento. La manifestazione – patrocinata dall’Amministrazione comunale e dalla Fondazione Città di Senigallia – punta quindi a diventare un appuntamento consolidato per presentare alla Città progetti e storie importanti di impegno sociale e cittadinanza attiva. L’ingresso alla “Fenice” è gratuito e, per favorire al massimo la partecipazione, è stato scelto di non procedere a prenotazione di posti.  
Dopo tredici anni torna un appuntamento storico di Senigallia: la “Pedalata per la Vita”, manifestazione ciclistica non competitiva che si svolgerà domenica 30 aprile, con partenza dal Foro Annonario alle ore 10,30. La “Pedalata”, promossa da Vladimiro Riga e dall’associazione “La Fabbrica dell’Evento”, è patrocinata da Comune di Senigallia, dalla Regione Marche, dall’Anci Marche, dal Coni Marche e dalla Federazione Ciclistica Marchigiana. Testimonial dell’evento sarà Ivan Cottini, l’ex modello di Urbania affetto da sclerosi multipla. Nell’occasione, gli organizzatori hanno deciso di dedicare la manifestazione a Michele Scarponi, il campione di ciclismo tragicamente scomparso nei gironi scorsi, il quale era stato anche il grande protagonista dell’ultima edizione svoltasi nel 2004. Il percorso sarà di circa dieci chilometri tra il centro storico e il lungomare ed è stato pensato appositamente per favorire la massima partecipazione. Partecipazione che sarà completamente gratuita, anche se chi lo vorrà potrà ritirare la mitica maglietta della “Pedalata” con un’offerta libera, la quale darà anche il diritto a partecipare all’estrazione di alcuni bellissimi premi. Il ricavato sarà devoluto al Comune di Castelraiomondo, duramente colpito dal terremoto. Tra gli ospiti che vi prenderanno parte figurano già la cantante Cecilia Gayle, l’ex campione di ciclismo Rodolfo Massi, l’ex olimpionico di atletica leggera Carlo Mattioli e, probabilmente, l’allenatore di calcio Roberto Mancini. “Ringrazio Vladimiro Riga - afferma il sindaco Maurizio Mangialardi -  per questa bella iniziativa capace di tenere al centro lo sport come valore, lo sport che non esalta solo i campioni agonistici, ma anche i campioni della vita. Oggi più che mai, infatti, per affrontare i momenti più difficili, abbiamo bisogno di riflettere e di non dimenticare mai quali sono le cose vere e importanti che la vita ci offre. Ecco, un evento che si pone in questi termini non può che ricevere il più grande e caloroso benvenuto a Senigallia”. “Un importante evento - aggiunge il vicesindaco Maurizio Memè - cui abbiamo dato subito la nostra adesione condividendone il significato e impegnandoci a garantire un percorso facilitato tra le bellezze del centro storico e il lungomare, al fine di agevolare la massima partecipazione”. “Oltre al lato filantropico – spiega Valdimiro Riga – la Pedalata per la Vita vuole lanciare un messaggio ai giovani contro il bullismo e contro la droga, proponendo lo sport come valida alternativa al disagio giovanile. Non a caso lo slogan scelto è: ama la vita, scegli lo sport”. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
Venerdì 28 aprile 2017, alle ore 21,00 nella Chiesa Parrocchiale di San Pellegrino a Ripe di Trecastelli, si terrà il concerto “Vibrazioni d’aria”. L’esibizione è la tappa conclusiva di Percorsi di Ascolto - Anteprima Festival 2017, promossa dall’Associazione Culturale Musicale Harmonica, sotto la direzione artistica di Alessia Mortaloni, in collaborazione con il Comune di Trecastelli, la Parrocchia di San Pellegrino di Trecastelli e realizzata grazie al contributo della Regione Marche. Protagonisti della serata saranno Fabiola Frontalini, che suonerà il pregiatissimo Organo Callido costruito nel 1792 e il cornista Luca Delpriori. I due bravissimi musicisti proporranno al pubblico un suggestivo e insolito programma, in cui saranno abbinati due strumenti “ad aria” estremamente affini tra loro per caratteristiche timbriche e sonore. Fabiola Frontalini, organista, clavicembalista e pianista, ha approfondito i suoi studi musicali seguendo numerosi corsi d'interpretazione organistica, tenuti da Maestri di fama internazionale, quali M. Radulescu, W. Zerer, L. F. Tagliavini, L. Tamminga, H. Vogel, G. Bovet, J. Boyer, A. Marcon. Luca Delpriori ha all’attivo un’intensa attività concertistica sia in collaborazione con varie orchestre lirico-sinfoniche italiane e sia in formazioni cameristiche, con le quali ha ottenuto importanti riconoscimenti e premi nazionali e internazionali. Il concerto è a ingresso libero. Per Informazioni: Ufficio Turistico_Museo Nori De’ Nobili –Villino Romualdo- Piazza Leopardi, 32 loc. Ripe – Trecastelli (Ancona); tel. 071. 7957851 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.trecastelliturismo.it
In aderenza ad una tradizione consolidata, l'Amministrazione Comunale di Serra de' Conti promuoverà per sabato 29 aprile prossimo, alle ore 21, un concerto per sottolineare il rilievo etico e civile della ricorrenza del 1° Maggio. Analogamente a quanto avvenuto negli anni passati, sarà ripetuta la scelta emblematica di allocare il concerto all'interno di una struttura produttiva del Comune. Il concerto per il 1° maggio, affidato alla Centenaria Società Concertistica e diretto dal Maestro Mirco Barani, si terrà pertanto presso l'opificio della ditta Ludabak srl, in Via Rinaldoni 6/8. Sarà l'occasione per riconfermare il valore della Festa del 1° Maggio celebrandola in uno fra i più rappresentativi 'luoghi del lavoro' di Serra de' Conti, e dando con ciò alla 'fabbrica' l'ulteriore, legittima dignità di polo d'incontro e di aggregazione per quanti svolgono l'attività lavorativa al suo interno, ovvero all'interno degli altri opifici serrani. Il Comune di Serra de' Conti promuoverà l'evento in collaborazione con l'associazione 'Il Giardino dei Bucaneve', attiva nel settore dell'aiuto e del sostegno ai diversamente abili, a significare la perdurante attenzione anche per il comparto sociale e, specificamente, per la meritoria attività che il sodalizio sta portando avanti sia per l'aspetto della gestione del Centro Diurno Intercomunale, sia per il progetto 'Dopo di noi'. Sarà avviata altresì nell'occasione una raccolta di fondi -cui l'Amministrazione Comunale intende autonomamente concorrere anche con un proprio contributo- per poter arricchire la dotazione strumentale della Centenaria Società Concertistica serrana. L'obiettivo è quello di raggiungere, nel tempo, un 'plafond' di 10.000 Euro, anche attraverso ulteriori iniziative di promozione e sensibilizzazione, per l'acquisto di nuovi strumenti per il corpo di banda.
La III Commissione consiliare permanente, che ha competenza in materia di città sostenibile, frazioni, attività produttive, sport e gestione dei rifiuti, si riunirà venerdì 28 aprile. La seduta è stata convocata alle ore 18 dal vicepresidente Mauro Bedini nella Sala Urbanistica del palazzo La Nuova Gioventù (via Leopardi, 6 – primo piano). Dopo l’approvazione del verbale della seduta precedente, l’ordine del giorno prevede l’elezione del presidente della commissione e la discussione sull’affidamento della gestione della piscina comunale delle Saline (mozione del consigliere Giorgio Sartini). I lavori della commissione potranno essere seguiti in diretta streaming sulla web tv comunale attraverso la piattaforma digitale senigallia.halleymedia.com, accessibile anche dal sito web comunale www.comune.senigallia.an.it. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
“Programmazione europea e Horizon 2020: la chiave del successo passa per le donne”: questo il tema al centro dell’assemblea elettiva del Comitato Impresa Donna Cna, che si terrà venerdì 28 aprile ’17 alle ore 9.30 presso la sala convegni dell’Hotel Mastai a Senigallia. Saranno presenti, tra gli altri, l’assessore regionale Emanuela Bora e comunale Ilaria Ramazzotti, entrambe con delega alle pari opportunità, ed anche la presidente nazionale Cna Impresa Donna Paola Sansoni. Horizon 2020 è il più importante programma europeo di finanziamento dell’innovazione e della ricerca e secondo gli ultimi dati, un approccio di genere fa bene a ricerca e innovazione. Horizon 2020 si basa sull’impegno dell’Unione europea a sorvegliare sulle pari opportunità tra donne e uomini per eliminare le disuguaglianze che continuano ad esistere. L’obiettivo è promuovere la presenza di donne nei progetti finanziati dall’Ue e permettere ad un numero sempre maggiore di donne di accedere ai finanziamenti. L’unione europea si è data degli obiettivi e delle strategie che stanno dando buoni risultati. Secondo l'ultimo rapporto di monitoraggio di Horizon 2020, il 36,2% dei progetti finanziati negli anni 2014 e 2015 ha preso in considerazione la dimensione di genere nella definizione del percorso di ricerca e innovazione. Può sembrare un dato non ancora soddisfacente ma è importante sottolineare che nella versione precedente del programma, l’FP7, i progetti attenti alla dimensione di genere sin dalla definizione del costrutto di ricerca erano solo il 2%. Relativamente buoni anche i dati riferiti agli altri indicatori di genere, come mostra il rapporto relativo ai primi due anni di implementazione del programma: il 35,8% del totale dei partecipanti è costituito da donne; le donne che coordinano progetti sono il 34,6% del totale, il 31,1% degli esperti registrati nel database del programma sono donne, il 36,7% degli esperti coinvolti nei progetti selezionati è costituito da donne e sempre le donne raggiungono il 51,9% nei comitati di esperti che rappresentano un elemento a garanzia dell’eccellenza e della qualità della ricerca dei vari progetti. “Si tratta di risultati interessanti – spiega Elisabetta Grilli, responsabile provinciale del Comitato Impresa Donna Cna - soprattutto per il trend frutto di una strategia precisa, che ha delineato un approccio di sistema alla promozione delle pari opportunità di genere nella ricerca, partito dalla definizione di obiettivi chiari e dal monitoraggio costante del loro raggiungimento. Ed è a queste buone prassi e a come esportarle in altri contesti che rivolgiamo il nostro impegno nel corso del congresso”. Ufficio Stampa: DANIELA GIACCHETTI

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA