I Carabinieri della Compagnia di Senigallia, nell’ambito dei servizi svolti nel fine settimana finalizzati al controllo della circolazione stradale per prevenire le c.d. “stragi del sabato sera” hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, tre automobilisti colti alla guida delle rispettive auto in stato ebbrezza alcolica. Si tratta di: un 40enne di Jesi, controllato intorno alla mezzanotte in Piazza Santa Maria a Belvedere Ostrense da una pattuglia della locale Stazione. L’uomo alla guida di una Mazda sottoposto all’accertamento con l’etilometro è risultato positivo con un tasso del 1,21 gr/lt. Sempre a Belvedere Ostrense, la pattuglia alle ore 2:30 ha fermato un 27enne di Ostra Vetere alla guida di una vecchia Fiat Uno mentre transitava sulla stessa Piazza. Anche lui sottoposto ad accertamento alcolemico e’ risultato positivo con tasso del 1,01 gr/lt. Infine, a Senigallia, alle 5:00 del mattino, la pattuglia radiomobile ha controllato in Via Leopardi un 25enne ucraino, residente a Senigallia, alla guida di una Mercedes classe “A”. Il giovane in evidente stato di ubriachezza è stato sottoposto ad accertamento alcolemico sul posto risultando positivo con un tasso altissimo pari al 2,30 gr/lt. A tutti e tre gli automobilisti è stata ritirata la patente per i provvedimenti di sospensione di competenza del Prefetto. Agli stessi inoltre sarà effettuata la decurtazione di 10 punti sulla patente. Da Carabinieri Senigallia
In occasione del 72° anniversario della Liberazione, martedì 25 aprile si svolgerà il programma delle cerimonie istituzionali organizzate dal Comune di Senigallia. Alle ore 9,15, in via Dogana Vecchia, sarà deposta una corona di alloro alla lapide dedicata ai Caduti di Cefalonia. Alle 9,45, in viale Leopardi, all’altezza dei Giardini Catalani, partirà il pullman diretto nei diversi luoghi della memoria: a San Silvestro, al monumento di Aldo Cameranesi (ore 10), in via Capanna, al monumento di Anna Frank (ore 10,30), e in via Verdi, al monumento di Salvo D’Acquisto (ore 10,45). Alle ore 11, appuntamento a piazza Garibaldi, dove verrà reso omaggio al Sacrario dei Caduti, mentre alle ore 11,30, in piazza Roma, si terrà il tradizionale intervento del sindaco Maurizio Mangialardi, seguito dalle letture degli studenti delle scuole secondarie di primo grado Mercantini, Marchetti, Fagnani e Belardi, e dall’esibizione del complesso musicale “Città di Senigallia”. Nel pomeriggio, alle ore 15, all’area Verde di Roncitelli, si svolgerà la tradizionale passeggiata per le colline della zona. Al termine intervento in memoria della Liberazione d’Italia e di Roncitelli. Nell’occasione sarà allestita una mostra fotografica al Centro di Documentazione storica sul conflitto bellico 1939-1945. Alle ore 16, al centro civico di Cesano, si svolgerà la presentazione del libro “Voci partigiane” alla presenza dell’autrice Simona Teodori. A seguire sarà proiettato un film sulla Resistenza. Infine, alle ore 18, nella sala consiliare del Comune di Senigallia, Lidia Pupilli dialogherà con Rita Forlini, autrice del libro “La libertà… Racconti di donne resistenti”. L’iniziativa si svolgerà in collaborazione con l’Anpi di Senigallia. Il programma delle celebrazioni per la Liberazione prevedono poi un’ulteriore iniziativa venerdì 28 aprile, alle ore 17 alla Biblioteca comunale Antonelliana, dove si terrà la presentazione del docu-film “La memoria che resta” di Francesca La Mantia, a cura di Lavinia Nocelli. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
La Festa dei Folli entra nel clou delle sue giornate, il borgo di Corinaldo ha accolto tanti turisti ed appassionati nelle prime giornate dell'evento più divertente di primavera. Lo scatto finale degli organizzatori punta a richiamare nel ponte turistico che culminerà il 25 aprile tanti visitatori, spettacoli ed attività non mancheranno a coinvolgere e trascinare nell'allegria e divertimento tutti i presenti alla manifestazione. Martedì 25 aprile sarà una giornata intensa, come ogni anno i ragazzi del Gruppo Storico "Combusta Revixi" hanno organizzato la folle corsa colorata "The Crazy Run", la quale punta proprio a far trascorrere qualche ora in allegria, dipingendo i partecipanti con i colori della vita, a ricordare anche la Festa Nazionale della Liberazione.Appuntamento conclusivo della Festa dei Folli 2017, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Corinaldo, sarà il concerto del famoso gruppo rock folk la "Gang", alle ore 18.30 nel Piazzale del Gioco del Pallone.    Ricordiamo che per partecipare alla Crazy Run di Corinaldo, la folle corsa colorata del 25 aprile, ci si può iscrivere anche il giorno stesso, dalle ore 14.00 presso i punti informazione ed iscrizione situati al Borgo di Sotto e Piazzale del Gioco del Pallone.   Vi invitiamo a visitare la pagina web www.festadeifolli.it  con tutte le informazioni e dettagli della Festa dei Folli 2017. Il Presidente del Gruppo Storico Città di Corinaldo "Combusta Revixi"                                        Pierlugi Micci
L'Amministrazione Comunale di Castelleone di Suasa, in collaborazione con le locali Sezioni dell' A.N.C.R. (Associazione Nazionale Combattenti e Reduci), l'A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e con la partecipazione dell’A.N.M.I.L. (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro), intende ricordare MARTEDI' 25 APRILE, il 72° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE con il seguente programma: ore 10,30 Raduno in Piazza Vittorio Emanuele II, formazione corteo per raggiungere il Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, Alza Bandiera, Deposizione corona di alloro, Orazione Ufficiale in memoria dei Caduti per la Liberazione tenuta dal Prof. Alberto Fiorani; ore 11,00 Santa Messa nella Chiesa del SS. Crocefisso o di San Francesco di Paola. Presterà servizio la Banda Musicale Cittadina diretta dal Maestro Fabrizio Persi. Tutti gli Enti, Associazioni, Consiglieri Comunali e la Cittadinanza sono pregati di intervenire alla cerimonia, in particolare, gli studenti e le famiglie per esprimere il forte sentimento nazionale e per sensibilizzare i nostri ragazzi nei confronti dell’idea di Patria e di Unità. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it
Al fine di consentire nella giornata del 25 aprile lo svolgimento della mostra mercato di prodotti artigianali e alimentari tipici sul lungomare Mameli, il Comune di Senigallia ha varato un’ordinanza contente alcune modifiche alla viabilità. Dalle ore 7 alle ore 21, nel tratto compreso tra l’intersezione con l’accesso all’areaportuale e via Zanella sarà istituito il divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto i mezzi di polizia e di soccorso, quelli dei residenti nel tratto interessato e nelle vie Panzini, Verga e Gioberti, e quelli dei clienti delle strutture ricettive. Tali veicoli dovranno percorrere la strada con direzione di marcia da nord verso sud. I veicoli che per le loro dimensioni non potranno attraversare il sottopasso ferroviario di via Bixio saranno fatti transitare con direzione di marcia sud–nord dal personale della Polizia Municipale. Sul medesimo tratto sarà inoltre istituito il divieto di sosta, con rimozione coatta dei veicoli in difetto su ambo i lati. Infine, si potrà accedere all’area portuale percorrendo preferibilmente via Dogana Vecchia e via della Darsena, ad esclusione dei i veicoli che risultino di altezza superiore a quella consentita nel sottovia ferroviario di via Bixio. Questi ultimi potranno transitare dal lungomare Mameli percorrendo il tratto riservato ai residenti. Invece, per tutti i veicoli in uscita dal porto di altezza superiore a quella consentita per il transito nel sottovia ferroviario di via Bixio, il personale presente sul posto della Polizia Municipale farà percorrere il tratto del lungomare Mameli in direzione di marcia sud – nord. Al fine di informare gli automobilisti e garantire la massima sicurezza, sarà ovviamente posizionata sull'intera zona e su tutti gli incroci interessati opportuna segnaletica.
