OSTRA VETERE - Al MonteSaxNovo Festival è la volta dell'Italian Saxophone Quartet

Al MonteSaxNovo Festival ad Ostra Vetere fino al 29 agosto, è la volta dell'ITALIAN SAXOPHONE QUARTET guidato da Federico Mondelci direttore artistico del festival. Sabato 24 agosto alle ore 21,00 in Piazza Satellico, Federico Mondelci soprano, Davide Bartelucci contralto, Pasquale Cesare tenore e Michele Paolino baritono ci guideranno in un viaggio emozionale nella grande musica da Bach ai Queen. Un programma vario che spazia dalla musica classica a brani recenti di Morricone, Piovani fino ad arrivare ai Queen. Uno straordinario percorso nella musica grazie alle note del sassofono, ideato da Adolphe Sax nel 1840, e che da subito si è rivelato uno strumento capace di abbattere tutti gli steccati tra i generi. Per questo il sassofono è diventato, dal secolo scorso, uno dei principali strumenti della musica ‘senza aggettivi’, grazie alle pagine di quegli autori che hanno mescolato con grande disinvoltura tutte le diverse ispirazioni della musica d’uso anche per rinnovare il linguaggio della tradizione colta. Proprio questa sua caratteristica di passare da un genere all'altro ha consentito a Federico Mondelci e al suo Italian Saxophne Quartet di praticare una sorta di incrocio culturale e stilistico che in questo concerto ci permetterà di godere di capolavori assoluti, partendo dalla musica di J.S. Bach alla Bohemian Rhapsody dei Queen, passando attraverso brani di Gioachino Rossini e le colonne sonore di Ennio Morricone e Nino Rota. Tutti i concerti del MonteSaxNovo Festival ad Ostra Vetere fino al 29 agosto, sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti (posti limitati). E' possibile prenotare allo IAT - Informazioni Accoglienza Turistica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30 – Tel. 071 965700 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per i concerti all’aperto, in caso di maltempo, è prevista l’alternativa al chiuso Inoltre, al Polo Museale Terre di Montenovo, sono visitabili due straordinarie mostre: i dipinti di Leonardo Cemak pittore, disegnatore, illustratore, vignettista e le sculture dell'eclettico Felice Rufini che scolpisce la pietra donandogli curve e linee che rappresentano il flusso della vita. MonteNovoSax Festival & Masterclass con la direzione artistica di Federico Mondelci è un progetto che mette in relazione musica, patrimonio artistico, arte contemporanea e archeologia. Per la realizzazione della prima edizione di Montesaxnovo Festival & Masterclass si è costruita un’ampia coalizione territoriale che vede coinvolta l’Amministrazione Comunale, la BCC di Ostra Vetere, le associazioni locali, la Proloco, le associazioni di volontariato, l’Accademia Italiana del Sassofono con il coordinamento dell' Associazione Culturale LEMUSE ITALIAN SAXOPHONE QUARTET L’Italian Saxophone Quartet è formato da solisti che hanno messo la loro esperienza al servizio della musica da camera. I quattro componenti, in formazione di quartetto, hanno trovato una perfetta simbiosi artistica, portando l’Ensemble a livelli di assoluta eccellenza. Nella sua pluriennale attività il quartetto ha partecipato a vari concorsi di musica da camera, distinguendosi particolarmente con la vittoria del ”Primo premio assoluto” al Concorso Internazionale Premio Ancona presieduto da Goffredo Petrassi, aggiudicandosi anche il premio speciale per l'interpretazione del repertorio contemporaneo. Oltre a trascrizioni di celebri pagine di Bach, Monteverdi, Gershwin e Shostakovich, il repertorio dell’ISQ comprende i brani originali del ‘900 per quartetto di sassofoni (Glazunov, Françaix, Glass, Dubois, Torke e Desenclos), brani di autori contemporanei (Sciarrino, Nyman, Donatoni, Xenakis, Pousseur, Glass, Arvo Pärt) e di autori latinoamericani, oltre a brani di estrazione blues e jazz. Il gruppo inoltre propone in concerto, con grande successo, composizioni ad esso dedicate di autori contemporanei di De Rossi Re, Scodanibbio, Sbordoni, Harnell e Nicolau. L’Ensemble è già stato applaudito in oltre 300 concerti tenuti nelle più importanti sale internazionali di Francia, Germania, Spagna, Svezia, Grecia, Giappone, Stati Uniti, Libano, Cina e Russia con programmi che affiancano tradizione e modernità. Il quartetto si è poi esibito in veste di solista con molteplici orchestre sinfoniche, proponendo progetti originali e collaborando con i maggiori compositori del nostro tempo. In merito vanni citati la collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Malipiero con musiche di P.M. Dubois e A. Piazzolla, quella col quartetto d’archi Fonè alla realizzazione di un’inedita elaborazione dell’Arte della Fuga di J.S. Bach per doppio quartetto e l'esecuzione nel 2010, prima assoluta in Italia, di Amao Omi di G.Kancheli per quartetto di sax e coro presso il Duomo di Milano. Di assoluto rilievo inoltre la partecipazione nel 1999 dell’Italian Saxophone Quartet alla première di Outis di Berio con l’Orchestra Sinfonica del Teatro alla Scala di Milano e la collaborazione con Salvatore Sciarrino nella promozione della sua opera Pagine. La produzione discografica comprende CD per la Delos e Pentaphon. Nel 2018 l’ISQ ha stato presentato il CD “The Italian Way” con autori classici e musica da film per l’etichetta giapponese “Da Vinci”. La responsabile dell’Ufficio Stampa Anna Maria Montevecchi
Vota questo articolo
(0 Voti)