Incidente stradale nel primo pomeriggio di ieri lungo la Statale Adriatica a Senigallia. Coinvolta una vettura e uno scooter che si sono scontrati all'altezza di Via Venezia. Lo scooterista è stato trasportato in ospedale dai soccorritori del 118. Intervenuta anche la Polizia Municipale per i rilievi del caso.
Alle prime luci dell’alba di ieri mattina si è spento serenamente il Prof . Gaetano Calabrese, già Primario dell’Ospedale di Ostra Vetere, Socio del Lions Club di Senigallia in cui ha ricoperto la carica di Presidente nel 1977/78, nel 1994/1995, Delegato di Zona nel 1979/1980 ed insignito del più alto riconoscimento Lionistico con il conferimento della “Melvin Jones Fellow”. I Soci Lions, vicini alla famiglia, ricorderanno sempre la sua grande disponibilità a servire nel bisogno e nella sofferenza.
Situazione igienico-sanitaria sempre più precaria presso il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Arcevia. Sistema fognario compromesso, esalazioni maleodoranti e continua presenza di ratti. Questo è lo scenario che ha lasciato senza parole il funzionario inviato sul posto grazie al tempestivo interessamento del comandante provinciale dopo le segnalazioni del Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco. E' questione di ore per il verbale ufficiale ma in quelle condizioni e in quella sede non può essere prestato servizio.
Ultimi giorni per visitare la mostra “Maria Mater Misericordiae” allestita a Palazzo del Duca di Senigallia, che terminerà domenica 29 gennaio. A tal proposito, per sabato e domenica l’Amministrazione comunale ha disposto un’apertura straordinaria fino alle ore 23. L’evento espositivo curato da Stefano Papetti e Giovanni Morello ha fatto registrare un crescente interesse. Solo nell’ultima settimana si sono registrate oltre mille presenze e l’obiettivo, ora, è quello di chiudere a circa diecimila visitatori: un risultato particolarmente significativo considerata la stagione invernale e gli effetti negativi provocati dal terremoto che ha scoraggiato l’afflusso di persone da fuori regione. Tra le opere esposte, provenienti dalle più prestigiose raccolte museali quali i Musei Vaticani, la Galleria degli Uffizi, la Pinacoteca Nazionale di Siena, la Galleria Nazionale delle Marche, la Galleria Borghese di Roma, il Museo Nazionale di Capodimonte a Napoli, l’Accademia Carrara di Bergamo, sono presenti i capolavori che i maggiori artisti rinascimentali, da Perugino a Rubens, fino a Carlo Crivelli e Lorenzo Monaco, hanno dedicato al forte sentimento devozionale nei confronti di Maria, Madre Misericordiosa. Si tratta del nucleo delle opere esposte durante la scorsa estate a Cracovia in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, cui è stato affiancata la meravigliosa “Vergine delle Rocce” di Leonardo Da Vinci, proveniente dalla collezione privata di Chéramy Le mostra è visitabile con un coupon sconto scaricabile dal sito www.eventi.turismo.marche.it, disponibile anche negli uffici turistici e nelle strutture alberghiere. Per informazioni è possibile chiamare il numero 3666797942 o consultare il sito  www.senigalliaturismo.it. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
Un trentanovenne di Senigallia è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Senigallia con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; dal controllo dei militari infatti, che già ne monitoravano i movimenti da tempo, è emerso che l’arrestato nel ripostiglio di casa, aveva allestito una coltivazione di marijuana. Già da alcuni giorni i militari, appostati sotto casa, avevano seguito i movimenti dell’uomo che avevano destato sospetti. Il trentanovenne infatti riceveva a casa persone note per essere dedite all’uso di cannabis. Situazione indicativa di un’attività di spaccio. Ieri i militari della locale Stazione agli ordini del Luogotenente Raffaele Lopriore hanno bussato alla porta di casa del 39enne in via Capanna per eseguire una perquisizione. L’uomo era da solo in casa. Durante la perquisizione i carabinieri hanno scovato un involucro contenente circa 13 grammi di marijuana, nonché tre tritaerbe. Messo davanti all’evidenza dei fatti, il trentanovenne ha condotto i militari nel ripostiglio di casa dove aveva allestito una cabina di tela plastificata riflettente all’interno, completa di impianto a lampade alogene e di termoventilazione, con tanto di fertilizzante. Al suo interno erano in coltivazione quattro piante adulte di “cannabis sativa”, alte ciascuna oltre un metro, già nella fase della fioritura. Invece, in un armadio della sala da pranzo erano appese per l’essiccazione altre infiorescenze di piante già raccolte. Le infiorescenze, per un peso di circa 80 grammi, sarebbero state poi triturate e spacciate per essere fumate. Ancora da accertare per i Carabinieri se la produzione fosse personale o l’uomo detenesse l’attrezzatura e la coltivazione per qualcun altro e quindi fosse inevitabilmente destinata anche alla cessione a terzi; entrambi i casi sono espressamente vietati dalla legge e dunque i militari della Stazione di Senigallia hanno proceduto a sequestrare la droga, il materiale rinvenuto e le piante che nei prossimi giorni verranno analizzate dal Laboratorio analisi di sostanze stupefacenti del Comando Provinciale di Ancona, per stabilirne la quantità precisa e il principio attivo della marijuana. Dopo le formalità di rito, il trentanovenne è stato dichiarato in stato di arresto e riaccompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Questa mattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto. L’imputato ha chiesto i termini a difesa pertanto la nuova udienza è stata fissata al prossimo 16 marzo. Da Carabinieri Senigallia
Una straordinaria violista, Anna Serova, nota e apprezzata in tutto il mondo anche per la sua versatilità esecutiva. Un tenore come Carlo Putelli, che spazia con disinvoltura ed efficacia dal repertorio barocco del Bach sacro a quello mozartiano-rossiniano della grande opera buffa, fino all’espressionismo e alla musica contemporanea. Un violinista diplomato a Pesaro, Luca Marziali, che suona sia come solista che in formazioni cameristiche. Sono questi gli elementi che, amalgamati alla giovane Orchestra da Camera delle Marche e guidati da un maestro eclettico e di vastissima cultura come Roberto Molinelli, daranno vita al tradizionale Concerto di Capodanno, primo evento della nuova stagione concertistica senigalliese. L’appuntamento è per domenica 1° gennaio, alle ore 17, al teatro La Fenice.  “Il modo migliore per scambiarci gli auguri e iniziare il nuovo anno sotto i migliori auspici, all'insegna della cultura e della musica – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi –.  Con il Concerto di Capodanno daremo avvio anche alla nuova stagione concertistica di Senigallia che, come sempre, grazie alla preziosa collaborazione dell'Ente Concerti di Pesaro e del maestro Federico Mondelci, proporrà anche quest'anno un cartellone di altissima qualità”. Il programma del Concerto di Capodanno comprende il “classico” Danubio blu di Strauss, ma va anche oltre e offre un ventaglio di proposte con le quali ogni spettatore potrà costruire un suo viaggio personale nello spazio e nel tempo, dal barocco di Handel rielaborato dal norvegese Halvorsen ai ritmi argentini di Milonga e Chacarera riletti da Molinelli alla rielaborazione fatta dallo stesso Molinelli di un celebre brano di Prince. Non mancheranno, poi, rielaborate dalla mano sapiente e abilissima di Molinelli, le pagine più amate del melodramma italiano, da Rossini a Donizetti, da Verdi a Leoncavallo, da Mascagni a Puccini, per chiudere con Turandot e il suo “Vincerò”. La biglietteria del teatro sarà aperta venerdì 30 e sabato 31 dicembre, dalle ore 17 alle ore 20, e domenica 1° gennaio, giorno del concerto, dalle ore 15. Info: 0717930842 - 335 1776042 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Ufficio stampa del Comune di Senigallia
Un un biglietto di scuse e poi si è gettato nel vuoto. E’ morto così, gettandosi dal balcone della propria abitazione, nel tardo pomeriggio di ieri, Christian Giorgini, 41enne barman. Christian ha trascorso gran parte della sua vita dietro il bancone de La Meridiana, il bar di famiglia. Da poco aveva aperto un nuovo locale in via Carducci. Quando i sanitari sono arrivati sul posto, per Christian Giorgini non c’era più nulla da fare.
