SERRA DE CONTI - La programmazione di bilancio nel medio-lungo periodo

Nella seduta del Consiglio Comunale del 19 maggio 2017, saranno discusse alcune importanti proposte di deliberazione che contengono elementi significativi per la programmazione finanziaria di medio-lungo periodo nel Comune di Serra de' Conti. In primo luogo, il bilancio consuntivo per il 2016 evidenzia una buona gestione per l'anno passato, nel rispetto del vincolo di pareggio previsto dalla legge e dei principali indicatori finanziari, con un avanzo di amministrazione complessivo di 638.499 € (costituito da accantonamenti obbligatori, diversi fondi vincolati e una parte disponibile). Da rilevare che una quota consistente degli accantonamenti di legge, pari a 364.215 €, confluirà nel fondo crediti di dubbia esigibilità per 279.489 €, mentre saranno disponibili dopo l'approvazione del rendiconto 182.690 € che si pensa di utilizzare per investimenti e manutenzioni varie nel corso del 2017 e 2018, secondo le priorità indicate dalla normativa. In secondo luogo, sarà discussa la proposta di attivazione dell'accordo-quadro promosso dal Comune di Serra de' Conti e definito dal Consorzio Cogesco con Anconaentrate, una società interamente partecipata dal Comune di Ancona e specializzata negli accertamenti e recuperi tributari. Ciascun Comune della nostra Valle, da Arcevia a Senigallia, potrà avvalersi di questa opportunità, secondo le proprie esigenze organizzative, per efficientare la gestione dei tributi locali, aprire uno sportello al cittadino, verificare e possibilmente estinguere le posizioni pendenti con i contribuenti (crediti di dubbia esigibilità), ciò nell'ottica di ridurre gli accantonamenti obbligatori con effetti positivi sul bilancio e garantire la massima equità fiscale. Nella medesima seduta, sarà inoltre discussa la proposta di rinegoziazione dei mutui che la Cassa Depositi e Prestiti ha concesso a tutti i Comuni italiani al fine di alleggerire i bilanci degli enti locali. L'approvazione della proposta libererebbe 120.000 euro nel corso del 2017 con un vantaggio duraturo nel tempo per circa 30.000 euro di minori rate annuali e un allungamento delle scadenze di soli due esercizi, quindi maggiore flessibilità finanziaria in prospettiva futura, nel contesto di una esposizione debitoria già ridotta di circa un milione di euro nell'ultimo triennio. Complessivamente, le proposte indicate disegnano una strategia finanziaria di medio lungo-periodo, con vantaggi anche immediati ma che avranno i loro principali effetti nel tempo e cioè nelle prossime legislature. Pensiamo si tratti quindi di una scelta ponderata e responsabile verso le future generazioni che potranno fare scelte politiche e istituzionali in un contesto finanziario meno angusto di quello che abbiamo vissuto in anni recenti. L'Amministrazione comunale
Vota questo articolo
(0 Voti)