SENIGALLIA: Nuovi parcheggi all’ex pinetina della stazione? Solo 17 in più

Ormai Senigallia Bene Comune ha l’antipatico compito di svelare le ‘furbate’dell’amministrazione comunale ai cittadini completamente ignari di ciò che avvienenelle stanze della politica. Ora facciamo riferimento ai parcheggi nella zonadenominata, ahinoi, dell’ex pinetina abbattuta pochi giorni fa. Molti dicono:Senigallia è carente nei parcheggi … Senigallia deve cercare un equilibrio tra sviluppoeconomico e verde pubblico come ricorda un’associazione di categoria che strizzal’occhio all’attuale governo Mangialardi. Per noi sono i fatti che contano e non lechiacchiere.Venerdì 6 ottobre in seconda commissione è stata illustrata la delibera e la relativaplanimetria dalle quali emergerebbe che i parcheggi in più rispetto alla situazioneesistente siano solo 17, il tutto in attesa che venga realizzato il “fastpark” che lagiunta definisce “eventuale”. Dalla tabella elaborata da noi di Senigallia BeneComune appare questa situazione.SITUAZIONE POSTI AUTO A SEGUITO DELLA D.G. 204/2017Tipo Parcheggio Posti previsti Posti attualiDisabili 5 6Auto non a pagamento 8 117Auto a pagamento 127 -- - 0 -- -TOTALE: 140 123Moto (non a pagamento) 19 19Moto (a pagamento ??) 78 0TOTALE: 97 19 PARCHEGGI IN AUMENTO RISPETTO AGLI ESISTENTIAuto a pagamento 17Moto (a pagamento ??) 78 Tabella. Elaborazione Lista Civica Senigallia Bene ComuneIl nuovo parcheggio avrà solo 17 posti in più rispetto agli attuali con l’aggiunta di127 parcheggi a pagamento a fronte degli 0 attuali. E se poi aggiungiamo ladiminuzione di un posto disabili che passa da 6 a 5 …che ne dite?… Dobbiamoancora credere che senza di loro la città sarebbe male amministrata?Al sindaco chiediamo di rendere noti in modo chiaro e preciso i numeri di questaoperazione assai costosa sia da un punto di vista ecologico che economico. Dopo loscempio di verde pubblico che poteva essere evitato, o quanto meno condiviso con le diverse anime della città, chiediamo un chiarimento in merito ai dati presentati incommissione urbanistica soprattutto in riferimento ai benefici (quali ?) che siavrebbero da questo intervento dove la delibera ha previsto per ora solo (si fa perdire) circa …. 205 mila euro (dato inserito nella DG 204/2017 da confermare) di soldidi noi cittadini.Ma dalla tabella nell’articolo e dagli allegati 1 e 2 si evincono alcune considerazioniche ci piace sottolineare:1. tutti i parcheggi diventeranno a pagamento (forse anche i 78 stalli per le motovisto che sono disegnati in azzurro) anche quelli di fronte agli esercizicommerciali di viale Bonòpera e di via Poerio;2. i pendolari che utilizzano il treno per andare al lavoro fino ad oggi riuscivano aparcheggiare senza pagare il pedaggio a breve non lo potranno più fare;3. i clienti della Banca, dell’Hotel e del condominio di via Poerio sarannocostretti a pagare la sosta;4. i clienti e dipendenti del supermarket e delle altre attività dovranno anch’essipagare la sosta per poter parcheggiare (I clienti continueranno ad usarli comenegozio di fiducia dovendo tutte le volte pagare?);5. 68 alberi abbattuti per solo 17 nuovi parcheggi vuol dire 4 alberi abbattutiogni parcheggio aggiunto agli esistenti;6. 12.059 € per ognuno dei 17 posti aggiunti equivale a dire: se i cittadini liutilizzeranno pagando 12 ore al giorno per 6 giorni occorreranno 4,6 anni perrecuperare quanto speso. Ovviamente senza prevedere di fare manutenzioni .Mi sembra ovvio che tale cifra poteva essere destinata a lavori più urgenti come ildragaggio della foce del Misa, il rifacimento dei ponti cittadini, la sistemazione dellescuole, la sistemazione delle caditoie … … … fino al rifacimento della copertura dellachiesa delle Grazie che consentirebbe di recuperare un pezzo di storia della nostracittà e, per tanti fedeli, di poter parcheggiare e quindi poter andare alle celebrazioniliturgiche.Sono tanti e vari i lavori più urgenti, per la nostra città, rispetto al parcheggio apagamento alla ex-pinetina della stazione.Chi vuole può ascoltare la registrazione sull’argomento ai seguenti link:Sulla nostra pagina FacebookSu YouTubeSenigallia Bene Comune
Vota questo articolo
(0 Voti)

Comunicare "in TUTTI i SENSI"

COMUNICA con i mezzi del nostro Gruppo

Gruppo MEDIA