È finito un pranzo di Natale prezioso al Centro di solidarietà Palazzolo. Tra gli ospiti di un momento sereno e di vera pace, tutti seduti alle tavolate allestite dai volontari Caritas, c’era anche sua Eccellenza Franco Manenti, seduto accanto a don Giancarlo. Si è trattato di un pranzo insolito ma intenso, composto da poche persone, che sentivano l’urgenza di raccontarsi, di sentire vicino il proprio prossimo ascoltando e parlando di sé. Il Natale richiama il calore della famiglia, della gioia, dei doni e delle persone che si riuniscono, ma sappiamo che per alcuni sfortunati il Natale è un periodo di sofferenza, che sottolinea ancor più la solitudine e quel desiderio di affetto di calore che non si può soddisfare. Come spesso accade si chiacchiera poco, durante questi pranzi, perché aprire il proprio dolore e le proprie sensazioni agli sconosciuti è difficile, ma a Natale la magia sa arrivare anche ben oltre la nostra immaginazione. Così una signora, volontaria, dopo aver cucinato ed essersi seduta con gli altri, ha raccontato: “Io vengo qui per sentirmi in famiglia. Oggi sarei stata da sola, ma qui è molto meglio”, poi un’altra donna ha spiegato di essere presente al pranzo di Natale con il marito e la figlia, e dopo aver presentato i suoi cari ha spiegato che non aveva mai vissuto un’esperienza come questa, perché lei, da non praticante e da non credente, si sente alla ricerca di qualcosa di più profondo e forse un pranzo così intimo e silenzioso poteva essere uno spunto per partire verso questa ricerca. Allora, sciolto il ghiaccio, hanno parlato gli ospiti. Q. dice a tutti la sua storia, M. parla con rare parole e più con gli sguardi, con la sua solita timidezza e delicatezza, un altro signore si presenta e spiega di essere musulmano: “È la seconda volta che mangio con un vescovo, la prima accadde in Marocco, quando studiavo in un istituto francese gestito da suore cristiane. Già allora mi aveva colpito la bellezza dello stare insieme in pace, di mangiare insieme, gomito a gomito, cristiani e musulmani”. E poi ha ringraziato per la grande accoglienza, per l’ospitalità che in un luogo come il Centro di solidarietà si respira, segno di pace e di attenzione verso tutti. Le frasi di A. sono commoventi, dice che non vorrebbe rovinare un giorno così speciale come il Natale, e quindi non racconterà la sua storia e le sue difficoltà. La mamma di E. è al piano di sopra che riposa, ha 39 di febbre: “Per fortuna siamo accolte qui, a questo pranzo, altrimenti non sapremmo davvero dove stare”. Sono le vite degli altri, le vite che galleggiano nell’aria e si lasciano respirare. Alla fine, quando ormai i commensali sono pochissimi, un uomo si avvicina al vescovo e gli dà la mano. “Grazie per questo luogo” gli dice “e per le persone che sono qui. Ero passato, poco fa, e non sapevo se si poteva entrare. Ho provato a suonare e avete deciso di accogliermi. Ora esco, e non so dove andrò, ma ho passato un bellissimo momento. E quindi grazie. Grazie.” Questo è il Natale. Questo il Natale che ci piace sentire.
Il CONI ha emanato il bando pubblico del progetto “CONI RAGAZZI” d’intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Salute. Il progetto prevede la possibilità per ragazzi dai 5 ai 13 anni, le cui famiglie si trovano in condizioni di disagio economico, di praticare attività sportive gratuitamente presso le Società Sportive selezionate per due ore alla settimana e per 19 settimane, in pratica per la seconda parte dell’anno scolastico.   Con questa iniziativa i promotori tendono a dare una risposta costruttiva allo Sport per tutti, riconoscendogli il valore educativo e di benessere psico-fisico soprattutto nei giovanissimi. Senigallia è uno dei pochi comuni della provincia di Ancona ad essere inserita nella lista dei beneficiari ed il Centro Olimpico è stato accreditato dal CONI per lo svolgimento a titolo gratuito dell’attività del tennistavolo. I promotori hanno previsto anche la possibilità di Operatori di sostegno al fianco del tecnico sportivo in caso di disabilità.   Per accedere al programma occorre presentare domanda dal 4 gennaio al 16 gennaio 2017 al CONI di Ancona, tramite internet (http://area.coniragazzi.it,) oppure direttamente al Tennistavolo Senigallia (compilando il relativo modulo - Referente Nicola Falappa). Il requisito principale è rappresentato dalla fascia di reddito ISEE (in caso di mancanza è sufficiente una dichiarazione sostitutiva rilasciata dai Servizi Sociali del Comune) ma anche dalla consistenza del nucleo familiare. Alla scadenza delle iscrizioni verrà compilata una graduatoria con riferimento al Comune/Società. Da Tennistavolo Senigallia
Per le festività del Natale, il personale del Commissariato di P.S. di Senigallia, su disposizione del Questore di Ancona, sarà impegnato in numerose attività di controllo sia di carattere amministrativo che con finalità di prevenzione e repressione dei reati, specie di tipo predatorio. Già in questi giorni le pattuglie sono state impegnate nella intensificazione dei posti di controllo, svolti sia durante le ore diurne che notturne e nei luoghi residenziali anche più isolati della città, ove vi sono abitazioni. Nel corso dei controlli gli agenti provvedevano a rintracciare un 30enne di origini albanese, M.M., da qualche mese domiciliato a Senigallia, a carico del quale l’autorità giudiziaria aveva spiccato un mandato di arresto in quanto condannato per traffico di stupefacenti, anche con l’estero, di sostanza stupefacente del tipo cocaina per considerevoli quantitativi. L’uomo veniva condotto pressi gli Uffici del Commissariato e dopo gli atti di rito trasferito al carcere di Montacuto ove dovrà scontare una pena pari a circa due anni di reclusione. Durante le attività di controllo serali, gli agenti fermavano un giovane di origini albanesi, E. J., residente a Senigallia, il quale, alla vista dei poliziotti, tentava di allontanarsi ma veniva bloccato. Questi al momento del controllo risultava nascondere un involucro con della sostanza stupefacente poi risultata essere marijuana. Gli agenti decidevano di approfondire il controllo all’interno di uno zainetto e qui trovavano un tirapugni che, a tutti gli effetti , è considerato un’arma e, dunque, procedevano al sequestro dello stesso. Per tali motivi il giovane veniva segnalato in Prefettura per il possesso dello stupefacente, che veniva sequestrato, e denunciato all’autorità giudiziaria per porto illegale di arma. Sempre nell’ambito dei controlli, personale della Squadra Volante effettuava dei servizi in zone frequentate dai giovani, ed in particolare nei pressi di via Capanna, ove si imbattevano in un gruppo di ragazzi che alla vista del veicolo di servizio cominciavano a correre per allontanarsi. Gli agenti prontamente intervenivano e riuscivano a bloccare diversi giovani che venivano identificati e condotti in Commissariato. Due di loro risultavano possedere delle sostanza stupefacente, poi risultata essere marijuana per un peso complessivo di circa 5 gr., che veniva sottoposta a sequestro ed i giovani venivano segnalati in Prefettura. Risultando minorenni, i giovani venivano poi affidati ai rispettivi genitori. Altri giovani, di origine maghrebina venivano controllati nei pressi di piazza 4 agosto ove già in passato erano giunte segnalazioni circa possibili episodi di spaccio di sostanze stupefacenti. Alcune delle persone sottoposte a controllo erano già note ai poliziotti poiché denunciati o segnalati per fatti di droga ma nell’occasione nulla veniva trovato in possesso dei soggetti. Una ulteriore intensificazione dei servizi verrà attuata dalla Polizia di Stato nei giorni imminenti le festività con specifici servizi di ordine pubblico che verranno predisposti in occasione dei maggiori eventi che si svolgeranno in città come la festa in piazza del Capodanno ed i concerti di Natale e capodanno ove è previsto un notevole afflusso di spettatori.

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA