Montemarciano

Montemarciano (14)

Le notizie dal tuo comune

02 Luglio 2019
I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato due persone, di 45 e 19 anni, padre e figlio, rumeni, il primo autotrasportatore, responsabili in concorso tra loro di furto aggravato. I due sono stati bloccati nel Centro Ambiente della RIECO a Montemarciano, mentre stavano rubando delle batterie esauste e copertoni di autocarri usati. Nel tardo pomeriggio di lunedì, una pattuglia della Stazione di Montemarciano mentre percorreva via dell’Industria, ha notato un autoarticolato all’interno dell’area di stoccaggio dei rifiuti speciali della RIECO. A quell’ora tuttavia l’impianto è chiuso e non è possibile conferire rifiuti. Peraltro il bilico, un Volvo FH non era della ditta concessionaria e pertanto non poteva conferire i rifiuti nel Centro. I militari quindi si sono diretti verso l’area in questione per eseguire un controllo. Appena arrivati a ridosso della struttura, si sono accorti che la rete metallica della recinzione era stata tagliata per consentire l’ingresso del mezzo pesante. Sul piazzale invece erano all’opera un uomo e un giovane intenti a caricare nel semirimorchio delle batterie esauste che si trovavano accantonate nel deposito. I due venivano fermati e indentificati in due cittadini rumeni, in transito in Italia. Il bilico, di proprietà di una ditta di trasporti rumena, trasportava cerchi di varie misure per autoveicoli, che erano stati regolarmente caricati in un’azienda del centro e destinati in Romania. Nel tragitto, il 45enne, autista del mezzo, si era fermato nell’area di stoccaggio per rubare le batterie esauste e alcuni copertoni usati di varie misure. Una nuova tecnica sta invadendo il mercato nero, quella di rubare le batterie esauste per rivendere il piombo. In genere viene pagato settanta centesimi il chilo, chi lo acquista lo paga al massimo 35 centesimi. Ma solo se è piombo buono cioè pulito. Le batterie esauste, classificate come rifiuto pericoloso - tossico nocivo, per la loro alta percentuale di piombo e acido solforico: vengono rubate e difficilmente sono piazzate in zona. Fanno un bel viaggio, in questo caso verosimilmente in terra rumena, dove l'acido e la plastica di contorno vengono smaltite. La “moda” dei furti di batterie esauste è iniziata piano piano, con colpi messi a segno a macchia di leopardo, in sordina, ma a quanto pare sta diventando un fenomeno. Le batterie, per la loro pericolosità, per le esalazioni ed eventuali perdite, vengono stoccate in cassonetti appositi collocati fra l'altro in zone areate. Riciclare il piombo adesso vale qualcosa di più del ferro. Ogni batteria pesa più o meno dieci chili, insomma, non si è trattato di un furto casuale. La batteria ha una sua "vita", una volta esausta l'elettrauto attiva una procedura di smaltimento che prevede il prelievo da parte di ditte specializzate che le ritirano e poi le conferiscono al consorzio nazionale che si occupa dello smaltimento. La procedura intera prevede un registro di entrata ed uscita, da parte di tutte le componenti coinvolte nel ciclo del rifiuto speciale. Le batterie esauste contengono, in peso, il 60-65 per cento di piombo, la restante parte è costituita da acido solforico e materie plastiche. I copertoni invece sarebbero serviti per estrarre i filamenti di rame. Nel vano del semirimorchio sono state recuperate trenta batterie e nove copertoni. Inoltre, sono stati sequestrati una tenaglia, una cesoia, due pinze, un cutter e un coltello con lama di 19 cm, utilizzati per tagliare la rete metallica di recinzione. I due sono stati dichiarati in arresto per furto aggravato ed hanno trascorso la notte in camera di sicurezza. Questa mattina sono stati presentati dinanzi al Tribunale di Ancona che all’esito del rito direttissimo li ha condannati ciascuno alla pena di mesi 6 di reclusione senza applicazione di misure cautelari. La refurtiva, costituita dalle batterie e dagli pneumatici, è stata restituita al responsabile dell’impianto di stoccaggio dei rifiuti. Leggi tutto...
03 Novembre 2017
Nella prima mattina della giornata odierna alle 9 circa, i vigili del fuoco sono intervenuti a Montemarciano di Ancona in via Santa Veneranda per incidente stradale. Per cause in fase di accertamento una vettura FIAT Punto in transito perdeva il controllo terminando la corsa contro la colonnina della media pressione dei contatori del Gas Metano. I vigili del fuoco hanno soccorso il conducente della vettura che ne usciva illeso, hanno tamponato la perdita di gas fino all'arrivo dei tecnici dell'azienda del Gas. Leggi tutto...
07 Luglio 2017
Continua a crescere il “Lido del Fratino” il brand turistico con cui Oasi Confartigianato, il Comune di Montemarciano e gli operatori del litorale promuovono l’immagine della spiaggia. Il simbolo del Lido, il fratino, un piccolo uccello migratore presente sul tratto costiero, una specie protetta che vive solo in ambienti incontaminati, è stampata sulla maglia che tutti gli operatori degli stabilimenti balneari, chalet, ristoranti aderenti al network di attività indosseranno durante la stagione. L’iniziativa è stata presentata da Liana Serrani Sindaco di Montemarciano assieme al Vice Sindaco Andrea Tittarelli, da Giacomo Cicconi Massi Responsabile Oasi Confartigianato, Alberto Berardi Presidente Oasi Confartigianato Montemarciano, e rientra nel programma delle attività di promozione del litorale. Il Lido del Fratino, oltre a essere uno splendido contesto naturale e paesaggistico, è infatti anche un network di operatori, tra bar, ristoranti, concessioni balneari e chalet. Per valorizzare questa importante offerta turistica di mare, gusto, musica e divertimento da loro offerta, Confartigianato e il Comune si sono attivati con iniziative promozionali e stanno realizzando azioni in sinergia. Tra queste, l’adesione dei ristoratori del Lido del Fratino alla campagna del Comune e di ATA Rifiuti contro lo spreco alimentare “Fatti gli avanzi tuoi”. I clienti, se lo richiedono, potranno portare a casa il cibo ordinato, ma non consumato, all’interno di un apposito packaging ideato per l’asporto, su cui è apposto il logo dell’iniziativa. Ufficio Stampa Leggi tutto...
04 Luglio 2017
contro I Carabinieri della Stazione di Montemarciano, nell’ambito delle attività istituzionali finalizzate al contrasto e alla prevenzione del consumo di droghe soprattutto tra i ragazzi, con l’ausilio di una unità Antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Pesaro, hanno controllato alcuni esercizi pubblici e di pubblico intrattenimento sul lungomare di Marina di Montemarciano. Sono stati rinvenuti e sequestrati in via amministrativa circa 6 grammi di hashish. In particolare, all’interno di un discopub in lungomare Achille Buglioni, “Anita”, il cane con le stellette, ha scovato quasi 5 grammi di hashish addosso ad uno studente di sedici anni residente a Falconara Marittima, il quale – accortosi della presenza dell’unità speciale – non ha fatto in tempo a disfarsi di un involucro di cellophane contenente la droga. Analogamente l’unità cinofila ha rinvenuto nei pressi della pista da ballo un pacchetto di sigarette con all’interno altro hashish, pari ad un grammo che non è stato possibile attribuire a qualcuno. Allo studente è stata contestata la violazione amministrativa dell’uso personale non terapeutico di sostanza stupefacente, lo stesso sarà segnalato al Prefetto di Ancona per i provvedimenti di competenza. Nel corso della serata sono stati passati al setaccio due locali da ballo e sono stati controllati 24 avventori. Leggi tutto...
07 Giugno 2017
Si avvia alla conclusione KLANG – altri suoni, altri spazi, rassegna musicale regionale promossa dall’AMAT in collaborazione con Loop Live Club, la Regione Marche e il Comune di Montemarciano. L’ultimo appuntamento mercoledì 7 giugno è al Teatro Alfieri di Montemarciano con Ryley Walker. Dopo aver attraversato gli Stati Uniti in lungo e largo con oltre 200 concerti, il ventisettenne cantautore di Chicago decise, sul finire del 2015, che era giunto il momento di lasciare da parte la strada, raccogliere i detriti lasciati alle spalle e dare forma a una nuova raccolta di canzoni. Il risultato è Golden sings that have been sung, otto brani che, ripartendo dalla base di Primrose Green, attraversano con estrema naturalezza territori folk, blues, jazz. Il disco rivela le passioni musicali dell’artista americano, un mix consapevole di Van Morrison e Tim Buckley in bilico tra atmosfere jazzate e psichedelia applicata al folk, più vicine ai contemporanei e conterranei Wilco e Jim O’Rourke. Uno stile chitarristico inquieto e virtuosistico, da Astral Weeks; una scrittura meditabonda e segnata liricamente dall’esperienza, che ricorda Nick Drake: ci sono tutti gli ingredienti per fare di Ryley Walker il nuovo nome del cantautorato “classicista” americano e non solo. Primrose Green segue a brevissimo giro l’esordio su Lp All kinds of you, uscito solo l’anno scorso, e in effetti ne rappresenta un’ideale prosecuzione, una nuova espressione tirata a lucido e arricchita di dettagli di produzione e di architetture sonore che prendono dai migliori nomi della scena di Chicago, da cui Walker proviene, e oltre. Steve Gunn, William Tyler, Hiss Golden Messenger e più remotamente Jonathan Wilson sono i nomi affissi all’arena in cui si cimenta Ryley, in un disco dal forte intento paesaggistico, che si sviluppa su jam che vanno via via stratificandosi, spesso giostrate su un giro armonico nervosamente volitivo (On the banks of the old kishwaukee). La stessa voce di Walker sembra interloquire con gli strumenti come se fosse essa stessa uno strumento come gli altri (Summer dress), inserendosi nelle trame ossessive e jazzate dei brani. Biglietto posto unico 10 euro, ridotto 8 euro. Informazioni Loop Live Club 071 7202180, AMAT 071 2072439, Biglietteria Teatro Alfieri 071 9163383, la sera del concerto dalle ore 19. Inizio concerto ore 21.15. Leggi tutto...
11 Aprile 2017
Tragedia stanattina poco dopo la stazione di Marina di Montemarciano. Un 71enne, ex macchinista in pensione si è suicidato gettandosi sotto un treno. La tragedia stamattina attorno alle 11. Sul posto le ambulanze del 118 oltre agli investigatori della polizia Ferroviaria e gli agenti della Scientifica.La circolazione dei treni è rimasta bloccata per tutta la tratta ferroviaria fino alle 14,00. Leggi tutto...
10 Aprile 2017
Un uomo di 32 anni, padre di famiglia, è stato trovato senza vita, dalla moglie, nella loro abitazione. La tragedia è avvenuta in un piccolo appartamento di Marina di Montemarciano dove il giovane abitava insieme alla compagna e alla loro bambina. Era disteso sul pavimento del bagno, senza vita. Quando i sanitari sono giunti sul posto hanno potuto soltanto constatarne il decesso per arresto cardiocircolatorio. Leggi tutto...
07 Aprile 2017
Il tempo di un caffè e in quei pochi minuti che il proprietario di un chiosco ambulante “Prodotti tipici pugliesi”, fermo al parcheggio di piazza Magellano a Montemarciano, s’è preso un caffè in un bar, ignoti gli hanno rubato il registratore di cassa. E’ succcesso nel primo pomeriggio di ieri . «Dentro c’erano circa 20-30 euro, ma è il gesto a lasciarmi male» ha detto il commerciante. Indagano i Carabinieri. Leggi tutto...
30 Gennaio 2017
Il corpo del 65enne di Montemarciano, Alessandro Gnesi, è stato ritrovato senza vita disperso in zona Pian Dell'Elmo. Nella giornata di venerdì si era immerso nella natura del monte San Vicino. Le ricerche si sono concluse nella mattinata di sabato, dopo quasi 20 ore, in una zona impervia e nevosa ai piedi della vetta del San Vicino. Oltre agli uomini del Soccorso Alpino, è intervenuto anche un elicottero dei vigili del fuoco, che ha aiutato nelle ricerche e nel recupero della salma.  Leggi tutto...
02 Dicembre 2016
I Carabinieri della Stazione di Montemarciano, nel corso dei servizi di controllo del territorio, hanno denunciato in stato di libertà per reato il reato di sottrazione di cose sottoposte a sequestro disposto dall’autorità amministrativa, un cittadino tunisino di 33 anni, residente a Marzocca, noto alle forze di polizia, in regola sul territorio nazionale. I Carabinieri della Stazione si sono recati a casa del tunisino per verificare le modalità di custodia di una Opel Astra, intestata ad una donna di San Paolo di Jesi, che lo scorso 19 novembre, a seguito di contestazione al codice della strada, era stata sottoposta a fermo amministrativo di mesi 3 con obbligo di custodia presso il domicilio del trasgressore. Il tunisino infatti era stato sorpreso alla guida della Opel senza patente di guida perché gli era stata ritirata nel mese di ottobre per un’altra infrazione. La contravvenzione per guida con patente ritirata prevede oltre al pagamento della sanzione di 5000 euro anche la sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi. Il tunisino non ha inteso fornire alcuna giustificazione in merito all’assenza del veicolo. Leggi tutto...