Deve aver perso l’equilibrio l'uomo, originario di Cingoli ma residente a Senigallia, che è precipitato dalla finestra. L’uomo stava smontando un mobile, quando è precipitato insieme al mobile per tre metri, forse nel tentativo di non far cadere il pensile. Immediati i soccorsi che con un’ambulanza lo hanno portato a Torrette. La vittima ha riportato fratture ad una scapola, ad un gomito e ad un polso.
Il Generale di Corpo d’Armata Ilio CICERI, Comandante Interregionale dei Carabinieri "Podgora", ha visitato il Comando Compagnia di Senigallia. Il Comandante di Vertice, da cui dipendono tutti i carabinieri delle regioni del centro Italia e della Sardegna, ha inteso tastare personalmente il polso della situazione al fine di verificare l’efficienza e l’efficacia del dispositivo di controllo sul territorio in vista dell’imminente inizio della “bella stagione”. Al suo arrivo, direttamente da Roma, è stato ricevuto nella Caserma “Bracaccini” di Via Marchetti, dal comandante della Compagnia, Magg. Cleto Bucci. Subito dopo ha incontrato tutti i comandanti delle 8 Stazioni della compagnia a presidio di un territorio vasto e frazionato. Nel corso del briefing tenuto dal Magg. Bucci, il Generale Ciceri ha affrontato le principale tematiche relativamente ai problemi di sicurezza e ordine pubblico a Senigallia e nella zona dei Comuni della Val Misa. Il Generale Ciceri ha analizzato l’attività svolta negli ultimi due anni e nell’anno in corso, in riferimento a quanto intrapreso per incrementare il controllo del territorio e contrastare concretamente la criminalità comune e in particolare quella di tipo predatoria. Dopo l’incontro con il personale, l’Alto Ufficiale ha rivolto ancora una volta un sentito ringraziamento a tutti i Carabinieri per il lavoro svolto. Il Maggiore Bucci, a nome di tutti i Carabinieri della Compagnia, ha ringraziato il Gen.C.A. Ciceri per la vicinanza e la continua attenzione ai problemi dei Comandi periferici ed ha promesso il massimo impegno al servizio del cittadino e per il bene dell’Arma. Al termine il Generale ha proseguito per la provincia di Macerata.
Da venerdì 24 a domenica 26 marzo Porta Lambertina sarà illuminata con i colori della bandiera europea. È quanto deciso dall’Amministrazione comunale per celebrare il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma. Allo stesso tema sarà dedicato l’incontro pubblico “I Trattati di Roma. Tra sogno e realtà”, promosso dalla Fidapa Bpw – Italy e dal Comune di Senigallia, che si terrà sabato 25 marzo, alle ore 17,30, nella sala del consiglio comunale. I lavori saranno aperti dai saluti della presidente della sezione di Senigallia della Fidapa, Laura Amaranto, e dal sindaco Maurizio Mangialardi. A seguire gli interventi dell’europarlamentare Goffredo Bettini, del professor Gianmario Raggetti e del presidente del consiglio comunale di Senigallia Dario Romano. L’incontro sarà coordinato da Giuliana Solfanelli, revisore dei conti della Fidapa distretto centro. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
Pubblichiamo una toccante lettera di un ex tossicodipendente agli studenti del “Medi”. La dott.ssa Crinelli e l’Avv. Paradisi relatori nell’incontro promosso dalla Consulta dei Giovani Tossicodipendenze e stili di vita, fughe da se stessi e dalla legalità e contrappasso della pena. Questi i temi affrontati dai ragazzi del Liceo Scientifico “Medi” nell’ambito del progetto “Vivere SANIgallia” coordinato dalla Consulta dei Giovani. Di fronte ad una attentissima platea di studenti, la dott.ssa Raffaella Crinelli e l’Avv. Roberto Paradisi, introdotti dalla professoressa Francesca Berardi, hanno parlato del tunnel della droga, della vita dei tossicodipendenti ai margini della legalità e della società, del contrappasso della pena che arriva sempre a bussare alla porta anche quando magari si è riusciti a fare scelte diverse e di rottura. E’ il caso di Simone, compagno e poi marito della stessa dott.ssa Crinelli, membro dell’Associazione “Antigone”. La relatrice, anche al di fuori delle proprie competenze professionali, ha voluto raccontare la propria storia con Simone. Lei, una vita di studio, di carriere universitaria e di professione. Lui, una vita ai margini della legalità fatta di processi, carcere, comunità. Una storia di amicizia e poi di amore che permetterà poi a Simone di guardarsi allo specchio e dire “basta”. Toccante la lettera inviata da Simone (che oggi è in affidamento in comunità dopo aver trascorso diversi mesi in carcere) agli studenti e letta dalla sua compagna. Commovente la sua storia: dalla cannabis (provata la prima volta per una delusione per la sconfitta degli azzurri a un mondiale di calcio) a quella che lo stesso Simone ha definito “la signora eroina”. E poi la dipendenza, i reati, i processi. Infine l’amore e le nozze e un conto impietoso arrivato dal passato. E l’invito agli studenti, rilanciato anche da Raffaella, a godersi la vita in modo sano. “Credo che Simone abbia avuto il permesso di uscire dal carcere – ha spiegato l’Avvocato Roberto Paradisi suo difensore – perché abbiamo convinto i giudici del fatto che Simone abbia compreso i suoi errori e si sia assunto, senza scorciatoie, ogni responsabilità. Ed è il contrario della sotto-cultura della droga: Simone è tornato ad essere presente a se stesso mentre il tossicodipendente si deresponsabilizza”. La pena, ha spiegato il legale, non ha solo una funzione di rieducazione. Deve anche avere una funzione di retribuzione del male arrecato alla comunità e Simone ne è perfettamente consapevole. “Fa strano – ha chiosato Paradisi – vedere come un ragazzo di una profondità e sensibilità non comune come quella di Simone possa essere entrato in un simile tunnel. Questo significa che la guardia deve essere sempre alta e il rispetto della legalità (compreso il divieto di fare uso di cannabis) deve essere sempre un valore non negoziabile”.
Appuntamento con la narrativa e con il mondo dei rifugiati e dei richiedenti asilo a Corinaldo martedì 28 marzo: alle ore 21, presso la Sala consiliare A. Ciani, infatti, si terrà un incontro con la cittadinanza per presentare il nuovo lavoro letterario della giornalista ed editor Chiara Michelon, uscito in tutte le librerie per Infinito edizioni, “La fuga. Percorsi di rifugiati d’Oriente e d’Africa”. Il romanzo, scritto nello stile narrativo a cui Chiara ci ha abituati con i suoi precedenti “Noi bambini di strada” (Laterza), “Una vita per il sindacato” (Quaderni regionali delle Marche) e “Buon pranzo, buona domenica” (Ventura edizioni), racconta le storie di quattro rifugiati che vivono a Senigallia, accolti grazie a Fondazione Caritas. È un libro a metà tra indagine giornalistica, saggio storico e romanzo, in cui l’autrice assume il suo punto di vista privilegiato di interlocutore per svelarci la vita di uomini e donne di quattro Paesi distrutti da guerre, violenze e terrorismo. “Mi piacerebbe” dice Chiara Michelon “che il libro venisse letto da molti, al di là delle loro idee politiche o religiose, perché prima di schierarci dovremmo conoscere, visto che non sappiamo quasi niente della vita che c’è dietro ogni migrante e di quanta sofferenza ognuno di loro si porta addosso”. Insieme all’autrice e a Matteo Bettini, giornalista che modererà l’incontro, ci sarà Ettore Fusaro, responsabile immigrazione Caritas Marche, presidente Communitas e figura di rilievo sui temi dell’immigrazione a livello nazionale. “Sarà un’occasione per arricchire e sviluppare la nostra esperienza comunale con gli stranieri,” spiega il sindaco di Corinaldo Matteo Principi “per aggiornare la comunità e provare ad assumere un punto di vista inedito”.

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA