Castelleone di Suasa

Castelleone di Suasa (46)

Le notizie dal tuo comune

Conoscevo Suasa da una serie di pubblicazioni. Ma non ci ero mai stato. Suasa uno scavo ‘storico’ dell’Università di Bologna, legato al nome di colleghi come Pier Luigi Dall’Aglio, Sandro De Maria e Luisa Mazzeo e alla scuola di Nereo Alfieri. Intere generazioni di studenti dell’ateneo bolognese (non meno di un migliaio dal 1988 a oggi) si sono formati in questo cantiere: alcuni sono diventati docenti, altri funzionari della Soprintendenza, altri ancora professionisti, molti hanno preso altre strade, ma certamente ricorderanno tra le esperienze più formative della loro vita i giorni, le settimane, i mesi trascorsi a Suasa. Più di recente ad occuparsi delle ricerche sul sito e nell’intero territorio circonstante sono due colleghi più giovani come Giuseppe Lepore e Enrico Giorgi. Sono loro, in occasione di un nostro incontro a Durazzo ad un seminario in ricordo della cara amica Sara Santoro, a parlarmi di Suasa, dei suoi problemi e dei tentativi di una gestione innovativa, invitandomi alla cerimonia di riapertura del parco, dopo anni difficili che ne hanno provocato la chiusura, a seguito di alcuni drammatici episodi: prima l’eccezionale nevicata del 2012 che aveva provocato il crollo di parte della copertura, poi la disastrosa alluvione di Senigallia del maggio 2014 che aveva portato acqua e fango a ricoprire i mosaici della grande domus romana dei Coiedii. Mi raccontano una vicenda di reazione da parte delle amministrazioni comunali, dell’associazionismo e di semplici cittadini che rappresenta un bello, entusiasmante, confortante esempio di attaccamento al patrimonio culturale e di partecipazione ‘dal basso’. In quei mesi era stata lanciata dal FAI la campagna ‘Luoghi del cuore’: mancava meno di un mese alla chiusura delle votazioni e si mise in moto una vera e propria macchina di volontari, associazioni, amministratori, scuole che portò a raccogliere in poco tempo oltre 4.000 voti. Così Suasa è stato il primo sito archeologico in assoluto a conquistare i vertici dei Luoghi del Cuore e a ottenere un finanziamento, che ha consentito di riscoprire, ripulire e restaurare i mosaici. La mia curiosità cresce enormemente e accetto di partecipare alla cerimonia prevista per il 30 giugno. Il Parco Archeologico Regionale di Suasa (Pian Volpello, Castelleone di Suasa) presenta un grande interesse ed è inserito in un contesto paesaggistico di grande qualità. Quando arrivo resto ammirato dalla bellezza del paesaggio che osservo percorrendo una strada sulla cresta di una collina tra due splendide vallate. Suasa è solo uno dei nodi della rete delle ‘Antiche Terre Suasane’, insieme al Museo Archeologico degli Scavi di Suasa a Castelleone di Suasa, al Museo del Territorio di Suasa a San Lorenzo in Campo e all’Area Archeologica e all’Antiquarium di Santa Maria in Portuno a Corinaldo: una vera rete territoriale gestita dal Consorzio Città Romana di Suasa, un ente pubblico composto dai Comuni di Castelleone di Suasa, Corinaldo e San Lorenzo in Campo (inizialmente il consorzio comprendeva anche altri Comuni e la Provincia di Ancona), grazie a una convenzione stipulata con il MiBACT. Il sito è posto in terreni di proprietà pubblica (in parte demaniali, come ad esempio l’area del Foro e dell’Anfiteatro, in parte del Consorzio, come ad esempio l’area della Domus dei Coiedii). La gestione è un vero esempio di collaborazione inter-istituzionale. La dimostrazione che è possibile mettere insieme Ministero, Comuni, Università, con un evidente vantaggio per tutti, e soprattutto per il patrimonio culturale. Istituito sulla base di un’innovativa legge regionale, il Parco, nato grazie ai trentennali scavi condotti in regime di concessione dall’Università di Bologna fin dal 1988, è strettamente legato all’azione del Consorzio e alla stretta collaborazione con MIBACT e Università di Bologna. Grazie a finanziamenti regionali ed europei, il Consorzio ha curato i restauri dei vari monumenti, ha approntato percorsi e apparti didattici, ha realizzato le coperture (per la verità alquanto invasive). Tutte le spese di manutenzione ordinaria sono sostenute dal Consorzio grazie alle quote messe a disposizione annualmente dai Comuni e dai proventi dei biglietti, oltre che da vari progetti finalizzati e anche da sponsorizzazioni private. Un esempio di questo modo di operare: lo sfalcio dell’erba nell’intera area è affidato ad una ditta locale, ma le rifiniture all’interno dell’area archeologica sono curate da personale specializzato del Consorzio stesso, grazie a mezzi recentemente acquisiti utilizzando contributi privati ottenuti mediante l’Art Bonus. La manutenzione programmata delle strutture archeologiche sono seguite da un archeologo-restauratore dipendente del Consorzio. Attualmente il Consorzio, il cui CdA è composto da un rappresentante per ogni Comune (a titolo gratuito; i Sindaci formano invece l’Assemblea dei soci), è presieduto da un archeologo (Enrico Giorgi) e ha un solo collaboratore ‘storico’, con competenze nel campo del restauro e nella manutenzione, che coordina anche le attività didattiche. Il resto del personale tecnico-amministrativo è messo a disposizione dall’Unione dei Comuni di Castelleone e Corinaldo (le ore di lavoro destinate al Consorzio sono pagate dal Consorzio stesso). Inoltre attraverso un ‘bando’ (precisamente una dimostrazione di interesse) è stata istituita una commissione tecnico-scientifica che ha stilato un elenco di giovani idonei per i servizi di apertura e di accompagnamento nell’area archeologica e nei musei e per la didattica per le scuole. In questo modo si è venuto a creare intorno al Consorzio un attivo gruppo di giovani, contrattualizzati e pagati in base alle attività svolte. Le risorse, oltre che dalle quote dei soci e dai vari progetti, derivano anche dai biglietti (5 euro per il Parco, 3 euro per il Museo degli Scavi di Suasa e del Territorio di San Lorenzo; sono previste varie formule di riduzione, ad es. 2 euro per scuole e gruppi). L’ Area archeologia e l’Antiquarium di Santa Maria in Portuno sono, invece, a ingresso libero. Oltre alla gestione del Parco, dei Musei e delle Aree archeologiche il Consorzio cura un calendario di attività previste nelle varie sedi prevalentemente nei mesi primaverili ed estivi: cicli di conferenze, spettacoli teatrali, concerti, premi letterari, eventi vari. Tra questi si segnala la ‘Cena romana’, realizzata in costume, allestita presso il Parco Archeologico, che prevede la visita guidata al sito e un’introduzione storica alle varie portate da parte degli archeologi, con letture di racconti di ambientazione storica selezionati nell’ambito di un premio letterario rivolto alle scuole superiori della regione. I risultati in termini di presenza sono positivi, anche se ancora largamente suscettibili di miglioramento. Nel 2016 i visitatori sono stati circa 3.600 con un enorme incremento rispetto agli anni precedenti: del resto fino al 2015 il parco è stato in gran parte chiuso (solo il Foro era visitabile) a causa delle sfortunate vicende climatiche già ricordate. Dal 2017 il Parco ha finalmente riaperto al pubblico tutte le sue strutture, per cui si prevede un sensibile incremento dei visitatori. Inoltre il Museo di Suasa dispone anche di una Biblioteca ed è in realtà un centro culturale molto frequentato dalla comunità locale. Nel corso degli anni, nonostante le tante avversità e la riduzione dei Comuni aderenti al Consorzio, il Parco di Suasa ha conquistato il cuore delle popolazioni locali: lo dimostra l’indubbio successo ottenuto con la rimozione nel 2011 (grazie a un progetto ARCUS) della strada moderna che divideva in due l’area archeologica: un indubbio disagio accettato però da amministrazioni e cittadini. Si spiega così la presenza di duemila persone il giorno della riapertura nel luglio 2015. Si spiegano così anche le varie sponsorizzazioni da parte di Banche o di privati per i restauri, che si sono aggiunti ai fondi regionali, ministeriali ed europei. Un altro indubbio risultato di Suasa è legato all’azione dell’Università di Bologna, motore culturale di tutta l’operazione, che tiene da anni a Suasa uno dei suoi principali e più fortunati cantieri didattici. Non mancano ovviamente le difficoltà. Come mi spiega il presidente del Consorzio Enrico Giorgi «le difficoltà maggiori sono quello di carattere amministrativo. La configurazione pubblica comporta complicazioni burocratiche e costi in termini di tempi e difficoltà di gestione. Il fatto che si tratti di una rete di beni archeologici ‘minori’ sparsi sul territorio rappresenta certamente una risorsa culturale ma non consente l’autosufficienza, senza investimenti a fondo perduto, frutto di precise scelte di politica culturale. Suasa, come molti altri luoghi simili, difficilmente potrà vivere e crescere con i soli proventi dei biglietti, ma ha bisogno di una visione politica più ampia che consideri i benefici culturali e economici che investono il territorio e quell’indotto che deriva dalle opportunità per i giovani e per alcune attività locali. Altra difficoltà, di tipo culturale, è rappresentata da un certo campanilismo, che a volte impedisce una visione d’insieme in nome di una politica del territorio più ampia e priva di steccati e di egoismi». È per questo che io stesso ho suggerito di trasformare il Consorzio in una Fondazione, in modo da poter avere una gestione più snella e efficiente e anche per poter coinvolgere imprese e altri soggetti privati (che già hanno manifestato interesse). Come lo stesso Giorgi mi fa notare, si potrebbe sviluppare un maggiore legame con le attività ricettive e produttive rappresentative delle tipicità del territorio, puntando anche alla creazione di un ‘marchio’ condiviso e riconoscibile (Antiche Terre Suasane) che incentivi, mediante un sistema di convenzioni e di agevolazioni turistiche, la scelta di questo bel territorio da parte di un più ampio numero di visitatori. Anche le strutture del Parco potrebbero essere migliorate: ad esempio il bel casolare presente sul sito potrebbe garantire un’attività di ristorazione e di pernottamento. Sono urgenti, inoltre, misure di messa in sicurezza, a partire da un nuovo sistema di drenaggio per impedire che il fango torni a seppellire l’area. E, infine, anche la comunicazione potrebbe essere migliorata, sia quella relativa ai pannelli e agli altri apparati didattici presenti sul sito, sia il sito web, le pagine facebook, ecc., senza trascurare i rapporti con la stampa locale e nazionale e i collegamenti con le strutture ricettive e gli uffici turistici presenti sulla costa. Leggi tutto...
Ultimo appuntamento da non perdere con “InSuasa2017”! In scena all’Anfiteatro Romano di Suasa il primo varietà sulla maternità ovvero MOMS, spettacolo brillante diretto da Ferdinando Ceriani con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo. Pluripremiato negli Stati Uniti e in Canada, Mom’s the word (questo il titolo originale), per la prima volta in Italia. Uno sguardo incredibilmente divertente e profondamente toccante, intimo, graffiante, licenzioso sull’essere genitori oggi. Tra pannolini, notti insonni, pappette, biberon, mariti alla disperata ricerca di un momento di intimità, frustrazioni, pubertà, sesso, urla, pianti, strepiti e tanto, tanto amore per quei “mostricciattoli”, quattro attrici affiatatissime danno voce, corpo e anima a un intreccio di racconti e aneddoti oltraggiosamente divertenti che vi lasceranno senza fiato! Questo è Mom’s the word, tutto quello che le mamme non hanno mai osato raccontare… “InSuasa2017” chiude la sua programmazione con questa quarta serata di teatro, nelle scorse domeniche hanno partecipato la compagnia organizzatrice Le Rune Teatro con “La Fortuna, l’Amore, l’Ingegno – Tutto nel baule!”; Ippogrifo Produzioni con “Sic Transit Gloria Mundi” e Gitiesse Artisti Riuniti con “La leggenda del pescatore che non sapeva nuotare”. Seguiteci sulla Pagina Facebook INSUASA. Prenotazioni: 347 9237933 - 339 1717201, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per tutti i docenti usufruire del buon su Carta del Docente. Riduzioni per soci FAI e under 25. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
L’Amministrazione Comunale offre, ai propri cittadini, due servizi validi, di sicura utilità e, ancora una volta, ad un prezzo contenuto ed invariato rispetto agli anni precedenti, senza tralasciare la qualità. Il servizio della Colonia elioterapica marina estiva, sul litorale di Senigallia, presso il Centro Balneare gestito dal Co.Ge.S.Co, a favore degli alunni che hanno frequentato le Scuole, Primaria e prima classe della Secondaria di 1^ grado (anni 6 – 11). Per soddisfare le numerose richieste, il servizio sarà articolato in 2 turni, della durata di 2 settimane ciascuno, dal lunedì al sabato, in orario antimeridiano, a partire dal 3 Luglio e si protrarrà fino al 29 Luglio 2017. Inoltre, sempre il 3 luglio, partirà il Centro Estivo per bambini da 3 a 12 anni, fino al 28 Luglio, escluso sabato e festivi, che si svolgerà in due turni da 10 giorni ciascuno, presso i locali della Scuola d’Infanzia dalle ore 7,50 alle ore 12,50. A seguito della positiva esperienza del 2016, l’Amministrazione Comunale ha concesso il servizio, del Centro Estivo 2017, all’Associazione “GE.ST.O. Generazioni Storie Orizzonti” di Corinaldo, per la gestione e l’organizzazione. Il progetto propone un ricco programma di attività ludiche, motorie e non solo, collegate ad un tema trainante che verrà proposto nelle diverse settimane. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
I pavimenti musivi della sontuosa villa patrizia sono stati ripristinati e l’area torna alla fruizione pubblica grazie al contributo “I Luoghi del Cuore”, stanziato da l FAI - Fondo Ambiente Italiano e da Intesa Sanpaolo Castelleone di Suasa (AN), v enerdì 30 giugno 2017 . Si sono c onclusi i lavori di ripristino dei pavimenti musivi della Domus dei C oiedii , sontuosa vill a patrizia situata all’interno del Parco Archeologico Regionale della Città Romana di Suasa a Castelleone di Suasa (AN) – danneggiata dall’eccezionale nevicata del 2012 e dall’alluvione di Senigallia del 2014 – che torna così accessibile al pubblico . L’intervento è stato realizzato grazie a l risultato raggiunto dal Parco Archeologico nel 2014 n ella settima edizione de “I Luoghi del Cuore” , il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo : nell’ambito dell’iniziativa, il Bene , inserito tra l’altro in un contesto paesaggistico di notevole valenza, ha ottenuto 3.340 voti e ha potuto così p artecipare alle Linee Guida per la richiesta di intervento e ricevere un contributo di 10.400 euro , stanziato da FAI e Intesa Sanpaolo , per il progetto di ripristino dei mosaici della Domus dei Coiedii e la sua riapertura . Il parco archeologico, inaugurato nel 2000 e tra i più importanti delle Marche , era stato oggetto di importanti lavori nel decennio successivo, arrivando nel 2011 , grazie a un importante finanziamento europeo gestito dalla regione Marche, a un importante ampliamento grazie alla rimozione della strada che la divideva a metà e allo sc avo archeologico della sottostante via basolata romana definita Via del Foro. Finalmente la parte della città con le abitazioni (Domus dei Coiedii e Casa del Primo stile) e gli edifici per spettacolo (Teatro e Anfiteatro), era stata nuovamente congiunta al la grande piazza del Foro posta sull'altro lato dell'antica via romana. Il recupero e la valorizzazione del parco subirono però una drammatica battuta d’arresto : a causa delle forti precipitazioni del 2012 e del 2014, il sito risultava in parte ina ccessibile e in gran parte sommerso dal fango, che occultava anche gli splendidi pavimenti musivi della Domus dei Coiedii – l’ambiente più rilevante del parco – compromettendone l a fruizione e la conservazione. In questa condizione di emergenza, la grande mobilitazione attivata da l censimento de “I Luoghi del Cuore” ha rappresentato un’ecce zionale occasione di rilancio: oggi i mosaici sono nuovamente visibili e la domus è tornata accessibile ai visitatori grazie ai restauri realizzati con il contributo messo a disposizione dal FAI e da Intesa Sanpaolo e che concludono un più ampio progetto volto a ripristinare e riaprire completamente il parco . Tale successo si deve al la collaborazione tra gli enti coinvolti e uniti nel Comitato Suasa – i Comuni di Castelleone di Suasa, Senigallia, Corinaldo, San Lorenzo in Campo, Serra dè Conti, la Soprintendenza, il Dipartimento Storia Culture e Civiltà dell’Università di Bologna, Enti di Volontariato Sociale e Istituzioni Scolastiche come il Liceo Roit i di Ferrara, il Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Jesi e l’archeoclub di Jesi – che si è attivato a favore dell’area archeologica, con il supporto del Gruppo FAI di Senigallia . Un risultato che conferma, nello spirito de “ I Luoghi del Cuore ” , che cr eando reti e collaborazioni virtuose si ottengono risultati concreti , che vanno a be neficio dei territori di cui i b eni culturali rappresentano un valore identitario. Alla presentazione dei lavori partecipano Giuliano Volpe , Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici, e i rappresentanti della Soprintendenza , di Regione Marche , del FAI e dell’ Università di Bologna . Il censimento I Luoghi del Cuore Dar voce alle segnalazioni dei beni più amati in Italia per assicurarne il futuro è lo scopo de I Luoghi del Cuore , il censimento promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Il progetto, lanciato nel 2003, si svolge ogni due anni e si propone d i coinvolgere concretamente tutta la popolazione e di contribuire alla sensibilizzazione sul valore del nostro Patrimonio. Attraverso il censimento, il FAI sollecita le istituzioni locali e nazionali competenti affinché mettano a disposizione le forze per salvaguardare i luoghi cari ai cittadini; ma il censimento è anche il mezzo per intervenire direttamente, laddove possibile, nel recupero di alcuni beni votati. I Luoghi del Cuore , dal 2003 a oggi, ha permesso di varare interventi a favore di 68 luoghi gra zie alla fattiva collaborazione tra FAI e istituzioni. Ancora più numerosi sono gli effetti virtuosi innescati dell’iniziativa, che hanno portato al recupero di beni grazie alla mobilitazione di pubbliche amministrazioni e privati cittadini. A novembre 20 16 si è conclusa l’ottava edizione del censimento e il 24 febbraio 2017 ne sono stati annunciati i risultati. Attualmente sono aperte le Linee Guida per chiedere un intervento della Fondazione sui Luoghi che hanno ricevuto almeno 1.500 voti. Per informazi oni: www.iluoghidelcuore.it Il FAI è una Fondazione nazionale senza scopo di lucro nata nel 1975 per promuovere una cultura di rispetto della natura, dell’arte e delle tradizioni d’Italia e tutelare un patrimonio che è parte delle nostre radici e della nostra identità. Da oltre trent’anni il FAI ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano grazie al generoso aiuto di moltissimi cittadini e aziende. In linea con il principio di responsabilità sociale, Intesa Sanpaolo condivide con il FAI i valori del progetto “I Luoghi del Cuore” volto alla piena valorizzazione e a un compiuto apprezzamento della bellezza e dell’unicità del nostro Paese attraverso la sensibilizzazione degli italiani sul valore del loro patrimonio artis tico e ambientale. Contatti: Parco Archeologico di Suasa c/o Consorzio di Suasa tel. 071 966524 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Leggi tutto...
La prima edizione di InSuasa2017 si aprirà con Boccaccio, domenica 25 giugno! La Compagnia Le Rune questa volta sarà diretta dalla regista Flavia Martino in uno spettacolo che racconta le novelle del Decameron, con interpreti i due fondatori dell’Associazione Le Rune Teatro, Michele Nardi e Filippo Mantoni. “La Fortuna, l’Amore, l’Ingegno – Tutto nel baule!” questo il titolo della pièce, si muove tra scanzonate scene e divertenti lazzi, poiché i protagonisti sono due giullari del periodo medioevale che non perdono mai l’occasione per scherzare, ridere e ironizzare su tutto, anche e soprattutto sulla morte. Ritmi sostenuti in un viaggio che accompagna lo spettatore nella grande opera boccaccesca di cui si cerca di restituire l’autentico, e spesso epurato, sapore; un’importanza viene data alle persone che portano avanti questa memoria, questi racconti: il guitto, colui che, in epoche ormai distanti dalla nostra, ha dato la vita per un tozzo di pane, è sopravvissuto grazie ad una riuscita filastrocca o, ancora, ha rischiato la testa per una parola di troppo. A seguire InSuasa2017 vedrà avvicendarsi sul palco dell’Anfiteatro Romano altre tre compagnie: Domenica 2 Luglio - "Sic Transit Gloria Mundi". E se il prossimo papa fosse donna? con Chiara Mascalzoni, scritto e diretto dal Alberto Rizzi (Ippogrifo Produzioni).  Domenica 9 Luglio - "La leggenda del pescatore che non sapeva nuotare", spettacolo con musiche dal vivo, con Domenico Macrì, Eleonora De Luce, Teo Guarini, Agnese Fallongo, diretto da Alessandra Fallucchi (Gitiesse Artisti Riuniti).  Domenica 16 Luglio - "Moms", il primo varietà sulla maternità, con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo, diretto da Ferdinando Ceriani (Compagnia Tacchi Misti). Sono aperte le prenotazioni: 347 9237933 - 339 1717201, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
Il Responsabile dell'Ufficio Urbanistica Ambiente dell'Unione dei Comuni Misa-Nevola, ha pubblicato, in data odierna, un Avviso, rivolto ai cittadini interessati,per la presentazione di Manifestazione di Interesse finalizzata alla riclassificazione di aree edificabili ad aree non edificabili e viceversa. Larichiestadovrà esserepresentataesottoscrittada tutti i proprietari dell’immobile interessato, indicando le generalità, la residenza, il Codice Fiscale, un recapito telefonico di ogni richiedente e i dati catastali del bene (comune censuario, sezione, foglio, particella/mappale), nonché contenere eventuali vincoli a carattere reale in favore di terzi. La scadenza per la presentazione della manifestazione di interesse è fissata per il giorno 30 Luglio 2017, entro le ore 13:00. Per facilitare la compilazione, anche on line, è stato predisposto apposito modulo reperibile sul sito istituzionale. Entro sessanta giorni dalla scadenza indicata, il Comune valuterà le proposte pervenute e, qualora ritenga le stesse coerenti con le finalità di interesse pubblico volte a limitare il consumo del suolo e rivedere lo sviluppo delle aree edificabili, provvederà ad avviare apposita variante al vigente Piano Regolatore Generale. Per eventuali informazioni rivolgersi presso l’Ufficio Urbanistico, nelle ore e nei giorni di apertura al pubblico. Responsabile del Procedimento è il Geom. Massimo Manna, tel. 071 7978620 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
In data odierna, l'Unione dei Comuni Misa - Nevola, ha provveduto a pubblicare la Determina ed ilBando per il Concorso Pubblico, per soli esami, per l'assunzione a tempo indeterminato e pieno di un "Istruttore Contabile", Categ. C1, per l'Ufficio Ragioneria/Tributi Unificato(Comune di Castelleone di Suasa). La domanda di partecipazione, debitamente sottoscritta dal candidato, redatta in carta semplice, in conformità allo schema esemplificativo, di cui all’allegato A) al bando, indirizzata all’Unione dei Comuni Misa-Nevola – via del Corso n. 9 – CAP 60013 Corinaldo, dovrà essere inviata, a pena di esclusione dal concorso, entro il termine perentorio dilunedì 24 Luglio 2017 alle ore 13.00.Gli esami consisteranno in una prova preselettiva (eventuale), una prova scritta, una prova teorico/pratica ed una prova orale che si svolgeranno con il seguente calendario: PRESELEZIONE(da confermare secondo quanto precisato all’art.8 del Bando) MERCOLEDI’ 2 AGOSTO 2017 ORE 11.00; PRIMA PROVA SCRITTA, MERCOLEDI’ 9 AGOSTO 2017 ORE 10.00; SECONDA PROVA SCRITTA:TEORICO/PRATICA, GIOVEDI’ 10 AGOSTO 2017 ORE 10.00; TERZA PROVA: ORALE LUNEDI’ 28 AGOSTO 2017 CON INIZIO ALLE ORE 10.00.Tutte le prove si svolgeranno presso il Bocciodromo comunale, sito in Via Cristoforo Colombo snc, presso il Parco Boario, nel comune di  Castelleone di Suasa. Avvisi di eventuali differimenti o variazioni, verranno tempestivamente  pubblicati sul sito web dell’Unione www.unionecomunimisa-nevola.it.  Per informazioni e chiarimenti gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Segreteria – Unione dei Comuni Misa-Nevola –via del Corso n. 9 – 60013 Corinaldo AN.– Tel 071.7978602 -071/7978612. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
L'Amministrazione Comunale è disponibile ad acquisire e valutare manifestazioni di interesse per l'assunzione in regime di convenzione della gestione dell’impianto sportivo polivalente sito in Via Rossini, e pertanto ha pubblicato un avviso riservato esclusivamente alle Società e Associazioni Sportive dilettantistiche, Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva e Discipline Sportive Associate. Le prestazioni richieste sono indicate nella convenzione approvata con Determinazione del Responsabile LL.PP. n. 62 del 30/05/2017. La durata della Convenzione è stata fissata in 5 anni, rinnovabili. I soggetti interessati a presentare la propria candidatura, dovranno far pervenire all'Ufficio Tecnico del Comune di Castelleone di Suasa, sito in P.zza Principe di Suasa, 7, entro il termine perentorio di lunedì 22 GIUGNO 2017 alle ore 13,00, a mezzo del servizio postale, ovvero tramite corriere speciale, ovvero tramite consegna a mano all'ufficio Protocollo comunale, apposita busta chiusa, recante all'esterno la medesima denominazione della procedura in oggetto, contenente la documentazione indicata nell'avviso. L'apertura delle buste pervenute, ai fini della verifica della documentazione allegata, avverrà in seduta pubblica il giorno 22.06.2017 alle ore 13.30 presso l'Ufficio Tecnico del Comune di Castelleone di Suasa. A tutti i partecipanti verrà fornita apposita informativa in ordine all'esito della procedura. Informazioni disponibili sul sito istituzionale www.castelleone.disuasa.it, oppure potranno essere richieste al Responsabile del Settore LL.PP. dell’Ufficio Tecnico Unificato dell’Unione dei Comuni Misa-Nevola Geom. Giliano Bizzarri e all’Arch. Daniela Santori, nel consueto orario d'ufficio, ovvero inviando una e-mail al seguente recapito: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. dal Comune di Castelleone di Suasa   Leggi tutto...
E' l'unica festa nazionale, giunta, ormai al 71° anniversario, in cui si a si ricorda il referendum istituzionale indetto a suffragio universale il 2 e il 3 giugno 1946 con il quale gli italiani furono chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, monarchia o repubblica, dare al Paese, in seguito alla caduta del fascismo. L'Amministrazione di Castelleone di Suasa, per l’occasione, ha voluto celebrare questa giornata "speciale", ritrovandoci tutti, alle ore 9,30, davanti al Municipio per portare un omaggio ai Caduti di tutte le guerre e a seguire, sarà consegnato il testo della Costituzione Italiana, riprodotto su chiavetta USB, a tutti i giovani che compiono il 18° anno di età (nati nel 1989). Il Sindaco Manfredi, ha inviato un invito ai diciottenni per ricordare che, con la maggiore età, si acquista a tutti gli effetti lo status di cittadino della nostra Repubblica, con tutti i diritti e doveri. Le chiavette USB 2.0, sono personalizzate su di un lato con il logo del Comune avvolto da una fascia tricolore, mentre dall’altro lato vi è riportata la scritta: Comune di CASTELLEONE DI SUASA (AN) e avranno una capacità di memoria pari a 4GB. Saranno 13 i ragazzi italiani e stranieri, residenti nel ns. Comune, che dalle mani del Sindaco riceveranno le chiavette USB contenenti, nello specifico, un ipertesto della Costituzione Italiana, un file pdf della Costituzione Italiana, un file pdf della Costituzione anastatica ed una foto storica della firma della Costituzione Italiana da parte del Presidente della Repubblica, Enrico De Nicola, alla presenza di Alcide De Gasperi e Umberto Terracini, scattata il 27 dicembre 1947. I giovani che compiono la maggiore età sono: Cappannini Joele, Lanari Diego, Morelli Francesca, Morelli Nicholas, Persi Giacomo, Piras Arianna, Santolini Noemi, Sebastianelli Annalisa, Testaguzza Luca, Toderi Giulio, Toderi Manuel, Vasamì Federica e Vergari Camilla. E’ con questa ricorrenza e con questo spirito che l’Amministrazione Comunale festeggia e ricorda la nascita della Repubblica e invita la cittadinanza a partecipare alla manifestazione e ad esporre il tricolore, perché la memoria storica rappresenta un imprescindibile valore culturale, soprattutto ora che l’Italia sta vivendo una crisi morale non indifferente è veramente necessario difendere con forza le radici civili del Paese. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
Il Consiglio comunale di Castelleone di Suasa si riunirà Giovedì 25 Maggio 2017. La sessione Ordinaria è stata convocata alle ore 21,00 dal Sindaco Carlo Manfredi, ai sensi dell’art. 10 dello Statuto, presso la Sala Consiliare della Residenza Comunale, con il seguente O.d.G.: 1) APPROVAZIONE VERBALI RELATIVI ALLA SEDUTA DEL 10.04.2017; 2) APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2016; 3) COMUNICAZIONI DEL SINDACO. Nei giorni seguenti all'invio dell'O.d.G. è stato notificato, ai Consiglieri Comunali, un O.d.G. aggiuntivo con altri due punti: 1) RATIFICA VARIAZIONE AL BILANCIO 2017-2019, OPERATA CON ATTO DI G.M. N.19/2017; 2) APPROVAZIONE CONVENZIONE PER GESTIONE IMPIANTO SPORTIVO POLIVALENTE UBICATO IN VIA ROSSINI. dal Comune di Castelleone di Suasa www.castelleone.disuasa.it Leggi tutto...
Pagina 1 di 4