Continuano gli interventi dell’Amministrazione Comunale di Ostra Vetere nelle varie scuole del territorio. Dopo i lavori di miglioramento sismico della scuola secondaria di I grado “U.Foscolo”, finanziati interamente dallo Stato per un importo di € 700.000, e la prossima soffittatura per rinforzo strutturale dei solai alla scuola primaria “P. Angelo Api”, sono stati ultimati in questi giorni i lavori di montaggio dei nuovi arredi per la Scuola dell’Infanzia “Luca Lombardi” e per il Nido “Gheos”. “La riqualificazione degli ambienti - dice il Sindaco Memè - iniziata con i lavori di tinteggiatura interna della scorsa estate, raggiunge così un altro importante traguardo. Del resto, fin dal nostro insediamento, avevamo considerato la sicurezza e il decoro delle scuole come priorità.” Il Comune di Ostra Vetere, con la collaborazione della Cooperativa Sociale H MUTA S.C.p.a. ONLUS di Senigallia per la stesura del progetto, ha partecipato ad un bando promosso dalla Fondazione Cariverona e ha ottenuto un contributo di € 13.000, impegnandosi a co-finanziare i restanti € 9.100 della spesa. In concreto, per le due strutture sono stati acquistati scaffali, tavolini, armadi, piani, appendiabiti, contenitori e cassetti personali per la rivisitazione e la personalizzazione degli spazi nelle sale comuni e nelle aule. Inoltre con apposite attrezzature sono state riqualificate la zona “morbida”, del “gioco simbolico”, del “cambio”, della “lettura” e delle “attività creative” mentre il Nido e il giardino esterno con gazebo, giochi, tappeti e materassi. “ Si è provveduto alla sostituzione di arredi datati – conclude il Sindaco - e non più rispondenti a criteri di ergonomicità e funzionalità (sedie, panche e tavolini) e alla messa in sicurezza delle zone esterne con recinzione del giardino”. Ufficio Stampa
Un banale tamponamento ha rischiato di trasformarsi in qualcosa di più grave. Nello scontro sono rimasti coinvolti uno scuolabus dell’Unione dei Comuni che stava accompagnando a scuola 25 alunni e un furgoncino. L’incidente è avvenuto nei pressi del cimitero comunale di Belvedere Ostrense. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sembra che un furgoncino abbia tamponato lo scuolabus. Un urto non violento ma che ha distrutto la parte anteriore del furgoncino provocando scompiglio e paura a bordo dello scuolabus.
Una bella cerimonia d’inaugurazione quella tenuta la mattina dello scorso 21 maggio nella località di Passo Ripe di Trecastelli, in occasione dell’apertura della Nuova Sede Operativa del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile. All’evento erano presenti diversi cittadini, tutti i volontari del Gruppo Comunale di Trecastelli, i Gruppi Comunali di Agugliano, Ancona, Corinaldo, Monsano, Ostra Vetere, Senigallia e Serra de’ Conti, le Associazioni CB OM Jesi, Falchi della Rovere di Senigallia e la ANC di Ostra. Tra le varie personalità, hanno fatto omaggio alla neonata sede l’Onorevole Emanuele Lodolini, il Sindaco di Trecastelli Fausto Conigli, il Sindaco di Corinaldo Matteo Principi e il Luogotenente dei Carabinieri di Trecastelli Giampiero Lattanzi. Ha aperto la manifestazione l’Assessore ai Lavori Pubblici di Trecastelli Marco Sebastianelli, dimostrando soddisfazione per aver portato a termine un progetto fortemente voluto, mirato ad accrescere la sicurezza per l’intera cittadinanza. Subito dopo c’è stata l’interessante presentazione di ENErgica, Generatore portatile carrellato a energie rinnovabili fotovoltaico-eolico e del nuovo ponte radio per la Polizia Locale e la Protezione Civile. Dopo i ringraziamenti del Presidente del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile Mario Meme’ a tutti i volontari, per l’impegno e il lavoro da sempre svolto con passione e dedizione, il Sindaco di Trecastelli Fausto Conigli ha sottolineato l’importanza dell’attività di partecipazione e prevenzione della Protezione Civile e di quanto sia significativo il compito dei volontari, grande risorsa per la collettività. L’Onorevole Emanuele Lodolini ha concluso esternando la propria stima e l’entusiasmo per l’apertura della nuova sede, messaggio di fiducia per tutta la comunità. La sede operativa è stata dedicata a Enzo Cercamondi, volontario operoso e sempre presente fino alla sua scomparsa, nel 2015. Subito dopo i nuovi locali della protezione Civile hanno aperto le porte al pubblico e diversi volontari si sono resi disponibili a fornire informazioni sulla struttura alle persone interessate. Per Informazioni: Ufficio Turistico_Museo Nori De’ Nobili –Villino Romualdo- Piazza Leopardi, 32 loc. Ripe – Trecastelli (Ancona); tel. 071. 7957851 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.trecastelliturismo.it
Grande serata alla Fenice giovedì 18 maggio! Sotto la regia del prof. Simone Alfonsi, come da tradizione, il Laboratorio Teatrale Permanente dell’ I.I.S. Panzini ha portato in scena al teatro La Fenice di Senigallia uno spettacolo di recitazione, musica e danza che ha visto protagonisti assoluti gli alunni e la loro voglia di fare. E’ stata una serata all’insegna del divertimento in cui si sono distinti gli alunni/attori del progetto extrascolastico di teatro che hanno strappato applausi a scena aperta al numeroso pubblico intervenuto con le scenette comiche del laboratorio espressivo curato dai proff. Alfonsi e Loffredo con la preziosa collaborazione dell’attore Geoffrey Di Bartolomeo. Si sono poi alternate perfomance canore davvero di qualità che hanno viste protagoniste alunne della scuola e di seguito i ballerini del gruppo “Panzini in dance”, coadiuvati dalla prof. Ferroni in collaborazione con la coreografa Arianna Solfanelli, hanno portato sul palco l’esibizione di alcuni balletti che gli hanno valso il secondo posto alle Olimpiadi della danza 2017. Nell’occasione il dirigente Sergio Lombardi, intervenendo a chiusura della manifestazione si è complimentato con i ragazzi e gli insegnanti sottolineando il fatto che l’istituto Panzini da anni ormai dedica spazio e risorse anche a queste forme di espressività così importanti nella crescita degli adolescenti sia dal punto di vista sociale che personale. Da Istituto Panzini 
Il Consiglio comunale di Castelleone di Suasa si riunirà Giovedì 25 Maggio 2017. La sessione Ordinaria è stata convocata alle ore 21,00 dal Sindaco Carlo Manfredi, ai sensi dell’art. 10 dello Statuto, presso la Sala Consiliare della Residenza Comunale, con il seguente O.d.G.: 1) APPROVAZIONE VERBALI RELATIVI ALLA SEDUTA DEL 10.04.2017; 2) APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2016; 3) COMUNICAZIONI DEL SINDACO. Nei giorni seguenti all'invio dell'O.d.G. è stato notificato, ai Consiglieri Comunali, un O.d.G. aggiuntivo con altri due punti: 1) RATIFICA VARIAZIONE AL BILANCIO 2017-2019, OPERATA CON ATTO DI G.M. N.19/2017; 2) APPROVAZIONE CONVENZIONE PER GESTIONE IMPIANTO SPORTIVO POLIVALENTE UBICATO IN VIA ROSSINI. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it
Con l’avvicinarsi della stagione estiva, anche il Comitato di Senigallia della Croce Rossa Italiana inizia gli addestramenti legati alla sicurezza sulle spiagge e in mare. In collaborazione con Oasi Confartigianato Senigallia è stato organizzato un corso rivolto a venti bagnini che presteranno servizio di salvamento sulle spiagge del nostro litorale. Nucleo centrale del retraining è stato il BLS (Basic Life Support), la metodologia universalmente utilizzata nella rianimazione cardio-polmonare. Nel corso della serata sono state fornite anche nozioni di primo soccorso relative a patologie minori ma che si riscontrano frequentemente in estate. Per concludere l’incontro, e per fornire e migliorare ulteriormente l’attività di soccorso, è stata trattata la gestione della sicurezza in caso di atterraggio dell'eliambulanza
È stato pubblicato sul sito del Comune di Ostra il bando per promuovere la riqualificazione della Torre civica di Ostra (aperto fino al 30.06.2017). Lo scopo è quello di renderla visitabile internamente e per consentirci di sfruttarla come punto panoramico. La Torre ha un’evidente potere evocativo. Tutto ciò che si affaccia sulla principale piazza di un paese ha una posizione di privilegio nel vedere la storia e i fatti, ancora di più se supera quasi indenne un bombardamento e diventa un simbolo di rinascita e ricostruzione. Per questo valore intrinseco e per la possibilità di rappresentare un punto di osservazione privilegiato su un pezzo di Italia che va dal Conero agli Appennini, necessita di un piano organico di interventi. Il Concorso di idee, oltre ad una puntuale progettazione, ci darà modo di accogliere molte visioni e sogni ed è necessario per uscire dall’idea di conservazione passiva e per promuovere sviluppi alternativi e vitali, utili alla costruzione di un modello da contrapporre alla rassegnazione di vivere in uno spazio ricco ma immodificabile. All’interno del bando pubblicato al link http://www.comune.ostra.an.it//Engine/RAServePG.php/P/3854100K0100/M/2500100K0101 ci sono tutte le informazioni sugli aspetti puntuali da prendere in analisi e sulle tempistiche di presentazione dei plichi contenenti le proposte di idee e la documentazione amministrativa.              Andrea Storoni Sindaco del Comune di Ostra (AN)
L’associazione ALA, consapevole dell’importanza di tutelare la salute dei cittadini dal rischio amianto, continua la propria battaglia per segnalare, denunciare e protestare sulla presenza di strutture con pericolo amianto a Senigallia. A riguardo, dopo anni di battaglie anche contro gli organi competenti che, solo raramente, e sempre con estrema lentezza, si impegnavano ad effettuare gli opportuni interventi, finalmente stanno arrivando risultati anche da questo versante. Mi riferisco alla celerità con la quale – in ogni circostanza – la nuove direttrice del Servizio Igiene e Sanità Pubblica ZT4, dott.ssa Daniela Cimini, prende in considerazione le segnalazioni dell’Associazione Lotta all’Amianto. Una persona seria e responsabile che, dal suo insediamento, ha sempre e comunque provveduto ad effettuare sopralluoghi per casi indicati dall’ALA. Ciò è costantemente avvenuto in tempi brevissimi e, per questo motivo, non posso che esprimere gratitudine. A maggior ragione sono convinto che anche l’odierna denuncia verrà presa dalla dott.ssa Cimini nella giusta attenzione. Mi riferisco alla presenza di coperture in cemento amianto vetuste, sul capannone di Autolandia auto usate, sulla Strada Statale Nord 41 a Senigallia. Come sempre, allego le fotografie di riferimento e chiedo un intervento a chi di dovere, affinché valuti la giusta soluzione al problema. In attesa di un cenno di riscontro porgo distinti saluti.   IN FEDE Carlo Montanari
Nel già ricco panorama di volumi storici sul centro collinare suasano si aggiunge ora un nuovo testo edito dalla locale Amministrazione Comunale. «Ad uscire dalle nebbie dei secoli è un altro personaggio della storia del nostro Comune – scrive il sindaco di Castelleone di Suasa Carlo Manfredi – quell’Ortensio Targa di cui tutti abbiamo sentito parlare ma che di fatto nessuno conosceva. A tramandarci la sua memoria era solo l’omonima piazzetta del nostro castello, ma lì tutto finiva. Nient’altro sapevamo di lui, della sua famiglia, della sua vita e delle sue opere. Oggi è finalmente diverso: di lui conosciamo pressoché tutto». Il titolo dell’opera è appunto ORTENSIO TARGA (02.07.1748-16.10.1796) – L’ospedale di Castelleone ed è l’ennesimo lavoro dello storico ostraveterano Renzo Fiorani del Centro di Cultura Popolare che ha già all’attivo diversi altri volumi di storia suasana. «Le ristrettezze di bilancio con cui si trovano a fare i conti tutti i Comuni italiani – prosegue il sindaco Mafredi – non ci hanno consentito di dare alle stampe l’intera opera in due volumi, ma per quanto riguarda Castelleone di Suasa non è andata perduta nemmeno una virgola. A “saltare” sono stati solo i contorni, le contestualizzazioni, gli approfondimenti storici e le altre considerazioni di carattere generale che le vicende riguardanti la “storia” di Ortensio proponevano. E gli spunti erano tanti, perché Ortensio era un “possidente” che viveva della rendita dei suoi terreni, e quindi la condizione dell’agricoltura e dei contadini meritava un approfondimento; la sua esistenza e soprattutto i suoi ultimi anni di vita coincidevano con quelli della Rivoluzione Francese e della discesa in Italia di Napoleone, che si sono dovute sintetizzare; la sua “benemerenza” è stato il lascito testamentario finalizzato all’apertura di un ospedale anche a Castelleone e quindi non c’è più la storia della medicina e quella dei primi “ospedali”, che tali non erano come noi oggi li conosciamo. Come già detto, però, tutto quello che a noi più riguarda lo troviamo interamente. Comprese le vicende dell’Ospedale da lui voluto e molto altro ancora. Sta a ciascuno di noi andarle a scoprire pian piano in quella che come al solito è un’avvincente lettura». La presentazione ufficiale del volume, a cura del noto critico letterario corinaldese prof. Fabio Ciceroni, è fissata per le ore 18,15 di Sabato 25 Marzo 2017 presso la sala conferenze del Museo civico Alvaro Casagrande, sito nel prestigioso palazzo rinascimentale di Livia Della Rovere, all’interno delle mura castellane.   dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it  
In occasione della “Giornata della memoria” , il Comune di Corinaldo assieme all'Associazione Gesto e all'Unitre, organizza due momenti di incontro e confronto sull'importanza della memoria dei valori della nostra civiltà per guardare al futuro. Gli incontro avranno luogo sabato 28 gennaio. Entrambi gli appuntamenti vedranno quale protagonista il libro “Evelina e le fate”, un caso editoriale marchigiano di successo, scritto dall'autrice pesarese Simona Baldelli , vincitrice dell'edizione 2013 del premio John Fante opera prima. Il primo incontro sarà dedicato alle scuole mentre il secondo appuntamento sarà aperto al pubblico. Il primo incontro si svolgerà alle ore 11.00 presso la palestra della Scuola Secondaria “G. Degli Sforza”. Gli studenti si confronteranno proprio l'autrice Simona Baldelli. “Abbiamo voluto portare a Corinaldo Simona Baldelli – rende noto Bellucci, coordinatore dell'Associazione Gesto – sostanzialmente per due motivazioni. La prima consiste nel fatto che la nonna della scrittrice è originaria di Corinaldo. In secondo luogo, Simona Baldelli ha saputo scrivere uno spaccato di vita ambientato nell’entroterra pesarese, proprio quando sta infuriando l’ultimo, terribile anno della Seconda Guerra Mondiale. Evelina, che è una bambina di cinque anni, scorge i primi sfollati nel granaio del padre. Un avvenimento che la condurrà dalla spensieratezza della sua giovanissima età all’orrore di una rappresaglia nazista. Mescolando però realtà e fantasia, prerogativa, quest’ultima, dovuta alla sua tenera età”. In preparazione all’incontro con la scrittrice ed in collaborazione con il gruppo di lettura corinaldese “Letto per Diletto”, i docenti hanno predisposto delle specifiche attività per un approccio più consapevole alle tematiche della Memoria ed alle vicende trattate dalla scrittrice Baldelli nel suo romanzo di Evelina e le fate. Protagonisti del“Giorno della Memoria” 2017 saranno innanzitutto ragazzi e studenti. “In occasione del “Giorno della Memoria” – commenta al riguardo l’assessore alle politiche scolastiche Giorgia Fabri – abbiamo accolto la proposta di fare interagire i nostri ragazzi con una autrice che ha preso in considerazione uno spaccato di vita, in cui, nonostante la tragicità degli eventi, restano ben saldi i valori fondamentali. Oggi è compito delle Istituzioni avvalorare simili iniziative per rimettere al centro questi valori”. “Il prossimo “Giorno della Memoria” - spiega il dirigente scolastico Francesco Savore - non coinciderà con la solita giornata tradizionale, commemorativa. Al contrario: risulterà una giornata dal “sapore” diverso, particolare, in cui tutti i nostri alunni saranno direttamente coinvolti”. Allle 17,30 presso la Sala “Ciani” del Municipio, è previsto l’incontro dell’autrice di “Evelina e le fate” con la cittadinanza. Simona Baldelli leggerà alcuni brani del suo romanzo e commenterà quella storia che da sempre le appartiene perché frutto della narrazione orale di sua madre Evelina, la bambina delle fate, e non il risultato di una invenzione della scrittura creativa. Uno spaccato di vita quotidiana, tra i ritmi della vita contadina e gli eventi drammatici e le persecuzioni durante la seconda Guerra Mondiale E alle 18.30 un brindisi conclusivo.

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA